Scheda informativa Israele


Lo Stato di Israele è l’unica nazione ebraica contemporanea. E’ stato fondato nel 1948 per fornire agli Ebrei un rifugio sicuro dove potersi riunire ed esprimere liberamente il loro credo religioso e stile di vita, al riparo dalle ondate di persecuzioni antisemite che hanno afflitto il 20°secolo.

Pilastro di racconti biblici e culla di giudaismo e cristianesimo, fu di volta in volta dominio dell’Impero Romano, di quello Bizantino, del Califfato Islamico e dell’Impero Ottomano.

Gerusalemme è la città principale che è stata oggetto di contese incessanti, intensificatesi ai tempi delle Crociate e ad oggi non ancora risolte, poiché persistono ancora controversie sulla proprietà di parte del territorio, in particolare della Cisgiordania che include la parte est di Gerusalemme e la striscia di Gaza. Lo stato ebraico mantiene oggi una pace precaria segnata da continue tensioni e occasionali episodi di violenza.

Israele si trova in Medio Oriente, all’estremità orientale del mar Mediterraneo. Confina con Paesi a maggioranza musulmana, vale a dire Libano, Siria, Giordania ed Egitto. Tra le principali città troviamo Tel Aviv, Haifa e Gerusalemme, quest’ultima sede del governo e proclamata capitale. Sebbene relativamente piccola, con una superficie di circa 20,770 km2, questa nazione è geograficamente varia: le aree costiere che si affacciano al Mar Mediterraneo sono costituite da pianure sabbiose, in contrasto con le regioni collinari settentrionali e centrali, che culminano con le montagne della Galilea, mentre metà della parte meridionale del Paese è formata dall’arido deserto del Negev.

La nazione gode di due stagioni distinte: inverni abbastanza freddi e piovosi da ottobre fino ad aprile ed estati calde e secche da maggio a settembre, spesso caratterizzate da insufficienza d’acqua. La topografia porta ad avere disparità di temperature consistenti: mentre le zone costiere più umide e miti segnano una media di 16°C in gennaio e 29°C in agosto, le temperature nel deserto del Negev possono salire fino a 46° durante l’estate.

Israele è una repubblica democratica parlamentare gestita da un governo guidato da un Primo Ministro (Benyamin Netanyahu lo è stato dal 2009 e dal 2017). Il Presidente è ufficialmente il capo dello stato e detiene un ruolo principalmente cerimoniale. Il Parlamento israeliano è conosciuto come Knesset.

Nonostante le scarse risorse naturali e un mercato interno piuttosto limitato, questa nazione è diventata una forte potenza economica, con un PIL vicino a 300 miliardi di dollari nel 2015. Il paese ha raggiunto l’integrazione nei mercati mondiali grazie alla sua eccellente esperienza in tecnologie avanzate e industrie basate sulla scienza, ed è un esportatore di software di alta tecnologia e prodotti elettronici. Tutto ciò viene consolidato e fortificato dal fatto che esiste una forza lavoro altamente qualificata, grazie ai massicci investimenti nazionali nel campo dell’istruzione nonché da un continuo afflusso di immigrati occidentali altamente specializzati.

Il turismo è un altro dei pilastri dell’economia. Innumerevoli visitatori sono infatti attratti ogni anno da monumenti come il Muro del Pianto e la Cupola della Roccia, considerati ricchezza storica e religiosa del paese.

Gli ebrei rappresentano circa l’80% della popolazione, la maggior parte dei restanti sono arabi palestinesi. Per questo motivo coesistono due lingue ufficiali, l’ebraico e l’arabo