problemi sul lavoro

buongiorno a tutti e grazie per la vostra disponibilita' e pazienza .
sono paolo , italiano di taranto , lavoro in romania a costanta dal 26 di febbraio scorso . in pratica il padrone della societa' per cui lavoro mi ha dato solo due stipendi . Sono 5 stipendi che non elargisce.sicuramente si sente sicuro che niente lo disturbera tipo denunce o sequestri da bilanciare su quello che lui non elargisce . la scusa che dice e' sempre la stessa : ora non ci sono soldi . lui continua ad assumere persone che felici di trovare un impiego si accomodano , magari con buoni contratti , tanto alla fine non saranno pagati o magari pagano un mese e gli altri no .nel frattempo la persona lavora speranzosa di prendere il suo ma poi con scuse varie non viene pagato e cosi via passano i mesi .
E' la terza economia : lavorare gratis , non essere pagati . non solo te con i tuoi soldi compri il caffe che lui ti vende e paghi la sua mensa , con i tuoi soldi . Quindi lavorare moltissimo gratis , e spendere con i tuoi soldi nelle sue proprieta . E' il massimo della produttivita'
Vi chiedo gentilmente se esiste in Romani un Ente , una societa o qualcosa legata alla comunita europea dove si possa denunciare questo malaffare

Ciao Paolo,

Ben arrivato su Expat.com!

Mi spiace leggere di questa situazione e purtroppo non ho contatti di enti/sindacati  da passarti cui tu ti possa rivolgere.
Sul fatto che tu dica che il datore di lavoro si sente sicuro che continuerà indisturbato con questo tipo di condotta... mah, non so...certo non è un modus operandi normale.
Ma i tuoi colleghi rumeni, che fanno, continuano a lavorare senza nulla dire o fare?
Se fossi in te proverei a contattare gli uffici del Consolato italiano in Romania per chiedere se hanno contatti cui potersi rivolgere per portare all'attenzione di chi di dovere questa situazione.
Premetto che non so se questa possa essere una procedura adeguata o corretta da seguire, ti scrivo solo quello che mi è venuto in mente, o che io farei.

Un saluto,

Francesca
Team Expat.com

Appunto. Se il datore di lavoro è  rumeno, si deve rivolgere al consolato. Altrimenti all'ambasciata  di appartenenza del datore di lavoro, sempre magari tramite consolato italiano! Lì cmq potranno dargli dritte,

Grazie Francesca
Scrivo subito che ci sono rumeni che non percepiscono gli stipendi da quasi un anno . Altri da 6 mesi e cosi via . Molti si dimettono se trovano altri lavori ma e' difficile . Sono piu le donne che resistono perche magari hanno i mariti che lavorano o si spera sempre che lui paghi , Infatto ogni tanto paga , non tutto magari due tre mesi e la gente si illude . In Italia quando le societa sono in crisi dichiarano o il fallimento o chiedono gli ammortizzatori sociali tipo mobilita' o cassa integrazione . Cosi almeno la gente puo' vivere con un minimo . Qui non esiste e il padrone fa ed agisce come crede . La cosa migliore per lui e' far lavorare e non pagare . E' la terza economia quella che hanno sognato sin dai tempi della industrializzazione tutti i proprietari Avere lil massimo profitto senza spendere una lira anzi magari guadagnarci ancora sopra .
Con gli espatriati come me ha fatto anche peggio : Buoni contratti , ti da la colazione e cena nel suo albergo e poi non ti paga . L'espatriato e' contento perche aspetta la fine del mese per avere il suo stipendio sudato ma non avviene nulla .
Molti si sono licenziati in tempo perdendo i mesi di lavoro e non hanno mai ricevuto quello che gli aspettava . Non ci sono leggi che gli vanno contro e qui la fa veramente sporca .
Ti ringrazio cerchero' di seguire il tuo consiglio scrivero' o all'ambasciata o al consolato
Ti saluto
Paolo

Nuova discussione