Scheda informativa Finlandia


La Finlandia è una penisola situata nel Nord Europa tra la Scandinavia e la Russia e rappresenta una sorta di confine simbolico tra l’Europa nordoccidentale e quella nordorientale.

Sebbene sia stata popolata fin dall’età della Pietra è diventata una nazione indipendente solamente nel 1917, dopo una lunga occupazione da parte della Svezia - cominciata nel 12° secolo - e una dominazione dell’Impero Russo.

Queste differenti culture si sono intrecciate con il DNA della Finlandia sia per quanto riguarda il linguaggio che la religione: le lingue ufficiali sono il finlandese e lo svedese ed esiste tutt’oggi una chiesa ortodosso cristiana oltre a quella luterana, che è predominante. L’attuale forma di governo è una Repubblica Parlamentare.

A causa del clima molto rigido a nord, la maggior parte dei 5,4 milioni di finlandesi vive nella parte sud del paese.

Il fenomeno caratterizzante della Finlandia è sicuramente l’Aurora Boreale, visibile dalla Lapponia Finlandese per circa 200 su 365 notti all’anno, seguito dal Sole di Mezzanotte che nel circolo Polare Artico non tramonta per 70 giorni di fila.

La più importante risorsa naturale della Finlandia sono gli alberi. L’industria del legname è una delle più importanti sia a livello nazionale che mondiale.

Una grande fetta del PIL proviene dal settore dei servizi (66%); l’Agenzia Finlandese di finanziamento per la tecnologia ha fatto grandi passi avanti negli anni 80 e 90 per fare in modo che la Finlandia diventasse un paese che apprezza e comprende la tecnologia. Dopotutto questa è la patria di aziende come Nokia e Rovio (creatori del gioco di Angry Birds).

Prima della crisi finanziaria globale del 2009, la Finlandia era uno dei paesi dall’economia più performante all’interno dell’Unione Europea. Le banche e il mercato finanziario sono riusciti ad evitare il peggio, ma le esportazioni e la domanda interna sono state pesantemente colpite e ciò ha causato la recessione economica dal 2012 al 2014.

La ripresa è ricominciata nel 2015 attestando un tasso di disoccupazione del 8,8% nel 2016 (in notevole miglioramento rispetto al 9,4% del 2015).

La forza motrice per trovare una reale identità nazionale dopo la lunga occupazione da parte della Svezia e della Russia è stata una lotta costante per raggiungere tale obiettivo che prende forma attraverso arte e cultura.

Il teatro è davvero popolare in Finlandia! Un grande numero di persone infatti non solo recita ma va a vedere spettacoli teatrali. Alcuni di questi sono condotti interamente da attori amatoriali, altri vantano una presenza parziale di questi ultimi all’interno dei cast.

Fondato nel 1872, Il Teatro Nazionale Finlandese è il più importante della nazione mentre il punto di riferimento per l’opera è l’Opera Nazionale Finlandese a Helsinki.

Parlando di musica, il compositore e violinista Jean Sibelius è stato il colui che durante la prima metà del 20° secolo ha reso famosa la musica finlandese agli occhi del mondo. La sua figura è il simbolo musicale dell’identità nazionale. Oggi la Sibelius Academy a Helsinki è un centro di studio musicale rinomato a livello mondiale.

Ma le arti dello spettacolo non sono le uniche a rappresentare al meglio la cultura finlandese; anche la letteratura è molto importante e le biblioteche, di cui i finlandesi sono assidui frequentatori, sono considerate un’istituzione culturale.

Per quanto riguarda le arti visive la Finlandia si è sempre orientata verso un lavoro di tipo tridimensionale: la scultura è importante, fortemente astratta e sperimentale. L’architettura moderna nazionale è tra le più fantasiose ed emozionanti al mondo (uno dei primi architetti donna formati a livello mondiale era finlandese).

Il design, a partire dal periodo del dopoguerra, è stato una forza da non sottovalutare, principalmente grazie ad aziende come Marimekko, che ha permesso ad artisti di sviluppare le proprie idee e le proprie abilità.

Ultimi ma non meno importanti sono i festival, diventati parte integrante della vita culturale finlandese (alcuni di questi si tengono ogni anno ad Helsinki, Vaasa e Kaustinen) e i molti musei presenti nel territorio.