Aggiornato 7 mesi fa

Sia che vogliate fuggire insieme romanticamente al tramonto, o riunire i vostri cari su una spiaggia da sogno, la Tailandia può offrirvi una cerimonia da sogno. Potrete persino scambiarvi i voti in mongolfiera o sott’acqua – grazie alla ricca cultura tailandese e ai bellissimi scenari, le possibilità sono infinite.

Tuttavia, è importante essere a conoscenza degli aspetti legali e dei procedimenti nei quali verrete coinvolti a seconda che sposiate un cittadino tailandese o un altro straniero. Assicurarsi l’assistenza legale di un avvocato locale è probabilmente il modo più semplice per garantire che il vostro matrimonio sia legalmente riconosciuto in Tailandia e all’estero.

Siete idonei?

Per sposarsi in Tailandia, sia voi che il vostro partner dovrete soddisfare i seguenti criteri:
• Avere più di 17 anni.
• Essere capaci di intendere e di volere.
• Non avere nessun grado di parentela in comune.
• Essere nubili. Nel caso in cui uno dei due sia vedovo o divorziato, il matrimonio può avere luogo solo dopo 310 giorni dalla morte o dal divorzio del precedente coniuge, a meno che non ci siano dei figli.
• Arrivare il Tailandia almeno tre giorni prima del matrimonio.

Documenti richiesti

In quanto stranieri, dovrete preparare i seguenti documenti:
• Una copia del passaporto e il timbro di arrivo.
• Un affidavit dell’ambasciata che conferma il vostro attuale stato civile. Questo documento a volte viene chiamato anche Affirmation of Freedom to Marry (dichiarazione di libertà nel contrarre matrimonio). Tutte le dichiarazioni giurate devono essere tradotte in tailandese e certificate da un traduttore autorizzato del Ministero degli Esteri.

Registrare il matrimonio

In Tailandia, entrambe le parti devono accettare l’altra per far sì che il matrimonio venga ritenuto valido. Dovrete, poi, firmare il registro e anche il consenso su un certificato di matrimonio, oltre a dare una dichiarazione verbale alla presenza di almeno due testimoni.
Se uno di voi è tailandese, la domanda per registrare il matrimonio può essere presentata in qualsiasi ufficio distrettuale del paese e può essere fatto dalla coppia stessa o dal capo dell’ufficio di stato civile, se organizzato in anticipo; il costo è di 400 Baht. Se la donna è tailandese e cambia il suo cognome, le sarà richiesto di presentare una nuova carta di identità entro 60 giorni.

Se siete entrambi stranieri, dovrete presentarvi di persona con i passaporti presso la vostra ambasciata di origine in Tailandia. Vi verrà richiesto di completare le dichiarazioni che attestano che siete single e liberi di sposarvi secondo la legge tailandese, e un ufficiale consolare registrerà il matrimonio. Dovrete avere la dichiarazione compilata tradotta in tailandese, e dovrete quindi portare tutti i documenti richiesti, le traduzioni e le copie del passaporto alla divisione di legalizzazione del Dipartimento degli Affari Consolari perché venga firmata. Questo normalmente richiede due giorni.
Una volta portato a termine questo passaggio, i documenti e le traduzioni sono pronti per essere presentati al responsabile distrettuale, che registrerà il matrimonio e rilascerà il certificato di matrimonio in lingua thai.
È consigliabile lasciare che i documenti vengano elaborati a Bangkok per evitare stress, e questa è un’ottima scusa per visitare ulteriormente il paese.

Sposare un cittadino tailandese

Se siete stranieri e desiderate sposare un cittadino tailandese, potreste imparare velocemente in cosa consiste la dote in Tailandia, anche nota come sin sod, e profondamente radicato nella cultura. Dovrete negoziare con i genitori della vostra sposa, tenendo in conto che i prezzi delle doti sono molto alti e vanno da 100.000 a 1 milione di Baht. Tuttavia, la buona notizia è che di solito, come gesto simbolico, molti genitori scelgono di restituire i soldi agli sposi dopo il matrimonio, per aiutarli a iniziare la loro nuova vita insieme.

È importante notare che il matrimonio tra uno straniero e un cittadino tailandese non conferisce automaticamente allo straniero il diritto di permanenza illimitata in Tailandia. Nella migliore delle ipotesi rende lo straniero idoneo a richiedere un visto di matrimonio. È importante essere consapevoli anche del fatto che il matrimonio con un cittadino tailandese non autorizza uno straniero a possedere terreni in Tailandia. Se uno straniero compra un appezzamento di terra in congiunzione con il coniuge, è richiesto dalla legge di firmare un documento in cui si dichiara di non avere alcun diritto sulla proprietà e che tutti i fondi utilizzati per l’acquisto appartengono al coniuge tailandese.

 Indirizzo utile:

Registrazione di un matrimonio

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.