Close

Trovare lavoro negli Stati Uniti

Raccomanda

Esistono diversi modi di trovare lavoro negli Stati Uniti. Non c’è bisogno di trovarsi nel paese per cercare impiego. Prima di iniziare però è importante familiarizzare con le procedure che regolano le assunzioni.

 Importante: Per poter lavorare negli Stati Uniti è necessario essere in possesso di un visto (work visa). Il futuro datore di lavoro deve sponsorizzare il visto, pagare la quota associata ed avviare la procedura. Se fai domanda per un visto di tipo H1B, tieni presente che la domanda si può inoltrare a partire dal 1 Aprile di ogni anno. Siccome la richiesta è ampia ed il numero di questo tipo di permessi è limitato (di solito si esauriscono nel giro di poche ore) accertati di avere tutti i documenti necessari a portata al momento dell’invio della candidatura. Se il visto H1B viene approvato, puoi iniziare a lavorare nell’Ottobre dello stesso anno. Le università e le associazioni no-profit sono esenti dal vincolo del numero limitato di permessi.

I modi per cercare lavoro sono svariati, dai siti dedicati online, alle agenzie di reclutamento, ai social network professionali. Seguono delle informazioni per aiutarti ad orientare le ricerche.

Internet e motori di ricerca per il lavoro

Internet è probabilmente lo strumento di ricerca più utilizzato. Molte aziende utilizzano siti come Linkedin e Indeed per elencare le posizioni disponibili. E’ buona norma anche consultare il sito della compagnia presso cui vorresti lavorare e controllare se ci sono offerte di lavoro che corrispondono al tuo profilo professionale.

Agenzie di reclutamento

Le agenzie di reclutamento (anche conosciute come cacciatori di teste) abbinano potenziali talenti a posizioni altamente qualificate o specializzate. Questi reclutatori si muovono per lo più in settori specifici e sono retribuiti dal datore di lavoro, non dal candidato.

Networking

Il networking è uno dei modi migliori per iniziare una ricerca di lavoro. Sfrutta i tuoi rapporti professionali, partecipa a fiere e congressi attinenti al tuo settore e fatti conoscere. E’ un modo sicuro per aprirsi le porte a possibili offerte di impiego.

Agenzie di collocamento

Queste aziende forniscono, sotto compenso, un contratto di lavoro a tempo determinato. La commissione può essere a carico del datore di lavoro oppure essere prelevata come percentuale dallo stipendio dell’impiegato.

Curriculum (CV) e colloquio

Fai particolare attenzione alla stesura del curriculum (CV) e adattalo agli standard americani. Negli Stati Uniti, i curriculum sono di una pagina e seguono un modello standard che contiene informazioni personali, esperienza e qualifiche, istruzione, competenze.
E’ di fondamentale importanza che la qualifica professionale ed i titoli di studio siano tradotti nel corrispettivo americano.
Il curriculum deve essere corredato da una lettera di presentazione concisa e ben scritta che esprima il tuo interesse per quella posizione oltre a tue peculiarità che ti distinguono dalla massa. Dopo l’invio attendi qualche giorno (a seconda delle istruzioni inserite nell’offerta di lavoro) e fai seguire una mail o una telefonata per accertarti che la tua candidatura sia stata ben ricevuta.
Il passo successivo è quello del colloquio che si svolgerà sicuramente in lingua inglese.
Arriva all’appuntamento con qualche minuto di anticipo. La puntualità è un aspetto cruciale nel mondo del lavoro americano.
Dopo un breve momento dedicato alle presentazioni e convenevoli di rito, il colloquio entrerà subito nel vivo.
A conclusione fai seguire, dopo qualche ora o il giorno dopo, una mail di ringraziamento ed esprimi nuovamente il tuo interesse nei confronti della posizione e della compagnia.

Contratto di lavoro

Nel contratto di lavoro viene specificato lo stipendio mensile, la politica aziendale ed eventuali bonus concessi all’impiegato.
Non credere che questo documento ti dia garanzia di impiego permanente.
Ogni Stato ha delle leggi proprie che regolano l’impiego e la forza lavoro, e molti applicano il cosiddetto “at will employment”, che significa che il datore di lavoro può licenziare anche senza una vera ragione.
Anche l’impiegato può andarsene quando vuole, anche se di solito la maggior parte delle aziende richiede un preavviso di due o tre settimane.
Negli Stati Uniti non esiste alcuna legge che preveda una liquidazione o la cassa integrazione. E’ importante quindi informarsi bene quali leggi sul lavoro siano in vigore nello Stato in cui ci si trasferisce e controllare che garanzie offre l’azienda in caso di cessazione del rapporto lavorativo.

 Indirizzi utili:

Sito Ministero del Lavoro Americano
Visto H1B

Principali motori di ricerca lavoro:
Monster
Career Builder
Indeed

Agenzie di reclutamento:
Manpower USA
Elite Staffing

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.
Raccomanda
expat.com Your favourite team
Utente da 01 Giugno 2008
Small earth, Mauritius
Scrivi un commento

Vedi anche

Stai per trasferirti negli Stati Uniti e cerchi lavoro a Portland? In questo articolo trovi informazioni utili per aiutarti nella ricerca.
Stai per trasferirti negli Stati Uniti e cerchi lavoro a San Francisco? In questo articolo trovi informazioni utili per aiutarti nella ricerca.
Stai per trasferirti negli Stati Uniti e cerchi lavoro a Miami? In questo articolo trovi informazioni utili per aiutarti nella ricerca.
Stai per trasferirti negli Stati Uniti e cerchi lavoro a New York? In questo articolo trovi informazioni utili per aiutarti nella ricerca.