Close

Prossimo trasferimento in Tunisia

Buongiorno a tutti,
il mio nome è Alessandro da qualche anno sto valutando insieme alla mia compagna il trasferimento in un paese estero non troppo lontano dall'europa con costo della vita più basso di quello italiano e dopo svariati viaggi e valutazioni siamo arrivati alla volta della Tunisia..
La nostra idea è partire fine aprile/primi di maggio per una ventina di giorni al fine di perlustrare la costa da Tunisi a Djerba..

Io sono un event manager da 25 anni e la mia compagna è deejay da 20 anni quindi vorremmo identificare una zona molto turistica in cui eventi e movida siano molto concentrati, qualcuno di voi ha dei consigli da fornirci?

Altra curiosità, abbiamo due cani di media taglia, mi chiedevo se fossero accettati senza particolari problemi dalla tunisia e dai tunisini e se venissero accettati nell'ipotesi di affitto casetta con spazio esterno.

Grazie mille.

Buongiorno Alessandro e benvenuto sul forum, ti rispondo subito per i cani, non ci sono problemi sotto tutti i punti di vista, i cani sono ben accettati anche dai padroni di casa (poi ci può essere quello che dice di no ai cani come avviene in Italia ma non l'ho mai trovato), per la taglia vai tranquillo ho una incrocio Husky/Malamute di 35 kg e una Montagna dei Pirenei di 65 Kg.
Per strada si va da quello che mi ferma per farsi le foto con i cani, quello che cerca di abbracciarli per fare il figo a quello che terrorizzato cambia strada ( e sono problemi suoi). Personalmente cerco di limitare le interazioni tra i tunisini e i cani anche perché mi sono reso conto che a loro (le cagnette) da fastidio. L'unica accortezza di raccogliere le deiezioni come avviene in Italia, qui non ce ne sono molti di cani padronali ed è una questione di igiene e civiltà (lo dico a tutti).

Molti padroni di casa li rifiutano.

Soprattutto se grandi.

Occorre poi attenzione e rispetto per il Paese e i suoi costumi, evitando di imporre la presenza degli animali e considerando sempre che, in quanto ospiti, se a qualcuno danno fastidio, e' opportuno tenerne buon conto. (Lo sarebbe anche in Italia, ma, come per il fumo, la maggior parte dei prorpietari di cani, di tutte le taglie, l'impone al resto del mondo come se dovessero essere graditi a tutti).

Poi anche qui cominciano a vedersi tunisini con il cane al guinzaglio.

Panorama variegato pertanto.

Nuova discussione