Prestiti bancari in Inghilterra

Buongiorno,

Banca e finanze possono dare filo da torcere quando si vive all’estero, soprattutto in fatto di prestiti.

E’ facile per un espatriato ottenere un prestito bancario in Inghilterra e quali sono i requisiti necessari per ottenerlo?

Quali tipologie di prestito sono disponibili per gli espatriati? (prestito finalizzato/non finalizzato, prestito ai dipendenti, prestito agevolato, prestito con delega …).

Ci sono degli istituiti bancari in Inghilterra più propensi a rilasciare prestiti ai residenti stranieri?

Se avete ancora un conto da non residenti aperto nella città di origine, sapete se è possibile fare domanda di prestito personale in quella banca?

Cosa succede in caso di mancato pagamento delle rate o in caso di rimpatrio?

Grazie per la condivisione,

Francesca
Team Expat.com

Ottenere prestiti in Inghilterra è molto facile e, nel farlo, automaticamente si alimenterà una robusta filiera di società di ristrutturazione del credito e recupero dello stesso.

Tale filiera è robusta perché moltissimi Inglesi sono degli straccioni fortissimamente indebitati (amche se in giacca e cravatta), a partire dalla casa: per comprare una casa in Inghilterra (solitamente di qualità ridicola) ti basta mettere il 5% del capitale (pura follia che sta generando schiere di underwater mortgages in questo ciclo economico pre-bear).

Tipicamente i tassi d'interesse a debito sono maggiori del 15% (spesso oltre il 19%) mentre i tassi a credito sono comodamente assestati allo 0%. Una situazione di usura che però, in Inghilterra, viene proposta come "big deal".

Sconsiglio di chiedere prestiti in Inghilterra. Poi... ognuno faccia quello che gli pare e tanti auguri.

Nuova discussione