Testimonianza di Stefano da Lodz in Polonia

Intervista
Pubblicato 8 mesi fa
Modificato 8 mesi fa

Stefano è un ex comandante di Lungo Raggio in Alitalia proveniente dalla Aeronautica Militare Italiana. Otto anni fa, dopo il pensionamento, si è trasferito a Lódz, una città nel centro della Polonia, per vivere assieme alla compagna.

Lampo 13

Lampo 13

Ex comandante di Lungo Raggio in Alitalia proveniente dalla Aeronautica Militare Italiana, ora in pensione; divorziato e con una figlia di 27 anni; convivo con una donna polacca da 8 anni e con sua figlia di 11 anni.

Raccontaci di te: chi sei e dove vivi attualmente? 

Sono un Comandante Alitalia in pensione, ho 60 anni e vivo a Łódź, in Polonia.

Da quanti anni vivi all'estero?

Ho vissuto molti anni in giro per il mondo, in diverse nazioni per il lavoro di mio padre, sono in Polonia da 8 anni.

Quali sono i motivi principali che ti hanno portato in Polonia? 

L’amore. Ero separato da un anno quando ho conosciuto la mia compagna, ho sentito che era la mia anima gemella e mi sono trasferito in Polonia, da lei. Il mio lavoro mi permetteva di fare il “pendolare” dalla Polonia a Roma, certo era scomodo, mentre il suo non le permetteva di farlo.

Che strumenti hai usato per reperire informazioni sulla destinazione prima di trasferirti?

Nessuno, sono partito e basta. 8 anni fa la Polonia era decisamente in condizioni peggiori, ho visto una incredibile evoluzione in questi anni!

Appena arrivato in Polonia, qual è stata la sensazione che hai provato? 

Curiosità. Sono sempre stato curioso. La lingua incomprensibile, nuove abitudini da imparare, cibo diverso, paesaggi e clima diversi… avere la mia compagna accanto mi ha semplificato il tutto.

Nella via principale, Ulica Piotrkowska

Quanto tempo ti ci è voluto per ambientarti?

Mah! Per certi versi un paio di mesi, per altri non lo sono ancora del tutto. 

Come ti sei organizzato per il trasloco dall’Italia a Lodz? 

Ho affittato un grosso Van e pagato una persona che è venuta a Roma con me, ma ho portato poche cose, libri, CD, vestiti, quadri e poco altro, vivevo in una casa arredata in affitto per cui c’era poco da trasportare.

Quali sono le prime pratiche da effettuare per regolarizzare la propria presenza in Polonia?

Si fa la richiesta di residenza temporanea e dopo 5 anni si ottiene quella definitiva, ho fatto la conversione della patente italiana e reimmatricolato l’automobile. Tutto rapido, semplice ed economico; la burocrazia qui è molto efficiente.

Di cosa ti occupavi prima del pensionamento?

A 21 anni sono entrato in Aeronautica Militare, sono stato Pilota operativo di caccia e poi Istruttore di volo operativo e di Tiro; dopo 8 anni sono entrato in Alitalia dove sono arrivato al grado di 1° Comandante e a volare sui Boeing B777 sulle tratte intercontinentali.

La tua pensione è soggetta alla doppia tassazione o la percepisci lorda?

Pago le tasse in Italia, nazionali, regionali e comunali in accordo all’ultimo sito di residenza, Roma.

Lodz - Poniatowskiego Park

Cosa ne pensi della qualità dei servizi al cittadino a Lodz?

Come ho già detto la burocrazia è quasi fantascientifica rispetto a quella italiana, le tasse sono più basse, parlo di quelle sulla casa e sulla immondizia, non esiste il bollo sull’automobile, i trasporti pubblici sono efficienti, le scuole pubbliche dignitose, i parcheggi sono tutti a pagamento, non si vede una sola auto in doppia fila e si trova posto facilmente, il traffico è intenso nelle ore di punta ma la massima perdita di tempo nelle peggiori condizioni può essere di mezz’ora.

Il sistema sanitario pubblico è buono?

Non secondo i nostri parametri. Non esiste un sistema sanitario gratuito, si paga allo Stato il 9% del reddito lordo annuo per avere medici e visite specialistiche gratuite oltre ai ricoveri ospedalieri ma le medicine si pagano completamente. I medici sono preparati e le apparecchiature moderne.

Seconda la tua esperienza, vivere li costa meno che in Italia?

Senz’altro. Il cambio Euro/zloty è intorno a 1:4,16 e con 1 zloty si compra più o meno ciò che si compra in Italia con 1 Euro tranne per ciò che viene importato tipo benzina, elettronica, automobili che costano comunque un 10/20% meno che in Italia.

Quanto è importante conoscere la lingua locale per vivere lì?

Io non la parlo e ci vivo da 8 anni! Con la mia Compagna comunichiamo in inglese e così non ho mai avuto la “spinta” ad impararla… del resto è davvero molto difficile! Il problema maggiore lo ho con ciò che è scritto ma nei rapporti interpersonali, pubblici e privati, con l’inglese si sopravvive.

Cosa ne pensi del livello di sicurezza personale a Lodz?

Le case sono senza inferriate, senza porte blindate e senza allarmi, in 8 anni ricordo 1 omicidio perpetrato da un pazzo che ha accoltellato uno sconosciuto. La Polizia è molto presente ma, soprattutto, le pene si scontano senza speranza e questo riduce la spinta a delinquere.

Centro commerciale Manufaktura

Che operatore usi per telefonia fissa/mobile? Quanto ti costa l’abbonamento mensile?

Sono abbonato a Play, il mio contratto prevede telefonate e Sms illimitati verso tutti e tutto, 10 Gb di traffico dati al mese e roaming totale in tutta Europa al costo di 50 zl/mese (meno di 12 euro) ed ho un contratto per casa ADSL ottico da 250/25 Gb garantiti a 85 zl/mese (20 euro)

Cosa consigli di visitare a Lodz e dintorni?

Nei dintorni non ci sono particolari attrazioni ma essendo al centro della Polonia in massimo 3 ore di autostrada si arriva alle montagne, al mare, alle grandi foreste/parco nazionale e in altre città molto interessanti come Cracovia, Torun, Danzica, ecc.

Quali sono le caratteristiche climatiche della zona?

Caldo d’estate (anche 34°) e freddo d’inverno /anche -30°) ma sempre secco.

Cosa ne pensa la popolazione locale degli stranieri?

Non ho mai avuto problemi di nessun tipo, sono educati e riservati, per noi un po’ timidi e chiusi, sono gentili e disponibili, nessun particolare problema insomma.

Credi che l’espatrio ti abbia cambiato? Sotto che punti di vista?

Sono abituato a vivere da girovago da quando avevo 4 anni, fa parte del mio essere per cui, no, non sono cambiato ma sono felice e soddisfatto.