RNH tassazione 5-10 % da 2018 per nuovi ingressi

laviniavirginia: hai ragione, naturalmente. mi sarei risposto anch'io così!!

il fatto è che lo 0% non è l'unica ragione, mi attira molto l'idea di avere una vita più rilassata, con ritmi "vacanzieri", magari a due passi dall'oceano, senza avere troppi patemi per arrivare alla fine del mese.
Però se non ci fosse lo 0% probabilmente non ce la farei. Mi andrebbe bene anche il 5% o il 10% e la mia domanda doveva essere: secondo voi che seguite da tempo la situazione sarà possibile che l'eventuale tassazione venga contenuta in queste percentuali o si potrà tornare alla tassazione piena?

Fio54 :

laviniavirginia: hai ragione, naturalmente. mi sarei risposto anch'io così!!

il fatto è che lo 0% non è l'unica ragione, mi attira molto l'idea di avere una vita più rilassata, con ritmi "vacanzieri", magari a due passi dall'oceano, senza avere troppi patemi per arrivare alla fine del mese.
Però se non ci fosse lo 0% probabilmente non ce la farei. Mi andrebbe bene anche il 5% o il 10% e la mia domanda doveva essere: secondo voi che seguite da tempo la situazione sarà possibile che l'eventuale tassazione venga contenuta in queste percentuali o si potrà tornare alla tassazione piena?

al massimo si puo sempre ritornare in Italia

Fio54,

dallo 0% a una tassazione piena ?  Da parte del Portogallo mi azzarderei a dire che davvero sarebbe molto, ma molto improbabile (per non dire fuori discussione e luogo).  Il problema può presentarsi a partire da tutt'altro fronte...  Supponiamo, visto che dall'Italia sono molti i pensionati che se ne vanno -e non soltanto in Portogallo, ma molti per es. in Tunisia (e pure altrove, come per es. Bulgaria o Albania, ma anche Romania e per non andare oltre...)- supponiamo dunque che ad un certo momento l'Italia (o anche la Francia) decida di fare come la Finlandia, tassando le pensioni alla fonte eppoi " buon viaggio ".  Ehhh, non si può escludere, anche se non domattina di certo !

Eppoi resta sempre ancora un'altra valutazione da fare, in relazione al fatto che questo "regalo" da parte del Portogallo vale per la durata di dieci anni e non prorogabili.  Si tratti dunque dello zero, del cinque o del 10% (eppoi, chissà però quando, magari andando oltre), ma è ad ogni modo una situazione che varrebbe per il massimo di 10 anni.
 
La domanda quindi che io mi farei sarebbe quindi questa -o anche questa-:  in base alla mia età attuale e alle mie condizioni (di salute e famigliare), mi sentirei ancora, fra 10 anni, di far fronte a questo scenario:

1.  essere poi tassato pienamente, come tutti i portoghesi residenti, e/o
2.  rientrare definitivamente in Italia    -?-

Queste sono due domande che devono però pure includere il tema assistenza sanitaria e condizioni della stessa a confronto fra i due paesi (o pure ev. un terzo o quarto paese...).  Senza però trascurare una eventualità: che ci si potrebbe poi, per l'appunto e nel frattempo, venire a trovare in tutt'altra situazione personale e per "motivi di età"... rispettivamente, in primis, di salute (fisica e/o mentale)... Mi scuso ma... o si riflette in modo realistico e senza tabú, o allora è meglio andare a caso e a voglia e... pdn per il gioco di parole, ma non mi sembra appunto il caso... di andare a casaccio e tenendo fuori dagli eventuali scenari quanto non garba e che tutti vorremmo evitare......

Tuttavia e ad ogni modo:

La risposta alla prima domanda e ipotesi può essere anche semplice; nel senso che se ancora si hanno famigliari che vivono al proprio paese di origine e, soprattutto, se ci si recasse regolarmente nel proprio paese e senza dunque perderne le abitudini, la famigliarità e ... le possibilità, allora quale sarebbe il problema? 
Infatti, come ben ha detto Chumy,  ad un certo punto, se le condizioni in Portogallo non sono più confacenti ai propri bisogni e alle proprie possibilità, nessuno e niente impedisce di poi allora ritornare definitivamente in Italia (o dove poi fosse o anche andando dove convenga).

