Close

Diventare un nomade digitale in Marocco

Raccomanda

In passato il Marocco, la porta d’Africa, era abitato dalla popolazione nomade berbera che viaggiava attraverso il deserto del Sahara. Oggi, quindi, non sorprende che questo affascinante paese accolga i moderni nomadi e i freelance in cerca di nuove e genuine esperienze che il Marocco offre in grande quantità.

Perché il Marocco

Lavorare in Marocco vi condurrà nel cuore delle fiabe d’oriente. In questo paese riuscirete a praticare il people-watching (potremmo mettere un hyperlink che spieghi il termine) nelle caffetterie locali, sorseggiando il tradizionale tè alla menta, concedervi un abbondante piatto di tajine o couscous e fare la vostra spesa quotidiana nei brulicanti bazaar.

Con un costo della vita relativamente basso, svariate attrazioni storiche e naturali, città misteriose e piccoli villaggi, il Marocco è un miscuglio di tradizioni ben radicate e di una cultura giovane e dinamica.

La connessione Internet lascia abbastanza a desiderare, ma si possono trovare molte opzioni interessanti riguardo gli spazi di coworking e una vasta scelta di attività da fare dopo il lavoro.

Buono a sapersi: per vivere un’esperienza davvero autentica, considerate di soggiornare in un riad, la tradizionale abitazione colorata che spesso mette a disposizione anche cortile e piscina.

Le migliori città dalle quali lavorare

Taghazout è un piccolo villaggio portuale di pescatori nel sudovest del Marocco. Nonostante le sue piccole dimensioni, la zona si è sviluppata rapidamente ed è diventata un must per i nomadi digitali nel paese. Il surf e le bellissime spiagge rappresentano il passatempo principale e la miriade di caffetterie, ristoranti e spazi di coworking fanno di Taghazout una destinazione digitale da tenere d’occhio.

Se volete immergervi nell’atmosfera unica di una tradizionale città marocchina, Marrakesh è il luogo che fa per voi. Con gli affollati souq (i mercati tradizionali), l’arte antica, un’architettura unica nel suo genere, l’energia frenetica, questa vivace città non vi deluderà. Inoltre, se pensate che le caffetterie non facciano per voi, sappiate che anche Marrakesh possiede degli spazi di coworking.

“Con tanti ritrovi nel mondo, doveva venire proprio nel mio?”: da quando, nel 1942, Rick Blaine pronunciò queste parole nell’omonimo e romantico film, Casablanca è diventata la destinazione dei sogni degli innamorati di ogni parte del mondo. In ogni caso, la Casablanca di oggi è una città moderna e in via di sviluppo, dove i tradizionali edifici in stile “mauresque” convivono con i grattacieli che spuntano come funghi.

Internet e le aree di coworking

In Marocco, quasi tutti gli alberghi e le caffetterie dispongono di un Wi-Fi libero, ma bisognerà tenere sempre presenti i problemi di connessione e velocità di download. Vi raccomandiamo, quindi, di procurarvi una SIM card con una buona offerta di traffico dati che vi permetterà di lavorare liberamente da ogni luogo del paese.

Ci sono molte caffetterie dall’atmosfera semplice e autentica che offrono i caratteristici caffè forti e gli aromatici tè alla menta. Ma, soprattutto, la maggior parte delle grandi città vi offrirà almeno uno spazio di coworking per ritrovarvi in un contesto lavorativo professionale.

Aree di coworking a Taghazout

SunDesk, Rue Tasga Oudrar 31

Aree di coworking a Marrakesh

Creative Lab, Rue Ibn Aïcha

Aree di coworking a Casablanca

Netspace, 7 Rue de Sebta, Résidence Rami

Tempo libero in Marocco

Del Marocco si può dire tutto, ma non che sia noioso. Oltre a scoprire le ventose stradine delle città, esplorare i mercati locali ed ammirare la colorata ed eclettica architettura della regione, il Marocco è anche il paese delle bellezze naturali. Potrete dormire in una tenda nel deserto del Sahara, visitare le suggestive cascate di Ouzoud, scalare la cima del Toubkal o esplorare le Gole di Todra. E non dimenticate di rilassarvi in un tradizionale Hammam o di assaggiare la meravigliosa cucina marocchina.

Cose da sapere prima di partire

Gli abitanti di molti paesi possono soggiornare in Marocco senza visto fino a 3 mesi. Se volete rimanere più tempo, potete richiedere un’estensione del visto presso una stazione di polizia marocchina. Se il vostro paese d’origine non fa parte di quelli esenti da visto, dovrete richiedere un visto turistico in anticipo presso l’Ambasciata o il Consolato del Marocco presente nel vostro paese di origine.

Importante: per ragioni di sicurezza si raccomanda di non visitare le zone non riconosciute come turistiche.

 Indirizzi utili:

Ufficio Nazionale del Turismo del Marocco

Mappa delle coperture 2G, 3G e 4G in Marocco

Facciamo del nostro meglio per fornire informazioni aggiornate ed accurate. Nel caso in cui avessi notato delle imprecisioni in questo articolo per favore segnalacelo inserendo un commento nell'apposito spazio qui sotto.
Raccomanda
expat.com Your favourite team
Utente da 01 Giugno 2008
Small earth, Mauritius
Scrivi un commento

Vedi anche

Traslocare in Marocco

Consigli per preparare un trasloco in Marocco