Close

Chiara a Shanghai: " I Cinesi sono molto ospitali ed accoglienti "

  • Chiara in Cina
Intervista
Pubblicato 6 mesi fa
Chiara è una studentessa di lingue orientali presso l'università Ca' Foscari di Venezia. Dopo aver vinto una borsa di studio dell'Istituto Confucio, sta frequentando il suo "gap year" presso la Fudan University di Shanghai, una tra le più rinomante in Cina per i programmi di bachelor e master degree. Se volete saperne di più sulla esperienza di vita in questa città, leggete la sua interessante testimonianza!
cisuprani

cisuprani

Ci racconti un po’di te, chi sei e da dove vieni?

Mi chiamo Chiara, ho 22 anni e vengo da Ravenna.

In che Paese ti sei trasferita e da quanto tempo ci vivi?

Da Settembre 2016 mi sono traferita a Shanghai, Cina.

Quali sono i motivi principali per cui hai deciso di andare proprio a Shangai?

Studio cinese da Settembre 2013.
Terminato il liceo, ho iniziato la mia carriera universitaria presso l’università Ca’ Foscari di Venezia. Quasi al termine del mio terzo anno ho deciso di concorrere per la borsa di studio annuale dell’Istituto Confucio: un ente che si occupa della diffusione e dello studio della lingua cinese.
Nella scelta dell’università ho considerato Shanghai un’ottima meta per poter spendere il mio “gap year”, nella speranza di crearmi un rete di conoscenze e opportunità abbastanza ampia da potermi chiarire le idee sul mio futuro.

Da dove nasce la tua passione per la lingua e cultura cinese?

Ho iniziato a studiare cinese un po’ per sfida personale. La parola BRICS, dove C sta per Cina, comparve per la prima volta davanti a me nero su bianco proprio nel bianco del foglio di carta del mio esame di maturità: era l’argomento del saggio storico.
In virtù di ciò, nell’estate del 2013 tra caldo ed indecisione, mi sono iscritta all’università Ca’ Foscari di Venezia, scoprendo, col passare dei mesi e successivamente degli anni, che la mia scelta di allόra fu azzeccata.

Che studi hai fatto in Italia?

Dalle elementari fino alle superiori il filo conduttore della mia educazione scolastica è stato lo studio delle lingue straniere, ma in Italia l’insegnamento di lingue extra europee nella scuola dell’obbligo è tuttora acerbo.
Dalle medie ho avuto l’opportunità di studiare Inglese e Francese, che sono rimaste nel mio programma di studi fino alla fine delle scuole superiori con l’aggiunta dello Spagnolo.

Che strumenti hai utilizzato per aiutarti nella ricerca della scuola di lingue che stai frequentando?

Al momento sono registrata presso la Fudan University di Shanghai come Language student. Si tratta della mia seconda esperienza in Cina (la prima risale a Settembre 2015 fino a Gennaio 2017, a Suzhou), durante la mia prima esperienza avevo avuto modo di sentire parlare di questa università, che per quanto riguarda i programmi di bachelor e master degree è una tra le più rinomate in Cina.

Che documenti hai dovuto produrre per l’ottenimento del visto come studente?

In quanto concorrente per la borsa di studio dell’Istituto Confucio, i documenti che ho dovuto procurare sono stati il risultato dell’esame di certificazione linguistica HSK, una lettera motivazionale scritta o in inglese o in cinese.
L’Istituto Confucio inoltre facendosi garante dei requisiti del candidato, richiede che lo studente presenti una media uguale o superiore al 26/30.
Una volta arrivata in Cina per l’ottenimento del permesso di residenza temporaneo occorre procurare i referti dell’esame fisico eseguito dal personale del Shanghai International Travel Healthcare Centre, fototessere e passaporto con visto temporaneo.

Che durata ha il tuo visto?

La borsa di studio di un anno prevede un visto per la Cina di tipologia X1, è un visto temporaneo che deve essere convertito entro 30 giorni in permesso di residenza.
Il mio permesso di residenza ha scadenza il 31 Luglio 2017.

Quanto costa - in media - vivere a Shangai per uno studente? Casa, cibo, bollette, trasporti…

La borsa di studio mi ha coperto l’alloggio, perciò non mi sono dovuta occupare di cercare un appartamento.
Il costo degli alloggi dipende dalla zona di interesse, per un appartmento condiviso diciamo che il prezzo va 2700-3500 rmb al mese. Elettricità e acqua sempre per un appartamento condiviso 100-200 rmb al mese.
La metropolitana è il mezzo piu comodo ed economico, la tratta piu lunga si aggira attorno ai 12 rmb. La corsa di un autobus sono 2 rmb. Quando devi attraversare Shanghai da aeroporto ad aeroporto sono dai 200-220 rmb.
Fare la spesa in Italia non mi ha mai dato tanta soddisfazione quanto farla in Cina. In più di un occasione arrivata alla cassa con il carrello pieno, la mia spesa non ha mai superato i 300 rmb. Occorre però sempre fare attenzione a cosa si compra, così come in Italia, anche in Cina comprare carne rossa è diventato sempre più costoso.

