Scheda informativa Svezia


La superficie della Svezia è di 438.576 km²; è divisa in 2 regioni, 21 contee e 289 città.

Sebbene il paese sia entrato a far parte dell’Unione Europea dal 1 gennaio 1995, a seguito di un referendum il Regno Svedese ha deciso di mantenere la sua valuta nazionale (SEK). Questo paese, come altri 24, fa parte anche della Zona Schengen.

Stoccolma, soprannominata la “Venezia del Nord”, è la capitale, nota anche per essere la città più densamente popolata del paese con circa 897.000 abitanti, mentre la popolazione totale è stimata intorno ai 10 milioni, dei quali la maggior parte vive nella parte meridionale della nazione.

Il paese è membro dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, del Consiglio Nordico, del Consiglio Europeo, dell’Organizzazione Mondiale del Commercio e dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE).

La Svezia, oltre ad essere una democrazia parlamentare, è anche una monarchia costituzionale. Il monarca, re Carlo XVI Gustaf, è il capo dello stato dal settembre 1973. Stefan Löfven, invece, è il primo ministro dall’ottobre 2014.

Secondo il Global Competitiveness Report pubblicato dal World Economic Forum alcuni anni fa, la Svezia si posiziona al quarto posto tra le economie più competitive del mondo. Ad aprile 2015 il tasso di disoccupazione era pari al 7,8%. Con la sua economia mista, trainata principalmente dal mercato delle esportazioni, la Svezia è l’undicesimo paese più ricco del mondo in termini di PIL pro capite.

E’ specializzata nella produzione di legname, energia idroelettrica, minerale di ferro e nei settori delle telecomunicazioni, industrie farmaceutiche, costruzioni automobilistiche, nonché ricerca e sviluppo. Alcune delle società più redditizie che operano nel paese sono Volvo, Ericsson, Vattenfall, Skanska, Sony Ericsson Mobile Communications AB, Svenska Cellulosa Aktiebolaget, Electrolux e Volvo Personvagnar. La Svezia ospita anche molte aziende private che contribuiscono attivamente alla sua economia.

Il paese è anche molto popolare in termini di qualità della vita, livello di istruzione, sicurezza e diritti civili, competitività economica, uguaglianza, prosperità e sviluppo umano.