Scheda informativa Romania


Nel corso degli ultimi anni gli espatriati di tutto il mondo hanno mostrato un certo interesse per la Romania, scegliendola come meta per il proprio trasferimento. In effetti questo Paese attira gli stranieri per varie ragioni, incluse le opportunità professionali. In seguito alla crisi economica mondiale, che ha comportato un’elevata perdita di posti di lavoro, molti cittadini europei sono andati a vivere in Romania e nella vicina Bulgaria, che sono riuscite a sopravvivere grazie alle loro economie diversificate.

Se si vuole provare a vivere in Romania, la chiave per trovare un lavoro sarà adattarsi all’ambiente e allo stile di vita locale; inoltre, la conoscenza del rumeno o di altre lingue latine faciliterà l’integrazione.

La Romania, soprannominata il paese del conte Dracula, si trova nella parte sud orientale dell’Europa ed è uno stato membro dell’Unione europea dal 2007. Si estende su una superficie di 238.391 km² e confina con Ungheria, Ucraina, Moldavia, Bulgaria e Serbia.

La capitale Bucarest è di per sé un dipartimento autonomo, mentre le altre grandi città sono Cluj, Timisoara, Constanta, Galati, Brasov e Sibiu. Secondo una stima del marzo 2017, la popolazione conta 19.237.582 abitanti.

La lingua più popolare è il rumeno, ma la maggior parte della gente parla anche altre lingue straniere come ungherese, russo, turco, greco, armeno, ucraino e bulgaro. L’inglese, invece, si sta diffondendo sempre di più, tanto che attualmente è diventato persino la prima lingua universitaria.

L’economia rumena si basa principalmente su servizi, industria e agricoltura. La maggior parte delle imprese locali si occupano di petrolio, gas, risorse naturali, oro, tessuti e altre materie prime, e proprio l’industria rappresenta il 35% del prodotto interno lordo (PIL) del paese, di cui circa il 20% è rappresentata da lavoratori rumeni.

La Romania gode di un clima continentale. Le temperature variano da un minimo di -5° in inverno a un massimo di 35°/40° in estate.