Close

Avviare un'attività nei Paesi Bassi

Raccomanda

I Paesi Bassi sono una destinazione ottimale per aprire un attività in proprio. Il Governo olandese ha da poco reso nota la volontà di far diventare questa nazione la capitale europea delle start-up fornendo sovvenzioni, visti speciali e altri mezzi per incoraggiare le aziende straniere a trasferirsi.

Tipologia delle imprese

La prima cosa da stabilire è il tipo di attività che si vuole intraprendere.
In una struttura aziendale non associata (liberi professionisti e partnership professionali) sei personalmente responsabile di debiti in cui potrebbe incorrere la tua attività. In una struttura aziendale incorporata, i tuoi beni personali rimangono separati dalle attività aziendali.
Esistono cinque tipi di imprese incorporate:

  • Besloten vennootschap (BV), società a responsabilità limitata
  • Naamloze vennootschap (NV), società per azioni
  • Stichting, che è una fondazione
  • Vereniging, associazione
  • Coôperatie, un collettivo

Per avviare una di queste attività devi recarvi da un notaio per la stipula di un contratto e la registrazione presso il Kamer van Koophandel (Camera di Commercio).

Se si sceglie di avviare un'attività non incorporata, non c'è bisogno di un notaio ma la si può registrare direttamente presso il KvK. Dopo aver compilato il modulo di registrazione è possibile prendere appuntamento presso una delle sedi locali del KvK. Ti sarà chiesto il pagamento di una tassa e la presentazione di un documento d’indentità unitamente a qualsiasi altro documento relativo all’attività (ad esempio il contratto d’affitto dell’ufficio…).

Tasse

Quando si avvia un'attività è necessario registrarsi presso il Belastingdienst, l'agenzia delle entrare, per il pagamento delle tasse.
Ti viene assegnato un numero BSN attraverso il quale registrare le tasse BTW incassate/pagate ogni trimestre.
Come regola generale, si fa una somma del BTW incassato (in genere il 21%, ma dipende dal tipo di attività che si possiede) a cui si sottrae l'importo del BTW pagato per forniture per l’ufficio e altre spese legate all’attività.
La risultante è l'importo delle tasse che dovete allo Stato ogni tre mesi, o l'importo delle tasse che il Belastingdienst ti deve.
Per quel che riguarda le imposte sul reddito, è meglio avvalersi dei servizi di un commercialista. Se hai dipendenti, sappi che dovrai anche dedurre la tassa sui salari (payroll tax) dal loro stipendio.
Ci potrebbero essere anche tasse relative allo status della tua attività (incorporata o non incorporata) da pagare.
Gli imprenditori hanno diritto a deduzioni, legate al profitto realizzato, che includono materiali e attrezzature, costi di trasporto e servizi pertinenti all’attività.

Assicurazione

A seconda del tipo di società che apri è importante stipulare un’assicurazione adeguata per essere coperto, ad esempio, nel caso in cui un cliente non riesca a pagarti, oppure per proteggere da virus e malware le apparecchiature elettroniche dell’ufficio.

 Indirizzi utili:

KVK - Camera di Commercio
NFIA - Agenzia per investimenti esteri
Ministero degli affari sociali e del lavoro
La tua Europa - Avviare un'impresa

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.
Raccomanda
expat.com Your favourite team
Utente da 01 Giugno 2008
Small earth, Mauritius
Scrivi un commento

Vedi anche

Utrecht è una città in crescita, i settori che offrono maggiori opportunità d'impiego agli espatriati sono quello sanitario e finanziario.
L'economia di Rotterdam gira intorno al suo porto, uno dei più grandi al mondo. Per trovare lavoro in città è fondamentale parlare l'olandese.
Ad Amsterdam, capitale dei Paesi bassi, hanno sede sia multinazionali che start-up che creano lavoro per un grande numero di professionisiti stranieri.
In Olanda trovate che le sedi di multinazionali e molte startup. La destinazione offre buone opportunità a profili stranieri qualificati.

Traslocare nei Paesi bassi

Consigli per preparare un trasloco nei Paesi bassi