Vita sociale

Salve a tutti.
Ho delle domande da porre a chiunque volesse rispondere:
Quale città o cittadina o quartiere è ben popolata da italiani ?
Quale.....consente il frequentarsi in una rete tra connazionali e non vis a vis?
Quale .......offre maggiore vita sociale serale e non?
Quale.....offre maggiormente la possibilità di usare l'italiano per conversare....esplicitamente
Ancora quale......offre una certa professionalità nel lavoro edile e maesteanze varie ?

Riciao Efis:
1) Senz'altro è molto visibile ad Hammamet e Sousse;
2) molte volte conviene fuggire dagli italiani ma ci sono anche tante brave persone, l'italiano all'estero va preso con prudenza e a piccole dosi comunque vedi la risposta 1;
3) ad Hammamet, Sousse e Monastir in base ai periodi, Tunisi è troppo dispersiva e benché abbia quartieri con attrattive non offre quello che trovi ai punti 1 e 2;
4) impara il francese comunque l'italiano è capito da molti;
5) nessuna, il pressapochismo nel lavoro è una prerogativa dei tunisini (eccetto le solite eccezioni).

Poltroni..eppure la geometria è nata li..si vedrà..anche io penso che tunisi sia dispersiva..il francese bene o male posso usarlo..certo non a livello discorsivo..e purtroppo affrontare certi argomenti é necessario a tutti ...immagino sugli italiani..ma io intendo comunque conoscere persone colte in ambienti sani e rispettosi caso contrario preferirei stare nella jungla con gli animali spesso mansueti 🤣e sicuramente piu riflessivi ...non posso negare di aver visto molto e scelto hammamet e zone li ..grazie le tue osservazioni sono sempre molto osservanti e mirate al pratico con sintesi chiara ...vive la vie !
Saluti

Se vuoi un ambiente colto e raffinato con italiani so che ad Hammamet si è costituita una bella associazione culturale di italiani con delle iniziative discrete sia teatrali che culturali e viaggi all'interno. Insomma non sarà la perfezione ma è da provare.

Ecco grazie quindi qualcosa c'è in un m9do o ne'altro ci si ambienta sub8to in questo modo e da cosa nasce cosa ..le idee son belle ma spesso  si è ciò che si fa non solo ciò che si pensa...il contatto umano alla fine è una droga a cui non si può rinunciare..o comunque la condivisione...in realtà a misura d'uomo non certo in città dispersive ..tutto subito e qualsiasi cosa ..tanto vale sto qua per vivere così...andando a pensarci bene almeno per quanto mi riguarda si tratta di cercare realtà come poteva essere 35 anni fa in italia...una dose di provincialita' non fa male a nessuno se ciò vuol dire collaborazione...non individualismo...parlo di pratica semplicità nin che una persona poi non possa essere all'avanguardia con le le idee ammancipanti..di fatto bisogna agire nella pratica con i fatti tutti i giorni sul presente..nin per come potrebbe essere e non è. Bisogna vedere cosa si può fare e cosa no...le idee poi rimangono ai posteri se rimmarranno..

Condivido il tuo pensiero ma per esperienza vissuta molte volte la tanta simpatia e contatto umano all'estero con connazionali nasconde tanti veleni sopiti. Noi siamo venuti giù in coppia e siamo molto affiatati, abbiamo 2 cani e 3 gatti a cui pensare e il resto del mondo ci gira intorno ma con i dovuti paletti. Fermo restando che per tutti i nostri amici ci siamo sempre 24 ore su 24 ma alla nostra vita di coppia non rinunciamo in nessun modo. Forse conviene portarsi la moglie/il marito da casa. :)

Nuova discussione