Scheda informativa Hong Kong


Hong Kong è una delle mete più ambite per chi desidera trasferirsi in Asia. Città cosmopolita, è il centro mondiale della finanza ed è ricca di opportunità professionali e commerciali. Ecco una panoramica del suo territorio.

Hong Kong è la più grande regione amministrativa della Cina nonché una delle sue città più prospere. Il nome significa letteralmente “porto profumato”, in tributo all’antico commercio di legno ed incenso. Ad oggi è uno dei centri per il commercio più importanti al mondo.

Si estende per 1,100 km² ed è suddivisa in 18 distretti politici e tre aree maggiori: Isola Sud (che ricopre solo il 10% del territorio con i suoi 80,68 km2 ma né è il cuore politico ed economico), Kowloon (ampia area residenziale di 46,94 km2 esattamente di fronte all’Isola Sud) e i Nuovi Territori (che comprendono principalmente parchi e montagne e ricoprono più del 80% della superficie totale del paese).

Come 5° area urbana della Cina, Hong Kong è uno dei territori più densamente popolati al mondo con oltre 7,37 milioni di persone (più di 7.050 abitanti per km2).

E’ una delle destinazioni asiatiche più popolari tra gli espatriati: la loro presenza nel paese conta più di 385.000 persone (dato del 2017). I residenti stranieri provengono da Indonesia, Malesia, Giappone, Stati Uniti, Australia, Singapore e Portogallo.

Il cinese e l’inglese sono le due lingue ufficiali ma i residenti parlano anche il cantonese, un dialetto della Cina meridionale.

Hong Kong è la città più ricca della Cina Continentale e rappresenta uno dei centri finanziari più grandi del mondo (è sede di 195 istituti finanziari autorizzati e 57 uffici di banche internazionali). Per 23 volte di seguito è stata eletta economia più libera del mondo e nel 2017, per il secondo anno consecutivo, è stata nominata economia più competitiva a livello globale. Il suo successo economico dipende da innumerevoli fattori: concorrenza leale sul mercato, politica minima di intervento del governo, supporto delle piccole imprese, bassa tassazione, posizione geograficamente favorevole, apertura culturale e numerosi altri.

Il commercio marittimo è stato il primo settore a rapido sviluppo ma anche il tessile, i servizi e l’industria si sono evoluti celermente.

L’economia della città si basa in larga misura sui mercati di scambio con l’estero così come sul turismo, sempre più rilevante per il successo del paese. I suoi principali concorrenti sono Singapore e Shanghai. La valuta ufficiale di HONG Kong è il dollaro di Hong Kong (HKD).

Il sistema politico hongkonghese consiste in un’assemblea legislativa che elegge un direttore esecutivo o un capo del governo.

Il sistema legale e giudiziario differisce da quello della Cina continentale. Infatti Hong Kong ha mantenuto il proprio sistema di Common Law*, come stabilito durante il periodo di dominazione britannica, che non fa capo alla legislazione nazionale cinese.

*Per common law si intende un modello di ordinamento giuridico di origine britannica basato sui precedenti giurisprudenziali più che sui codici o in generale, leggi e altri atti normativi di organi politici, come invece nei sistemi di civil law derivanti dal diritto romano.

Ad Hong Kong il clima è subtropicale. L’inverno va da gennaio a febbraio ed è caratterizzato da un clima secco e nuvoloso con rare precipitazioni. Le temperature oscillano tra 13° e 22° C. Poi arrivano la primavera e l’estate, da marzo ad ottobre, con temperature tiepide e umide comprese tra 17° e 31°C. I mesi di marzo e aprile sono generalmente piacevoli anche se periodi di alta umidità e nebbie intense causano a volte ritardi nel traffico aereo e nei servizi dei traghetti. Il periodo più umido comprende i mesi da maggio ad agosto ed è caratterizzato da frequenti acquazzoni e temporali. Nel periodo da luglio a settembre è possibile lo scatenarsi di cicloni. Infine l’autunno, da ottobre a dicembre, è considerato la stagione più piacevole con tempo soleggiato e temperature miti comprese tra 15° e 30°C.

A causa della sua posizione geografica, Hong Kong è spesso colpita da tifoni tropicali. In media ogni anno circa 30 cicloni colpiscono la regione.