Close

Fabio a Ho Chi Minh verso una "prospettiva di futuro migliore"

Mi piace

Fabio si reca in Vietnam per la mia prima volta nel 2014 per motivi di lavoro. Si trasferisce in maniera definitiva all'inizio di quest'anno scegliendo come base la città di Ho Chi Minh.

Fabio a Ho Chi Minh verso una "prospettiva di futuro migliore"

Salve Fabio, grazie per dedicarci un po' del tuo tempo... ci racconti da dove nasce la scelta di trasferimento in Vietnam?

In Italia lavoravo per un'azienda che produce macchine per la lavorazione del cioccolato e del caffe'.
Nel mese di Marzo 2014 decidiamo di partecipare ad una fiera e quindi organizzo tutto, mi informo, valuto pregi e difetti, faccio un business plan sui pro ed i contro con l'intento di aprire una filiale od un ufficio distaccato in modo che io possa a lavorare nel Sud-Est asiatico per conto loro.
Dopo 4 mesi torno in Vietnam per incontrare alcuni clienti che vogliono comprare le nostre macchine e successivamente ritorno dopo 3 mesi restandoci per 2 consecutivi questa volta.
Inizia cosi la prima avventura lunga in questo paese...

E come sono procedute le cose?

A fine del 2014 rientro in Italia per 2 mesi e a Febbraio 2015 mi trasferisco definitivamente qui in Vietnam perchè entusiasta delle persone, delle possibilità che ci sono e saranno qui e per una prospettiva di futuro migliore.
Lascio l'azienda con cui lavoravo in Italia e inizio a lavorare come International Sales Manager in una piccola azienda locale...purtroppo troppo piccola e dopo 3 mesi, per mancanza di fondi, mi lasciano a casa.
Al momento sono disoccupato ed in cerca di un lavoro. Ho un ossigeno di 2 mesi, dopodichè se non dovessi trovare un lavoro, non saprei come fare. Ne approfitto per chiedervi se mi potete dare una mano in questo caso.

Quale fu, se c'è stato, l'aspetto più difficile da sormontare legato al trasferimento dall'Italia in Vietnam?

Nessuno, sono sempre stato uno che non si ferma davanti a niente e cerca sempre di migliorare la propria vita.

Cosa ne pensi del livello di sicurezza a Ho Chi Minh City? Qual'è il tasso di criminalità, Si può uscire tranquillamente da soli di giorno come di notte? Ci sono delle precauzioni da prendere?

Ci sono poliziotti ovunque che si prendono cura di te...vero è che se non conosci le strade tutto puo' accadere come in qualsiasi grande città.

In base alla tua esperienza, ci potresti parlare dei pro e dei contro legati alla vita in questo Paese?

Per quel che concerne i contro, pensavo fosse più facile trovare un lavoro dopo aver perso quello precedente, credevo che le figure professionali estere fossero più richieste.
In riferimento ai pro, tutto è un pro: dalla vita, al costo della vita, alle persone che sono accoglienti (certo non tutte, ma tutto il mondo è paese), importante sono il rispetto e la fiducia.

Quali sono i settori trainanti dell'economia del paese?

I settori sono ristorazione, prodotti di primo livello come tessuti, legno, materie prime in genere...poi tutto quello che è fatto in Italia (Made in Italy) è apprezzato al 100% quindi se qualcuno e' un artigiano, qui ha possibilita' ma deve avere una base economica per sopravvivere i primi tempi.
Altri settori sono il fashion, le costruzioni, le infrastrutture e lo sviluppo in genere di una città. Tutto insomma, siamo nell'Italia anni 70/80 nel pieno boom economico... se hai dei finanziamenti e vuoi investire qui, le porte sono aperte.

I Vietnamiti ed il rapporto con gli Occidentali: com'è lavorare e vivere con loro?

Quando lavori qui sei molto apprezzato, sono molto credenti e superstiziosi quindi se per qualche ragione astrale non sei compatibile non fai più parte delle persone per le quali impazziscono ma se lo sei, ti trattano come una divinità.

Mettersi alla guida in Vietnam: quali sono le caratteristiche del modo di guidare locale?

Qui tutto e' permesso fino a che la polizia non decide di punirti. Devi avere mille occhi anche dove non pensi che possa arrivare qualcuno, perchè qui motorini ce ne sono a migliaia ed ognuno arriva da qualsiasi parte, contromano, marciapiede... Per chi si reca nel paese per la prima volta, sicuramente la parola che riassume tutti quelli che hanno provato a guidare e' scioccato.
Migliaia di motorini che si muovono come uno stormo di uccelli tutti apparentemente caotici se visti da un taxi e sorprendentemente precisi se visti in sella ad uno scooter.
La prima volta che ho provato l'emozione di guidare tra di loro ho avuto qualche timore, ma dopo qualche giorno non fai altro che adeguarti al loro modo di fare e li ti accorgi che puoi guidare tranquillamente.
Parlando invece delle norme... apparentemente non ne rispettano neanche una, quindi chi guida deve aspettarsi motorini provenienti da tutte le parti, marciapiedi compresi. Non ci sono precedenze se non l'unica che vale è questa: "Piu' grande sei e prima passi". Camion, bus, macchine, moto, pedoni, divieti di sosta, sensi unici, divieti in generale, non sono rispettati quindi come detto tutti possono fare tutto...tranne quando vieni beccato dalla polizia locale in vena di fare qualche soldo, in quel caso anche qui non interessa se hai la licenza, tu tiri fuori il soldo che varia dall'umore del poliziotto e poi sei libero di andare...ma c'e' anche il poliziotto che vuole fare carriera e a quel punto ti sequestra il mezzo e poi andrai a ritirarlo sempre pagando.
Conclusione, se dove guidi hai qualche timore non provare a guidare in Vietnam ma prendi un taxi che hanno costi molto bassi o una moto/taxi.

Che opportunità di svago offre la città? Cosa si può fare nel tempo libero?

Dipende dal carattere di ognuno di noi, puoi fare di tutto: discoteca, bar, pub, camminare, roller blade, correre, yoga, spa, massaggi, cinema, centri commerciali, shopping, c'e praticamente tutto!

Per concludere, hai qualche suggerimento da dare ai nuovi arrivati a Ho Chi Minh o a chi sta per trasferirsi al fine di organizzarsi al meglio?

Ci vuole una buona base finanziaria ed è necessario programmarsi tutto per il periodo in cui si desidera restare qui.
Se si viene in Vietnam per lavoro: meglio è venire su invito di un'azienda con un visto business, senza di questo puoi iniziare a lavorare ma dopo sei costretto a tornare in Italia e fare i documenti nuovi, quindi è uno spreco di soldi.
Vacanza: sei avventuriero? decidi il tour che vuoi fare prendi informazioni e parti!
Sei sedentario? scegliti un hotel o resort e poi fai escursioni guidate in modo da capire come funziona il tutto qui.

Mi piace
chiavetta Utente attivo
Utente da 15 Novembre 2014
Vietnam
Scrivi un commento

Blog del mese

Expat.com
Una Romana a New York

New York: che sia una vacanza o un trasferimento, sul mio blog troverete tante informazioni utili per vivere al meglio la vostra esperienza in questa città magica.

Leggi

Cerca informazioni per un espatrio di successo

O