In base alle considerazioni puramente di tipo umano-psicologico / antropologico-sociologico   ;)   , aggiungerei l'elemento della difficoltà, negli anni, di adattarsi, inserirsi, reinserirsi, abituarsi e di cambiare sempre di nuovo tutto lo scenario e non soltanto quello.   Insomma ecco: dipende sia dal carattere, sia da come si è stati abituati durante la propria vita già in precedenza, sia dalla scoperta di come invece magari la cosa diverta e stimoli e conoscendo cosí altri aspetti, incluso quelli di sé e delle proprie facoltà e capacità, sia poi dalle proprie condizioni di salute e mentali, sia dal fatto di essere magari rimasti soli e... last but not least dalle varie politiche e da quello che succederà nel mondo (... già da quello delle finanze -mondialmente parlando- che già tuttora, sott'acqua, si trova dentro una specie non dichiarata di maremoto e... con in vista una recessione di non poco conto).

Morale "della favola": talmente tutto è in movimento che vale pure quest'altro spirito: Ne ho voglia adesso? Ebbene ne colgo l'occasione e faccio quello che mi pare stimolante e persino conveniente.  Andrà male domani? E pazienza, "domani" vedremo !

Temevo che la mia domanda potesse uscire dall'ambito della discussione e di essere severamente bacchettato sulle dita da Francesca, ma credo che le  riflessioni di laviniavirginia siano ottime e da tenere in considerazione da tutti quelli che come me pensano di trasferirsi in PT, o comunque all'estero.

Le domande che ipoteticamente ti porresti io me le sono già poste, ma non so le risposte. Come si può pensare a cosa succederà fra 10 anni? Sarò pronto a rifare la trafila e tornare alla vita in Italia? Non lo so, credo che nessuno possa saperlo e nemmeno uno della mia età (65) che vede il mondo trasformarsi a una velocità doppia o tripla di quando era giovane può saperlo e forse neanche immaginarlo.
Fermarsi in PT anche a tassazione intera? Perché no, se nonostante questo si riesce a vivere dignitosamente, se ci si trova bene, ci si è integrati e la vita che si è fatta nei 10 anni è stata pienamente soddisfacente?

Quindi, personalmente, mi sono fatto e mi pongo ancora delle domande, ma in questo momento sono più nello spirito del tuo "morale della favola", cioè ho voglia di farlo e la cosa mi stimola e mi eccita, però, come ho detto, se già prima di partire mi "bastonano sulle ginocchia" con una tassazione magari non gravosa come in ITA ma comunque importante, mi passa un po' la voglia di imbarcarmi nell'impresa...

Fio54 ,

se dunque ti pare che già partiresti un po' "bacchettato sulle ginocchia", prima di decidere vale magari ancora fare dei paragoni con altre destinazioni  ...   E anche su Expat ci sono le pagine di coloro che stanno vivendo in qualche altro paese. Idem per la web in generale; cercando i cosiddetti "paradisi per pensionati" sempre si trova parecchio materiale...

Ma con un'avvertenza:  spesso chi si esprime superlativamente riguardo la propria esperienza di vita all'estero, lo fa truccando magari un po' le carte...
Mi spiego:  sussiste spesso un pur comprensibile (ma secondo me appiccicoso e povero:) orgoglio, come a voler far vedere "a chi è invece rimasto a casa" che si è stati super-in-gamba, capaci, forti e furbi ad andarsene "e tanto peggio" (o... quasi-quasi "coglione") per chi invece non ci credesse o non si sente di farlo".     (Ci vuole talvolta invece anche molto coraggio per restare!...)

Ho esagerato, ovviamente, anche perché riderci su fa bene alla salute ....,  ma il succo è quello e spesso succede, quando di fatto la realtà non è poi in tutto o sempre cosí rosa... 
Un po' come certi emigrati che venuti in Europa, magari vivono così-cosí ma ci tengono a rientrare con la macchina magari nuova ... e le cose comperate perché si veda quanto successo hanno... mhh, o avrebbero dunque avuto allontanandosi da casa, realizzandosi "da bravi imprenditori capaci di gestire bene la propria vita" ...   ;)  Detto in altre parole: le cafonate non mancano sotto nessun sole ...

