Aggiornato 5 mesi fa

Il visto temporaneo sottoclasse 457 per lavoratori specializzati è stato abolito il 1 Luglio 2017. Questa tipologia di permesso dava diritto ai lavoratori di soggiornare nel Paese per un periodo di 4 anni. E’ stato rimpiazzato dal TSS ossia Temporary Skill Shortage.

Il Governo ha recentemente apportato delle modifiche di legge per quel che riguarda i permessi di lavoro per stranieri. I cambiamenti hanno lo scopo di assicurare un impiego agli Australiani ma allo stesso tempo mantengono le porte aperte ai profili qualificati in arrivo dall’estero.

Il visto TSS, la cui entrata in vigore è prevista per Marzo del 2018, permetterà alle aziende australiane di sponsorizzare lavoratori stranieri in possesso di qualità professionali non presenti sul mercato locale.
Per maggiori informazioni è consigliabile consultare il sito dell’Immigrazione.
Questo permesso ha validità di due anni, con possibile estensione fino a 4.
Il rinnovo è disponibile solo in determinate circostanze.
Per averne diritto devi ricevere un’offerta di lavoro da un’impresa australiana, avere un’esperienza di minimo due anni nel settore richiesto, avere meno di 45 anni ed essere in possesso di un’assicurazione sanitaria privata in quanto questo permesso non garantisce l’accesso al sistema sanitario nazionale.
Al momento della stesura di questo articolo, il costo del visto - a carico sia del futuro impiegato che del datore di lavoro - è in fase di definizione.

Tratti salienti del visto TSS

• rispetto al visto 457, l’elenco delle professioni che hanno diritto al visto TSS è inferiore
• i datori di lavoro sono tenuti a pagare degli stipendi in linea con il mercato australiano e devono soddisfare i requisti imposti dal TSMIT ( Temporary Skilled Migration Income Threshold) in modo che i lavoratori stranieri non siano assunti a rimpiazzo della forza lavoro locale
• il periodo di ammissibilità alla residenza permanente sarà esteso da due a tre anni
• i candidati devono essere sottoposti a controlli penali obbligatori
• il Dipartimento per l'immigrazione e la protezione delle frontiere raccoglierà dati fiscali (Tax File Numbers) e li confronterà con quelli in possesso dell'Agenzia delle entrate australiana
• capacità di un solo rinnovo del visto sotto il flusso a breve termine

I requisiti di idoneità per i visti professionali permanenti sponsorizzati dal datore di lavoro sono stati aggiornati e sono più severi per quel che concerne la conoscenza della lingua inglese.

• i richiedenti devono avere un'esperienza lavorativa di almeno tre anni
• i candidati devono avere meno di 45 anni al momento della domanda
• i candidati hanno l’obbligo di versare un contributo allo Skilling Australians Fund
• I datori di lavoro sono tenuti a pagare degli stipendi in linea con il mercato australiano e rispettare i requisti imposti dal TSMIT ( Temporary Skilled Migration Income Threshold)

Hanno diritto a concessioni speciali coloro che vivono e lavorano in aree regionali, a causa della carenza di posti di lavoro in zona con bassa densità abitativa.
Queste concessioni comprendono un accesso più rapido ai visti di residenza permanente, delle esenzioni sui requisiti inerenti all’età massima del candidato e l'esenzione dalle spese per il disbrigo della pratica.
L'elenco delle professioni che si qualificano per questo tipo di visto viene aggiornato ogni anno, quindi consulta il Dipartimento Immigrazione per una lista completa.

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.