Scheda informativa Granada


Stato insulare caraibico situato nell'Oceano Atlantico, al momento della sua scoperta - avvenuta nel 1498 a opera di Cristoforo Colombo - Grenada era abitato dalla popolazione indigena dei Kalinago. Territorio aspramente conteso, fu colonia francese e britannica, occupata nel 1983 dagli Stati Uniti.

Godendo di un clima tropicale, la stagione delle piogge dura da gennaio a maggio, ed è proprio a gennaio che si registrano le temperature più basse dell'anno, con una media di circa 25°C. Nelle altre stagioni il clima è caldo e secco, con una media che si aggira sui 30°C. Da giugno a novembre il territorio viene invece colpito dalla stagione degli uragani.

La musica riveste un ruolo molto importante nella cultura grenadiana: i generi più diffusi sono calypso, reggae, dancehall e parang. Protagonisti indiscussi del carnevale, scandiscono i festeggiamenti, accompagnando la gente che sfila, ricoperta di oli variopinti.

Grazie alle bellissime spiagge, alle cascate e alle esotiche bellezze flora-faunistiche, Grenada è un po' la quintessenza dei Caraibi. Soprannominata “isola delle spezie”, inoltrarsi nei vari mercati è un'ottima occasione per comprare cannella e zenzero (alcune delle più comuni) o del pesce freschissimo. Di sera, invece, non c'è niente di meglio che degustare un ottimo rum locale.

Gravemente colpito dalla recessione e da calamità naturali che hanno provocato la distruzione delle infrastrutture, il sistema economico si è ritrovato a lottare fra aumento del deficit pubblico e drastico calo del benessere. Considerato un settore in crescita, il turismo rappresenta il pilastro del PIL.

Al momento in cui è stata redatta questa guida, Grenada viene considerato un Paese a rischio per quanto concerne la trasmissione di due virus: Zika e Chikungunya. Ti invitiamo a consultare un medico prima di partire. Per notizie dell’ultim’ora, visita il sito Viaggiare Sicuri del Ministero degli Affari Esteri.