Nuova vita in Portogallo

Ciao a tutti, mi chiamo Alessia e come potete vedere dal mio profilo, vivo con la mia famiglia in provincia di Reggio Emilia. Sono l'unica che lavora (impiegata amministrativa da quasi 10 anni, € 1.250 al mese), mio fratello non trova lavoro e i miei genitori hanno dovuto chiudere un negozio di frutta e verdura nel 2009. Da allora mio padre non trova lavoro (e da circa un anno ha una protesi all'anca) e mia mamma viene chiamata ogni tanto a fare le pulizie in casa di una famiglia.
La mia domanda principale è: conviene abitare in Portogallo?
Vi do una lista delle nostre spese mensili, così che forse potete aiutarci a creare una tabella immaginaria di paragone.
Affitto appartamento 75 mq 2 camere 1 bagno: € 450
Spesa al supermercato: € 800
Bolletta Acqua: € 75, cioè € 900 all'anno ogni 4 mesi
Bolletta Gas: € 80
Bolletta Luce: € 90
Gasolio: € 320 (siamo scomodi dai servizi principali e abito distante dall'ufficio) il gasolio costa circa € 1,35 al litro
Ce ne sarebbero tante altre, ma dovrei stare qua un secolo.
Su internet ho letto che un italiano in Portogallo (non ricordo quale città) spende € 150 al mese per fare una spesa di qualità. Ma sul serio è così?
Inoltre ho letto spesso che il prezzo degli affitti è incluso di bollette...davvero?
Perdonatemi lo scetticismo, ma ormai in Italia per noi sta diventando davvero difficile, tanto che dobbiamo chiedere aiuto ogni mese a mia nonna di 84 anni.
C'è speranza secondo voi?
Grazie mille e scusatemi per eventuali errori di grammatica.
Alessia.

Ciao Alessia,

Ben arrivata su Expat.com!

In questo thread a tema intitolato Costo della vita in Portogallo - 2018 trovi informazioni.

Saluti,

Francesca
Team Expat.com

Buongiorno Alessia mi spiace profondamente per i disagi della vita, io vivo fisso qui da settembre e tento di darti un idea al tuo quesito, anche se ti consiglio di visionare altri post di amici del forum che abitano in altri luoghi,e si Alessia perché a secondo di dove si vive i rapporti cambiano. Chiaro è come detto molte volte dipende dalla nostra attitudine e priorità :mare, campagna, montagna vicinanza alla Spagna, freddo, caldo, ecc ecc ecc. Io vivo a Quarteira nucleo di 2 adulti e 2 figli in età scolare e cane scherzo ma c'è l ho, l Algarve è la zona più cara del Portogallo a quanto sembra, le differenze in generale sono di un piccolo risparmio mensile, alimentari, luce, gas, acqua  la benzina costa 1,50 gasóleo 1,35, a meno che non la metti in Spagna dove costa il 20x100 in meno. Affitto come pagate voi con forte difficoltà nel trovarla, perché qui i proprietari affittano d estate a 600 700 euro a settimana. Cara Alessia ribadisco che qui non sarebbe l ideale per la vostra situazione spero che altri utenti illustrino situazioni più consone alle vostre esigenze. Cordiali saluti

per Alessia:

Vivo da poco al nord, a Braga, l'impressione è che il risparmio ci sia soprattutto per l'alloggio riferito a quanto scrive, credo anche per le spese accessorie.
Non ho la macchina ma confermo che mi hanno riferito benzina costi uguale.
C'è un risparmio del 30 per 100 sulla spesa, inoltre ad es ho preso tessera del supermercato e ad ogni spesa fanno sconto direttamente in cassa, no punti come ero abituata in Italia....
deve considerare, intanto per iniziare a valutare,  che al sud affitti e vita più cara a detta di tutti, al nord vita meno cara ma fa più freddo e quindi  spesa di riscaldamento. la zona centrale del Portogallo non so come si rapporti riguardo a queste spese, la mia è solo piccola informazione. Legga su questo forum tutto quello che può riguardo ai costi prima di prendere una decisione così importante.

Ciao Francesca e grazie per la dritta!

x spak62 e micolino5:

grazie della sincerità. In effetti ho letto vari post sul forum e direi che non ci conviene affatto trasferirci in Portogallo. Rischiamo solo di passare dalla padella alla brace. E' un vero peccato perchè, anche se non ci siamo mai stati, il clima al sud sembra davvero ottimo.
Grazie ancora di tutto. Questo sito si è rilevato davvero utile.

Buongiorno a Tutti e a Alessia,
prendo spunto da quanto detto da Spak e con dispiacere oltre a confermare quanto scritto dallo stesso Spak in maniera semplice e chiara, il mio personale parere è  che "il gioco non vale la candela".
Non é  con quella differenza di spesa che si possa vivere meglio ed inoltre tenuto conto della situazione famigliare, a mio parere, é consigliabile rimanere nel proprio paese.
A riguardo di spese luce etc che fanno parte del condominio e quindi a carico del proprietario é  una informazione errata.
Non ho altri suggerimenti, molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Ciao Alessia,
traggo spunto dal tuo scritto non per darti delle dritte (ne sto cercando anch'io) ma per la marcata malinconia,arrendevolezza e praticita' (haime') che avverto in quello che ci racconti.Malinconia e arrendevolezza che specie in questo ultimo periodo della mia vita accompagnano anche me,considerando l'infausto scenario che mi aspetta.Uno stato che non tutela le fascie piu' deboli e' uno stato che non merita il mio rispetto.Punto e a capo.Se io come te e come migliaia di pensionati (ancora non lo sono pensionato ma spero a breve di diventarlo,bonta' loro), dobbiamo,nostro malgrado,essere COSTRETTI ad abbandonare e fuggire dal nostro paese che nonostante tutto amiamo,e' uno stato a meta' che non merita la mia considerazione.Vaglielo a raccontare tu che alla  mia eta' (60 anni suonati) e' pur sempre una scelta traumatica.Vaglielo a raccontare tu che non si SCAPPA per fini pionieristici o per capriccio o per avventura o per amore o per accumulare quattrini o per eludere il fisco o per qualsiasi altra motivazione che non sia quella di vivere gli ultimi anni della nostra esistenza in modo almeno dignitoso e per nutrirsi almeno in maniera decente.Non e' una scelta di vita,ma un fuggire dalla disperazione figlia del far quadrare conti con bollette,affitti,utenze, farmaci,alimentari sottomarca e sottocosto.Non debbo nulla a nessuno.Ho gia' dato.Le regole le ho sempre rispettate.Sono loro che non rispettano i patti.Sono le istituzioni che mi hanno messo con le spalle al muro.Forti con i deboli e deboli con i forti.Per quello che mi riguarda,non glielo perdonero' mai.Ti sono vicino e per quello che puo' valere ti dico di non mollare mai.Valiamo piu' di loro,lo capirebbe anche un bambino.

Grazie alfredo per la sincerità, oggi giorno merce rara. Apprezzo molto.

Ciao Vincenzolast, concordo pienamente con quanto scritto. So perfettamente che noi siamo molto migliori di loro. Cerco ogni giorno di pensare positivo e di cogliere gli aspetti della vita, anche i più odiosi e antipatici, con filosofia. Per fortuna ho una famiglia molto unita e ci aiutiamo l'uno con l'altra.
Grazie infinite del supporto.
Non mollo.  :rolleyes:

Nuova discussione