Intervista: Francesca Romana a Vienna

Ciao a tutti!  :)

Con piacere metto a disposizione del forum la testimonianza di Francesca Romana.
Nata e cresciuta in Puglia e laureata in Comunicazione Internazionale, Francesca Romana vive a Vienna dal 2009 dove si occupa di marketing e pubbliche relazioni per un'enoteca di vini italiani.
Dal 2013 è anche una food & wine blogger e la potete seguire nel blog "Vino Servus".
Il suo sogno nel cassetto è quello di diventare imprenditrice agricola.

Vi riporto un estratto della sua intervista:

Quali sono i motivi principali per cui hai deciso di andare a vivere in Austria?

Dopo l'Erasmus in Germania ero rientrata per terminare gli studi con un'idea abbastanza chiara.
Alla domanda "cosa vuoi fare da grande" io rispondevo "l'Italiana all'Estero".
A Vienna ci sono finita per caso: ho partecipato alle selezioni del programma Leonardo e sono stata chiamata per un tirocinio all'università di economia, la Wirtschaftsuniversität, dove ho lavorato per quattro mesi e co-organizzato una conferenza scientifica.

Quanto è importante parlare il tedesco per vivere e lavorare in Austria?

Dipendere dal settore nel quale si vuole lavorare.
Se sei laureata in lingue straniere e conosci almeno l'inglese e l'italiano, puoi aspirare a una carriera internazionale o che quantomeno di mediazione fra Austria e Italia.
Se si vuole lavorare nella comunicazione e nel marketing (come nel mio caso) la conoscenza del tedesco è più che essenziale, il livello deve essere molto alto (C1-C2).
Aggiungo che molto spesso si è penalizzati se non si è madrelingua.
In generale è importante avere almeno un livello linguistico B1-B2 per comunicare e lavorare.

Cosa ne pensi della qualità dei servizi a Vienna?


Oltre ad essere interessante culturalmente, da germanista, ritengo che Vienna sia molto interessante anche dal punto di vista linguistico.
Il motivo principale per il quale ho deciso di restare però sono anche i servizi che la città offre. Ci sono sussidi per chi decide di continuare a formarsi durante il lavoro (buoni dell'Arbeiterkammer, camera dei lavoratori), la possibilità di prendersi un periodo di sussidio allo studio (solo per i residenti a Vienna, Bildungskarenz, un periodo di congedo temporaneo dal lavoro per studiare, o scrivere la tesi).
Un sistema sanitario funzionale, una qualità del servizio pubblico molto alta che permette di viaggiare in tutta Vienna in possesso di abbonamento con un EURO al giorno (con metropolitana che circola tutta la notte nel weekend).

Continua a leggere l'intervista : https://www.expat.com/it/intervista

Clicca qui per leggere tutte le altre Interviste agli espatriati e condividile sui social networks, trovi le icone dedicate nella pagina di ogni intervista.

Se sei un espatriato e vuoi partecipare all’intervista, contattami ora!

Saluti,

Francesca

Nuova discussione