over 29 in fase di espatrio? Uniamo le forze...

Ciao a tutti,
sono sicuro che in molti avranno capito al volo il titolo di questo thread, infatti oltre i 29 anni in Italia, grazie alle fantastiche politiche attive in vigore, si viene considerati vecchi e questo rende ancora più difficile riuscire a trovare un lavoro che sia degno di poter essere definito tale. Il piano B (o C a seconda dei, casi) spesso e volentieri diventa quello di valutare un espatrio che, con piacere o meno, rappresenta il più delle volta una delle pochissime alternative da adottare. Ma si sa, andare in un altro paese a 30 o 40 anni (o oltre) senza magari avere un appoggio, una conoscenza appropriata della lingua locale, quando non si è più ragazzini comporta tutta una serie di considerazioni, dovute e opportune, che a 20 anni non si fanno perché si hanno esigenze diverse ed energie diverse. Pertanto, lo scopo di questo thread è quello di aprire un confronto su questo argomento, per chi l' ha già affrontato (da "vecchio") che magari potrebbe raccontare la sua e per chi sta per affrontarlo che potrebbe condividere i suoi primissimi passi in procinto di compiere. Gentilmente, sarebbe opportuno che si astenesse chi ha un'età relativamente bassa (beati loro!) o chi ha già una conoscenza fluente della lingua (sempre beati loro!) poiché è evidente che in questi due ultimi casi, le difficoltà, seppur sempre e comunque esistenti, a mio avviso costituiscono una condizione diversa rispetto a chi si trova ad attraversare questo momento da "vecchio", secondo il significato all'italiana.

Nuova discussione