C’è buona disponibilità di alloggi a Shangai?

Gli alloggi a Shanghai non scarseggiano, ma occorre essere ben chiari sui parametri di questi quando si è in cerca di un appartamento.
Il rivolgersi ad un agenzia per molti dei miei amici si è rivelato il tramite più efficiente per trovare alloggio, in quanto spesso sia che il sito di housing sia in cinese sia che si cerchi l’appartmaneto in websites inglesi la maggior parte delle volte la descrizione non rispetta la realtà delle cose.

In che zona della città consigli di cercare casa?

I distretti piu ricercati sono ovviamente quelli in centro città, nelle zone di Nanjing Dong lu, Nanjing Xi lu, Renmin Guangchang, Xintiandi o nella suddetta “Concessione Francese”.
Per chi è in procinto di trasferirsi a Shanghai consiglio di accertarsi di avere un fermata della metro nei pressi dell’alloggio.

Quali sono i mezzi pubblici disponibili a Shangai e qual’è quello che usi di più?

Metro, senz’ombra di dubbio. Per quanto gli autobus siano anch’essi estremamente comodi e conveniente (2 rmb la corsa) gli orari di questi sono introvabili, irregolari e poco attendibili. Inoltre gli autisti non si preoccupano di far salire il numero di persone regolamentario, perciò alcune tratte sono davvero insostenibili.
I taxi, rispetto agli standard europei sono estremamente più economici (la tariffa parte da 14 rmb e nelle ore di punta sono 3,5 rmb per kilometro) tuttavia in quanto studente non è il mezzo che utilizzo di più.

Quali sono i luoghi di interesse più rappresentativi di Shangai?

Il Bund con lo skyline del Financial Centre e la Pearl Tower, Tianzifang nella Concessione Francese, Xintiandi, YuYuan garden.

Quali sono le caratteristiche climatiche di Shangai?

Shanghai è una città piuttosto umida, e il tempo dovuto anche all’inquinamento è abbastanza instabile. Benchè umida quest’anno le basse temperature sono rimaste fino al mese scorso, in compenso hanno lasciato spazio alle piogge.

Com’è il rapporto tra popolazione locale e stranieri?

I cinesi sono una popolazione che dà estremamente importanza all’ospitalità e all’accoglienza le quali rientrano nei valori sociali di quella che loro chiamano 面子(miànzi) ossia reputazione, prestigio.
Per i cinesi è fondamentale l’ottenere il rispetto altrui, perciò cercheranno di farti sentire a tuo agio e ben accolto in ogni situazione.

Sei riuscita a farti dei nuovi amici?

Si, mi reputo una persona piuttosto socievole.

Ti piace la cucina locale e qual è il tuo piatto preferito?

La cucina cinese è davvero interessante, e in un paese vasto come la Cina le varietà di ogni singolo piatto sono innumerevoli, perciò mi è difficile definire quale sia il mio preferito ma sicuramente posso affermare che abitando in Cina mi sono scoperta amante del piccante, e mentre mi trovavo in vacanza a Chengdu ho avuto l’occasione di provare l’hotpot del Sichuan, che altro non è che un calderone di acqua bollente, olio e peperoncino nel quale vengono fatti bollire i più svariati ingredienti. Quella volta il menu comprendeva, intestino, zampe di gallina e cervello di maialino. Ecco, non posso dire che sia il mio piatto preferito, ma è sicuramente il più interessante e locale che mi sia capitato di mangiare

Pensi di rimanere a Shangai al termine del corso? Che lavoro vorresti trovare?

Assolutamente si. Per chi studia cinese come me, e ne è appassionato, non c’è miglior modo per perfezionarlo che continuando a vivere in Cina.
Shanghai, in particolare, pur essendo una città estremamente internazionale, offre opportunità che non solo coprono la sfera orientale ma anche quella occidentale. Perciò spero di trovare in futuro una posizione che mi permetta di praticare quotidianamente la varietà di lingue straniere che sono riuscita a consolidare.

Risparmia sui costi del trasloco

Richiedi un preventivo gratuito e confronta prezzi e servizi di traslocatori internazionali.