Ristorante Pizzeria

Buongiorno a tutti!
Stavo valutando di realizzare il sogno di andare a vivere in posto caldo e tranquillo con mia sorella, così siamo giunte all'idea di una piccola pizzeria nella Polinesia Francese.
Sorge una venale domanda, quanto costerebbe farlo?
Ho già letto che servirebbero 6 mesi per i permessi ma mi sfugge un particolare, in quei 6 mesi di attesa saresti fermo...quindi come lavori nel mentre? Il permesso iniziale non è di 3 mesi?

Grazie mille a tutti!

Ciao ValeLi,

Ben arrivata su Expat.com!  :)

Per info sui permessi ti consiglio di consultare il sito della Farnesina - Viaggiare Sicuri, scheda tecnica sulla Polinesia Francese.

Per l'apertura di un'attività puoi leggere i contributi dell'utente luclalucla, expat italiana che ha aperto con il marito un'attività (pizzeria) a Huahine.

Un saluto,

Francesca
Team Expat.com

Grazie mille!

Salve,
non c'è nessun permesso per fermarsi a vivere in Polinesia:
facendo parte della Comunità Europea puoi fermarti quanto vuoi.
Solo che per lavorare o trovi un lavoro come dipendente, oppure apri la tua impresa e per poterlo fare devi attendere minimo 6 mesi, quindi nel frattempo non puoi lavorare.
Per i termini lavorativi come dipendente non saprei, visto che è molto difficile trovare lavoro e non so quali siano i requisiti necessari per farsi assumere.
I costi dipendono da quale attività vuoi fare, nel tuo caso dipende se trovi un locale da affittare o se vuoi acquistarlo o se opti per l'opzione che abbiamo scelto noi di aprire una furgone-pizzeria... ti consiglio di leggere attentamente tutti i miei interventi sul forum per approfondire meglio.
Buona lettura!

Ciao! Grazie per la risposta!

Ho letto i tuoi vecchi post e in effetti sono stati utili grazie!

Mi era sfuggito che non c'è limite di tempo, certo nel valutare le possibilità di investimento iniziale quindi va aggiunto un periodo di 6 mesi senza rendito...

Noi puntavamo a una specie di mini ristorantino, pizza al taglio e arancini, non solo pranzo e cena insomma...
La vostra idea in effetti sarebbe ottima per questo!
Avete pensato di mettere dei pannelli solari per l'elettricità? Ovvierebbe i problemi di elettricità se ne trovano anche da ordinare su internet

A pelle ci attira Tha'a l'isola dall'aroma di vaniglia, ma non è l'unica bella, ho però visto da
TripAdvisor che li di pizzerie ce ne sono già...
Tra l'altro ci siete anche voi con buone valutazioni complimenti!

Grazie per tutti i consigli dati in passato e per i prossimi, noi al momento continuiamo a sognare, al momento non possiamo ancora provare a investire il nostro un po'folle piano, però non intendo lasciarlo chiuso in un cassetto
Continuerò a studiare e a cercare di realizzarlo

Grazie di tutto ciao!

Ciao,
certo che abbiamo valutato ad installare dei pannelli solari oppure una o più eoliche, solo che il costo dell'installazione ed il mantenimento degli impianti per il momento non è contemplato nel nostro budget, forse più avanti.
Riguardo a Tahaa anch'io ho letto cose belle su internet e sulle guide turistiche dell'isola, ma, parlando con i locali, pare che sia un'isola dove gli abitanti sono piuttosto "razzisti" verso tutti quegli "stranieri", e cioé "non polinesiani" (quindi compresi i francesi visto che per loro sono il popolo colonizzatore), che vogliono viverci.
Sono ben accetti i turisti che portano loro soldi per vivere, ma l'importante è che finita la vacanza se ne tornino da dove sono arrivati... ebbene si, purtroppo esiste anche questo aspetto negativo in qualche isola o forse in tutte, solo con accentuazioni più o meno diverse di "esterofobia".
Questo credo che esista un po' per la cultura diversa, l'ignoranza ed anche perchè c'è tanta disoccupazione, purtroppo!
A volte si comprende anche che, essendoci molta povertà, dovuta all'incapacità di sapersi "arrangiare", visto che la natura è stata generosa con loro, con i prodotti copiosi della terra e del mare, cercano di sistemarsi economicamente sposando proprio qualche straniero che abbia un buon "salvadanaio", magari per poi divorziare qualche tempo dopo e farsi mantenere... a meno che nel frattempo non nasca "l'Amore". E' triste ma abbiamo conosciuto varie "coppie miste" scoppiate proprio per questi motivi.
Ma credo che questo succeda comunque un po' ovunque nel mondo, anche in Italia, laddove non esiste un benessere generale tale da poter vivere serenamente, benessere necessario per lasciare spazio alla nascita di sentimenti puri e non condizionati dalle ristrettezze economiche.
Riflessione questa mia data dall'osservazione dei fatti.

Grazie per le nuove informazioni, un peccato scoprire questa triste pecca in un isola così bella; già tra le cose tristi che vorrei lasciare c'è proprio il razzismo, per assurdo non pensi di trovarlo, ovvio che sia ovunque ma nel sognare quelle macchie non le valuti.
Il budget purtroppo resta il problema principale per tutti, per le migliorie come per il primo passo, momentaneamente purtroppo vedo tutto lontano, ma io e mia sorella abbiamo preso la mira, con un insolita e forte voglia di realizzazione, vediamo li il nostro futuro, non sarà l'aroma di vaniglia il sottofondo pazienza, ma un giorno ci incontreremo, noi verremo a mangiare sulla vostra isola e poi voi verrete sulla nostra.
Grazie ancora di tutto
Ciao a presto

Nuova discussione