In quanto però e ad ogni modo alle decisioni importanti, a ben pensarci ci si rende conto che spesso, nella propria vita, quelle di maggior peso le si sono anche prese per "beata incoscienza", per istinto, per impulso e quindi anche per una normale e inevitabile ignoranza o ingenuità e inesperienza (da giovani e magari non soltanto da giovani).  E spesso è peró anche davvero grazie a qualche propria beata incoscienza che si è vissuto qualcosa di significativo e di importante.  Tutto, insomma, è vita ! ...

... C'è pure un proverbio orientale che dice cosí:   "Se tu hai preso una decisione, allora vuol dire che è quella giusta".   Significa quindi che lo è anche indipendentemente dai successivi sviluppi... in quanto, quelli, sono sempre e ovunque tanto inevitabili quanto imprevedibili .  L'unica -perlomeno è quanto io penso e credo- è affidarsi al proprio sentire e alla vita stessa ...   :top:

Per tutti ...

VABBE' ....  il  1°post a pag. 1 è stato abbondantemente disatteso  (postate solo NEWS e non mal di pancia)  ... e siamo andati avanti con il tempo .... se metteranno la tassazione ad ottobre rifaremo altra discussione

RNH tassazione 7 % dal 01/01/2020 .. (o similare)

così sarà aggiornato il titolo ... ed  anche i mal di pancia ergo le elucubrazioni    :gloria

Laviniavirginia, sei una forza della natura ed e' proprio la tua visione delle "cose della vita" la sintesi estrema e definitiva di questa interessantissima discussione. E' ovvio che le nostre menti cerchino di valutare il rischio di perdere un vantaggio non trascurabile di una pensione netta dimenticando cosa e' veramente importante......cercare di vivere il nostro "buon ritiro" in un posto dove vale la pena di vivere, anche nella nostra pocoamata patria magari rinunciando a qualche cosa se i soldi sono pochi, sempre che si trovi il posto piu' adatto dovunque esso sia.

Franco

Grazie,  Mezza48  :shy  ...   Infatti, "scopa nuova scopa bene" ma... non sempre scopa meglio ...  (e magari si rompe pure presto)   :cool:

:D  :top:

+++ news  +++

è del 09/04/2019 quindi non recentissima ma  riporto in quanto cita  meglio quanto accade in Francia .

Grand débat : Ces propositions fiscales qui s'attaquent aux français

lesfrancais.press/grand-debat-ces-propositions-fiscales-qui-sattaquent-aux-francais-expatries/

(copia/incolla nel browser)

TRADUZIONE  GOOGLESCA

Grande dibattito: queste proposte fiscali che attaccano gli espatriati francesi
7 aprile 2019    0  Di FABIEN FERASSON

Portogallo, Italia, Cipro, Marocco, ecc. sono anche entrati nel "grande dibattito" in Francia a causa del regime di esenzione fiscale concesso ai residenti di questi paesi le cui entrate provengono dalla Francia. Questi esiliati fiscali denunciati dai giubbotti gialli sono quindi spesso pensionati che devono risiedere sei mesi in Portogallo, Italia, ecc.

I giubbotti gialli offrono, a caso quaderni di lamentele, per ridurre la loro pensione della metà o per vietare loro di essere trattati in Francia.
Come abbiamo discusso in un altro articolo, ora ci vogliono 15 anni di contributi in Francia per beneficiare della sicurezza sociale se non si vive più in Francia. Cosa sarà domani?

Pareri proposti e condivisi nel sito del "grande dibattito", alcuni dei quali richiedono che la tassazione alla fonte si applichi ai non residenti e questo al di fuori di tutti gli accordi europei, i trattati internazionali o fiscali.

È improbabile che il governo manterrà queste proposte estreme. Ma l'argomento è sul "tappeto".

Particolarmente mirato, il regime fiscale dei Residenti Non Abitanti (RNH) creato nel 2009 in Portogallo con l'obiettivo di attrarre esuli portoghesi con alti redditi. Con l'Europa e l'uguaglianza tra tutti i suoi cittadini, molti cittadini dei 27 paesi si sono trasferiti in Portogallo, che ora ha in aggiunta al suo clima mite di tassazione vantaggiosa.

Nonostante il fatto che la maggior parte degli argomenti riguardasse la democrazia, il sistema fiscale francese prevalse negli incontri pubblici e gran parte dei due milioni di proposte fatte dai francesi e trasmesse da Internet trattano questo argomento.

