Close

Viaggioversoilsud

  • Elisa
  • Leone marino in acqua
Blog del mese
Pubblicato 3 mesi fa

Il mio blog bilingue è un viaggio di esplorazione del Sudamerica, in particolare dell'Uruguay. Troverete curiosità, paesaggi naturali, informazioni turistiche e storiche, esoterismo e alcuni personaggi interessanti del posto

Zaraelisa

Zaraelisa

Nomade, cittadina del mondo


Raccontaci di te: chi sei e dove vivi attualmente?

Mi chiamo Elisa, sono altoatesina di Bolzano e traduttrice, attualmente vivo in Uruguay con la mia famiglia.
Sin da piccola viaggiavo con i miei genitori in giro per l’Italia e i miei primi viaggi da sola li ho fatti al liceo quando studiavo le lingue.
Frequentavo i corsi estivi all’estero, ho fatto il famoso Interail con i miei amici ed i primi viaggi  d’esplorazione oltreoceano in Messico, Guatemala e Cuba.
Un amante dei viaggi e delle lingue da sempre, con un particolare amore per lo Spagnolo ed i Paesi sudamericani.

Da quanti anni vivi all’estero?

Adesso è da un anno che vivo in Uruguay. Ma ho vissuto prima dal 2004 al 2010 a Tenerife e La Gomera (isole Canarie) e poi dal 2012 al 2013 in Uruguay con una pausa in Italia prima di tornarci.

Quali sono i motivi principali che ti hanno portata in Uruguay?

I motivi principali sono stati la voglia di fare qualcosa di nostro, aprire un attività in un paese tranquillo.
Qui si vive ancora abbastanza incontaminati e in mezzo alla natura.
L’Uruguay è un paese piccolo con 3 milioni di abitanti, che sono concentrati soprattutto a Montevideo.

Qual è stata la prima sensazione provata toccando suolo uruguaiano?

La prima volta che ho toccato suolo sudamericano ero emozionata, si trattava di un momento molto atteso.

Faro

Quanto tempo ti ci è voluto per ambientarti?

Per ambientarmi non saprei dire forse un anno più o meno.
Dopo un po' che mi trovavo qui mi sentivo in un altra dimensione. Come se questo paese non appartenesse al pianeta terra, difficile da spiegare.
I ritmi più lenti anche delle ore che passano, le persone più gentili, i cani che abbaiano (ogni casa ha circa tre cani o di più) e niente turisti ne stranieri dove abito io al sud.

Di cosa ti occupavi in Italia?

In Italia ho fatto diversi lavori d’ufficio e l’ultimo che avevo era traduttrice e web marketing freelance. Mentre alle Canarie ho lavorato sempre nel turismo, alberghi e campi di golf.

Cosa fai adesso?

Adesso faccio ancora qualche traduzione, scrivo online e mi dedico a terapie naturali come Reiki e sciamanesimo andino. Insieme al mio compagno gestiamo un chiosco ambulante con hamburger, patatine fritte ecc. ciò che ci da da vivere.

Scrivi un blog, come si chiama e quando hai cominciato a scriverlo?

 ll mio blog viaggioversoilsud.wordpress.com è nato nel 2012 in Uruguay.
Quando ho sentito il bisogno di condividere i miei viaggi d’esplorazione in questa terra tramite testi e fotografie.

Che tematiche tratti?

Parlo di viaggi, natura, cultura e religioni, luoghi turistici da visitare, esoterismo, attualità ed interviste a personaggi importanti come l’ex presidente Pepe Mujica.

Aquila

Il blog ti è stato utile per allacciare rapporti di amicizia (virtuali o reali) con altri espatriati?

Si, il mio blog mi ha messo in contatto con persone diverse, anche italiani espatriati e mi ha aiutato a conoscere posti e tematiche nuove.

Quali sono le più importanti festività uruguaiane?

Il Carnevale uruguaiano, la settimana del turismo (Pasqua), 2 Febbraio "Yemanya", 25 Agosto "Giorno della liberazione".

Quali sono le peculiarità di questi eventi?

Il Carnevale uruguaiano che dura 40 giorni è il più lungo del Sudamerica e si festeggia in città diverse tra Gennaio e Febbraio.
Il Candombe fa parte del carnevale ed è l’accompagnamento di tamburi afro.
Durante lo Yemayà il 2 di Febbraio si festeggia la Dea delle acque, secondo la religione Umbanda. Si festeggia una giornata interna in spiaggia portando doni e regali all’acqua destinati alla Dea che rappresenta una specie di Stella Maris dei pescatori.
 Per la festa tutti vanno vestiti di bianco. 

Quali sono le città più care in Uruguay? 

Sicuramente Punta del Este, la città turistica per i vip. Qui si trovano tutti gli alberghi, ristoranti cari e anche le discoteche e dove d’estate arrivano anche le navi da crociera europee.

Come sono considerati gli espatriati dalla popolazione locale?

Qui non danno molta importanza alle persone che vengono da fuori, nel senso che non siamo in molti e veniamo trattati come gli altri.
Alcuni uruguaiani secondo me non se ne rendono nemmeno conto da dove vengo. Solo qualche curioso chiede “Ma di dove sei?” Gli italiani chiamati “Tanos” sono comunque benvisti dato che molti uruguaiani hanno discendenza italiana.

Cavallo Minas

Cosa ne pensi del livello di sicurezza personale nella zona dove vivi?

Qui dicono che è pericoloso per i furti e scippi, ma sinceramente per essere un Paese sudamericano io personalmente lo trovo abbastanza sicuro.
Basta non entrare nelle zone considerate “rosse”.
La zona dove vivo io direi che è tranquilla almeno di giorno.

Consiglieresti ad altre famiglie di trasferirsi nella città dove vivi oppure ce ne sono altre che offrono un miglior rapporto qualità/costo della vita?

Non saprei cosa consigliare perché dipende molto dalle aspettative di ogni individuo.
La capitale Montevideo e Ciudad de la Costa sono le zone più popolate del Paese e quindi dove si trova più lavoro.
Se si va fuori in campagna o più a nord del Paese si trova più tranquillità e natura con poca popolazione e sarebbe l’ideale per chi volesse dedicarsi all’agricoltura o a qualche attività agricola- turistica. 
Per le zone turistiche e anche quelle più care con costo di vita più alto troviamo Punta del Este, Piriapolis e la costa della regione di Rocha (meno cara).
In generale l’Uruguay è caro e gli stipendi minimi sono bassi, quindi conviene avere un' attività in proprio o un lavoro nel turismo internazionale.