Presentazione

La mia avventura in Albania inizia nel 2006, quando inseguendo una delle mie tante passioni, invitato da un gruppo di amici conosciuti in rete, mi recai per seguire una gara off road: Il Rally d’Albania.
Partito carico di tutti i pregiudizi che un italiano, soprattutto se è di Bari, può avere sull’Albania e sugli albanesi, appena la nave fece il suo ingresso nel porto di Durazzo, dovetti ricredermi.
La modernità delle costruzioni e del lungomare, abbatterono il primo ostacolo.
Una volta sceso e saggiata l’accoglienza e l’ospitalità riservata soprattutto a noi cittadini italiani, fu amore a prima vista.
Da allora ho continuato a frequentare l’Albania sempre per la passione per il fuoristrada, percorrendola in lungo e in largo e rinforzando la convinzione che è una terra bellissima e ospitale.
Una natura a tratti incontaminata e selvaggia, un popolo che ha nell’ospitalità uno dei suoi valori fondamentali e una grande facilitazione per noi italiani: quasi tutti parlano italiano…
In uno dei miei tanti viaggi come guida di gruppi di offroader, da uno di questi sono stato invitato ad occuparmi dell’internazionalizzazione della sua impresa in Albania.
Ho incominciato cosi, a occuparmi di quello di cui mi occupo in italia da circa 20 anni (consulenza organizzativa alle imprese) per questa azienda in Albania.
Ho lavorato per circa tre anni all’insediamento produttivo, lo sviluppo commerciale e il management di questa azienda e poi, terminato il mio incarico di consulente, ho aperto a tirana un ufficio di consulenza alle imprese.
Seguo sia imprese italiane che cercano nuovi sbocchi nei balcani sia produttivi che commerciali, che imprese albanesi che vogliono instaurare rapporti con aziende europee.

Ciao Roberto,

grazie per averci parlato un po' di te e della tua esperienza in Albania  :)

Un saluto,

Francesca

Nuova discussione