Il governo sta aspettando. In effetti, i procedimenti in seno al Conseil d'Etat (2015-2018) hanno dato in primo grado un risultato preoccupante dal momento che questo tribunale amministrativo supremo ritiene che in assenza di tassazione nel nuovo paese di residenza, il tesoro pubblico francese sarebbe competente per riscuotere l'imposta secondo la scala francese.

Quali saranno le proposte selezionate dal governo?
Quali saranno le reazioni degli stati interessati?

Le prossime settimane, in Francia, saranno dedicate alle proposte risultanti dal Grande Dibattito che il governo rivelerà durante gli interventi prima delle elezioni europee.

Buongiorno a Tutti e a Sbertan,
se questa la linea coinvolgendo non solo l'Europa ma anche L'Africa, Marocco, Tunisia etc...  , ebbene ci sarebbe da attendersi delle sorprese, anche GROSSE.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso
PS.si può forse sperare che non abbiano effetti retroattivi.

alfredo luigi caruso :

Buongiorno a Tutti e a Sbertan,
se questa la linea coinvolgendo non solo l'Europa ma anche L'Africa, Marocco, Tunisia etc...  , ebbene ci sarebbe da attendersi delle sorprese, anche GROSSE.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso
PS.si può forse sperare che non abbiano effetti retroattivi.

Va beh dai, io spero che se anche retroattivo, non sia applicato almeno agli iscritti Expat. )))

Buongiorno Luigi,
infatti é  quello che intendevo.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

:/   :o
:unsure  :D

Buongiorno Luigi,
Intendevo che i già RNH siano esclusi in caso di variazioni fiscali da parte italiana che portoghese.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

A tal proposito avevo partecipato ad una riunione di RNH francesi e pare Che il governo francese possa applicare la retroattivita' di tre anni.

Buongiorno Navigatrice, spero tutto OK.
Qualora passasse in francia ci vorrà pochissimo affinché gli altri stati scimiottino.
Il guaio é che per alcuni paesi anche lo scimmiottare non é cosa facile e quindi ci sarebbe da aspettarsi delle spiacevoli "sorprese".
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Tutto ok grazie e mi auguro anche per te.
Non ci resta Che aspettare gli eventi e poi prendere decisioni.
Un abbraccio

Questa sarebbe davvero un'amara sorpresa...proprio nell'anno del mio pensionamento e contestuale migrazione in Algarve.
Ad agosto e settembre sono da quelle parti proprio per cercare casa e avviare tutte le pratiche di trasferimento.
Senza dubbio sarà da tenere presente questo rischio...  :mad:

+++  16.05.2019  NEWS IMPORTANTE +++

expresso.pt/economia/2019-05-16-Portugal-e-Suecia-assinam-novo-acordo.-E-o-inicio-do-fim-do-eldorado-fiscal-para-os-reformados-suecos#gs.bq6cqz

(copia / incolla nel browser)

Se  non ho  capito male  .....

Firmata a Bruxelles   tra SVEZIA e Portugal  la nuova Convenzione per NON   :sosad:
Evitare le Doppie imposizioni  (per pensioni).


Il PT ha tempo 3 anni per imporre una tassazione , analogamente all'accordo con FINLANDIA ... non ancora ratificato.

Trascorso detto tempo SVEZIA tasserà all'origine.

SBERTAN :

+++  16.05.2019  NEWS IMPORTANTE +++

expresso.pt/economia/2019-05-16-Portugal-e-Suecia-assinam-novo-acordo.-E-o-inicio-do-fim-do-eldorado-fiscal-para-os-reformados-suecos#gs.bq6cqz

(copia / incolla nel browser)

Se  non ho  capito male  .....

Firmata a Bruxelles   tra SVEZIA e Portugal  la nuova Convenzione per NON   :sosad:
Evitare le Doppie imposizioni  (per pensioni).


Il PT ha tempo 3 anni per imporre una tassazione , analogamente all'accordo con FINLANDIA ... non ancora ratificato.

Trascorso detto tempo SVEZIA tasserà all'origine.

