Scheda informativa Guatemala


Il Guatemala è un paese culturalmente ricco e straordinariamente bello, nonostante ciò è una delle destinazioni più sottovalutate per l’espatrio. Sebbene negli ultimi anni l’immagine della nazione abbia sofferto a causa delle preoccupazioni sulla sicurezza interna, questa terra rimane nel complesso molto accogliente per i nuovi arrivati.

Nell’attuale territorio del Guatemala si estendeva un tempo il regno dei Maya. Dopo essere stato per tre secoli colonia spagnola, ha conquistato la propria indipendenza nel 19°secolo. Ne è seguito un periodo durato decenni segnato da disordini politici e colpi di stato militari contro i guerriglieri dell’opposizione, degenerati poi in guerra civile. Il Paese raggiunse infine la pace e si trasformò in un regime democratico alla fine del 20° secolo. Da allora si è progressivamente ripreso. Dal 1986 il Guatemala è una Repubblica Presidenziale.

Situato nell’America Centrale, confina con Messico, Belize, Honduras, El Salvador ed è delimitato dal golfo dell’Honduras e dall’Oceano Pacifico.

Sebbene sia piuttosto piccolo, con una superficie di 108,889 km2, il paese è geograficamente eterogeneo: a sud si trova la regione dei vulcani, tre dei quali attivi, mentre la parte settentrionale è costituita da dense foreste tropicali e praterie.

Il processo costante di deforestazione ha impoverito la ricca fauna selvatica della regione, costituita da mammiferi, rettili e uccelli, tra cui l’appariscente quetzal, simbolo nazionale.

Situato in prossimità dei tropici il paese gode di temperature costanti durante tutto l’anno che variano dai 14°C nelle aree montuose fino ai 24°C al livello del mare.

Il clima prevede una stagione secca da novembre a maggio, e una umida e piovosa da giugno ad ottobre. Durante il periodo di settembre e ottobre si consiglia di informarsi sulle condizioni meteo prima di partire, in quanto potrebbero essere previsti uragani o piogge molto abbondanti.

La varietà climatica del paese permette di coltivare un vasto assortimento di piantagioni. Materie prime come caffè, zucchero e banane sono infatti i pilastri del commercio estero. A seguito di una grave crisi economica e monetaria avvenuta negli anni ‘80, il Governo ha cercato di rilanciare l’economia nazionale incoraggiando la diversificazione delle colture per l’esportazione.

I principali settori dell’industria includono manifattura tessile, trasformazione alimentare (in particolare la lavorazione dello zucchero) e produzione di bevande.

Il settore dei servizi sta rapidamente guadagnando terreno e fornisce il più grosso contributo al Prodotto Interno Lordo del paese. Il turismo in particolare rappresenta un importante motore di crescita.

In Guatemala coesistono due principali gruppi etnici: i Ladinos, con origini Maya e Ispaniche, e gli Indiani Maya.

Sebbene lo spagnolo sia la lingua ufficiale, dozzine di dialetti sono diffusi e utilizzati per scopi amministrativi e commerciali.

Cattolicesimo e protestantesimo sono le religioni praticate nel paese, talvolta integrate da antiche credenze precolombiane.