Intervista: Silvio in Kuwait

Ciao a tutti!  :)

Con piacere metto a disposizione del forum la testimonianza di Silvio che vive a Salmiya da qualche mese e lavora per conto di una società italiana.

Vi riporto un estratto della sua intervista:

Di cosa ti occupi a Salmiya?

Lavoro per una società italiana che ha venduto un radar all'aeroporto internazionale del Kuwait; io mi occupo di assistenza della parte software del radar.

È stato facile ottenere un permesso di lavoro? Potresti darci qualche informazione basata sulla tua esperienza?

Un'azienda straniera, per poter lavorare in Kuwait ha bisogno di uno "sponsor", ossia di una ditta del posto che fa da interfaccia con il cliente Kuwaitino.
Nel mio caso, la società italiana ha uno sponsor che si occupa di tutta la parte burocratica. Sono arrivato con un "visto commerciale" (di 1 mese) che mi era stato spedito prima della partenza. In realtà ci sono anche altri tipi di "visti"; c'è quello turistico che dura 3 mesi e quello di lavoro che dura 2 mesi. Questo vuol dire che prima della scadenza del visto (1 mese per quello commerciale, 2 per quello di lavoro e 3 per quello turistico), bisogna uscire dal Kuwait. Per i primi 3 mesi, alla scadenza del visto, sono uscito dal Kuwait e rientrato successivamente con un nuovo visto (fornitomi sempre dallo sponsor).
Nel mio caso il tipo di visto è stato deciso dal cliente Kuwaitino, perché per poter avere il permesso ad entrare nella zona riservata dell'aeroporto, non potevo avere un visto turistico. Per questa "rigida regola" e per il fatto che per i primi 3 mesi ero "in prova", ogni mese sono dovuto uscire dal Kuwait e rientrarci successivamente. Ottenere il visto d'entrata, per me non è stato un grande problema.

Il mercato del lavoro locale è aperto agli stranieri? Quali sono i settori trainanti?


Qui ci sono molti palazzi e strade in costruzione ma vedo che la maggior parte delle maestranze è di origine asiatica. Per il resto non saprei dire, perché io sono stato "catapultato" qui e non conosco ancora bene se ci sono settori trainanti; da quello che vedo, sicuramente il settore delle costruzioni è in fermento.

Continua a leggere l'intervista : https://www.expat.com/it/intervista/381 … uwait.html


Clicca qui per leggere tutte le altre Interviste agli espatriati e condividile sui social networks, trovi le icone dedicate in fondo alla pagina di ogni intervista!


Saluti,

Francesca

Nuova discussione