Sinceramente se tassassero un poco potrebbe essere anche un fatto positivo. Stop alle illazioni italiane e straniere sui benefici,  il mercato Portoghese immobiliare potrebbe segnare un po’ di buon senso in più. È un buon numero di pensionati farebbero bene i conti prima di trasferirsi. Comunque io sono sempre dell’idea che dal lato Italia non si prenderà nessuna iniziativa, perché i politici hanno poco da guadagnare  e qualcosa da perdere. Luigi

E credo anche che il Portogallo avrà un prezzo da pagare quando sarà finito il periodo dei 10 anni di esenzione ( o semi), perché nel frattempo i prezzi saranno aumentati e anche i salari ( e quindi i costi per il paese/stato). A quel punto ,tra gli expat, chi non vorrà pagare le tasse (salate ) del Portogallo , tornerà a casa ( risparmiando sui doppi costi ,in molti casi : doppia casa, doppie utenze, viaggi). Luigi

luited :

E credo anche che il Portogallo avrà un prezzo da pagare quando sarà finito il periodo dei 10 anni di esenzione ( o semi), perché nel frattempo i prezzi saranno aumentati e anche i salari ( e quindi i costi per il paese/stato). A quel punto ,tra gli expat, chi non vorrà pagare le tasse (salate ) del Portogallo , tornerà a casa ( risparmiando sui doppi costi ,in molti casi : doppia casa, doppie utenze, viaggi). Luigi

Difatti quando si "rampa" in salita ... si scala la marcia ... e  si prosegue comunque ma a velocità inferiore.

Sostengo da sempre che serva  "calmierare" il mercato del   pensionificio Portoghese.

Hanno già perso  Finlandesi e gli Svedesi ..... fosse  mai che rischino di perdersi anche i Franzosen ??
Una tassina ... tanto per gradire .... lato PT .. così si evita tutto.

Prima e dopo i pasti .... per una migliore continuazione

“Hanno già perso  Finlandesi e gli Svedesi ..... fosse  mai che rischino di perdersi anche i Franzosen ??
Una tassina ... tanto per gradire .... lato PT ..”
Stefano , forse per i nordici ci potrebbe essere ancora un vantaggio, se il confronto è con  le tasse dei loro paesi ( ma anche relativi servizi). Il problema si pone per gli europei del centro sud che avrebbero tasse equivalenti al loro paese e costi doppi, perché difficilmente lasceranno completamente il luogo di provenienza. Luigi

Il problema ce l'avremo in ogni caso e ad ogni modo, chi di piu', chi di meno, alla prossima recessione (mondiale) . Eppoi addio (o a stenti).... alle valute non rispaldate dall'oro.
Mi sono ora comperata casa (con prezzo "stratosferico" -  leggasi :"esagerato assai",  causa alta domanda in zona e poco di offerta rimasta a disposizione- perché ... a meno di altro tipo di cataclismo... mi regga almeno quella, seppoi già ci sarà crollo finanziario.
Come? Che sono pessimista? Ebbene no; realista e pratica. E restando informata....
(Ma ci vorrebbe almeno una scorta di argento (fisico) nascosta bene, per poi avere qualcosa a mo' di pagamento per un po', finché si stabilisse poi un nuovo sistema...:  Tutto sta per cambiare e con poi a morte anche lo SWIFT )  :D

(Aggiungo... Che chi ha o può comperarsi un terreno, farebbe benone....Questo per poi avere, durante un periodo di "scarsa circolazione di...approvigionamenti" qualche po' di verdura e frutta in proprio e....seppoi con acqua da un bel pozzo, meglio !!!
Certo che ci vogliono braccia a disposizione... E così si ritroverebbero davvero bene occupati certi disoccupati in pianta stabile, mhh,  specie i figliolini di papà... "Amore, hai fame? Eccoti dapprima la zappa .... ).
:whistle:

Caspita! Che visione pessimistica del futuro!

Io invece azzardo, fra poco andrò in pensione e voglio lasciare questo paese che mi toglie anche l'aria che respiro.
Lasciando tutto e non avendo proprietà italiane, non credo proprio che mi costerebbe di più vivere (e bene) in PT....anche con la tassina tanto auspicata! :)

Hai pienamente ragione e qui , credimi si sta molto bene! Lascia gufare i gufi!!

albertoghu :

Hai pienamente ragione e qui , credimi si sta molto bene! Lascia gufare i gufi!!

Ehilà ... il titolo della discussione NON è da Gufi e le notizie sono reali.

Si tratta di essere realisti.

Molti prendono spunto da queste pagine per  informarsi  prima del trasferimento,  come   (ricordo) facesti anche tu a suo tempo.

Non per tutti potrebbe essere conveniente il trasferimento in presenza di una tassazione.

La forbice si ridurrebbe ....  quindi è bene  INFORMARE  ed ESSERE INFORMATI.

Tanto per capirci ... Ok ?

biancor

Si muore piu' di disillusioni che di spassionato realismo ...  (Ossia che morir si muore in ogni caso, ma morire causa brusco risveglio e' morire troppe volte ... e questo... è davvero troppo  :sosad::D

Non mi riferivo certo a te !  Tu sei sempre stato molto preciso e corretto nelle informazioni che dai e che sono sicuramente preziose e lo sono state anche per me, a suo tempo. Poi , ci sono i gufi......di cui parlavo.

Ciao, chiedo a chi risiede in PT e ha già dichiarato redditi:
Avendo proprietà all'estero (quindi in Italia, Francia, ecc.), è obbligato a dichiararli in PT e deve pagarci una tassa oppure ne è esonerato (visto che si pagano le tasse fondiarie nel paese d'origine)?
Grazie

Buongiorno a Tutti e a Biancor,
per diretta esperienza,  riferito all'Italia,  per proprietà e/o altro, dichiaro e pago le imposte solo in italia.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

biancor :

Ciao, chiedo a chi risiede in PT e ha già dichiarato redditi:
Avendo proprietà all'estero (quindi in Italia, Francia, ecc.), è obbligato a dichiararli in PT e deve pagarci una tassa oppure ne è esonerato (visto che si pagano le tasse fondiarie nel paese d'origine)?
Grazie

Salve, il materiale che è stato fin ora discusso in merito alla questione è disponibile cliccando su: Fai una ricerca su expat.com inserendo il testo dichiarazione redditi nella barra di ricerca per argomento.

Grazie

Per favore sapete se é possibile correggere un IRS giá sottomesso alla AT? fino a che data si púo correggere quello dell'anno 2018 (che si compila nel 2019)?
Mille grazie

Quest'anno il termine per consegnare la dichiarazione è il 30 giugno.
Fino ad allora puoi rifare la dichiarazione quante volte vuoi senza penali. Dopo questa data valgono le seguenti regole:

Os prazos de envio da declaração de substituição são os que estão previstos no artigo 59.º do Código de Procedimento e de Processo Tributário (CPPT), a saber:

Até 30 dias depois de ter terminado o prazo de entrega, seja qual for a situação da declaração a substituir;
Até ao termo do prazo legal de reclamação graciosa ou impugnação judicial do ato de liquidação, para a correcção de erros ou omissões imputáveis aos contribuintes de que resulte imposto de montante inferior ao liquidado com base na declaração apresentada;
Até 60 dias antes do termo do prazo de caducidade da declaração anual de rendimentos (quatro anos), para a correcção de erros imputáveis aos contribuintes de que resulte imposto superior ao anteriormente liquidado.

Per tutti .......

in questa pagina  STATE ANDANDO FUORI TEMA ....

La discussione  (come tutte)   è    "mirata"     ed il  titolo  è :

RNH tassazione 5-10 % da 2018 per nuovi ingressi

....  richieste per temi differenti  sono da  gestire  altrove.

Mille grazie mormon.

Ok SBERTAN, per la prossima domanda sul IRS apriró una entrata a parte.
Saluti

Per la gentile Francesca:
Mi riferisco ad una Sua risposta ad un altro utente, nella quale Lei cita testualmente:
Salve, il materiale che è stato fin ora discusso in merito alla questione è disponibile cliccando su: Fai una ricerca su expat.com inserendo il testo dichiarazione redditi nella barra di ricerca per argomento.
Ho provato più volte, ma appena inserisco le prime lettere del testo  "dichiarazione redditi" appare subito la risposta "No results found", anche facendo la ricerca "su tutto il sito".
Cosa posso fare?
Grazie

ciao Caravaggio , fatto prova adesso , mi apre diverse discussioni sui redditi . Saluti

Confermo, ricerca usando la lente in alto a destra ..

Nuova discussione