Close

A digiuno di tutto

Salve , Sono Marcello Falone da pescara non sono ancora pensionato..ma le cose le voglio gestire per tempo e vorrei conoscere bene la situazione .premetto che per evitare di pagare il 33/35% di tasse ai  Nostri  politici andrei a risiedere anche su marte  ,vi faccio alcune domande se mi date una risposta in base alle vs esperienze ...vi ringrazio.
1)ho letto che per essere residente non abituale e farsi accreditare la pensione lorda dall italia bisogna essere residente almeno 183 gg all anno ...ma come si fa a stabilire o a dimostrare cio?mica siamo in domicilio coatto..... c e la libera circolazione ...chi controlla se uno fa 20 gg in portogallo poi se ne va in giro per il resto del mondo ?
2)È possibile essere residente ma da solo senza la moglie che per ragioni di lavoro non potrebbe averla ma senza divorziare ?
3)Se si porta l auto bisogna cambiare targa e farla immatricolare e assicurarla in portogallo ?
4)Ci sono delle citta e relative zone dove magari gli italiani sono piu numerosi e ci si puó incontrare in club vari ?
5)Esiste la possibilità di acquistare prodotti alimentari italiani ?
6)Una volta che si sta in portogallo.... in italia si puó tenere proprietá ,conti correnti oppure si deve chiudere tutto?
7)Il codice fiscale italiano viene annullato ?
8)La patente italiana é completamente valida senza limitazioni  oppure si deve sostenere esami ?
9)Il portoghese si riesce ad imparare con facilitá oppure é difficile ?    GRAZIE.

ciao Marcello,
premesso che quanto segue lo troverai DETTAGLIATO facendo una ricerca  nel forum utilizzando la lente in alto a sx  ti dò qualche breve input ,  poi leggerai le varie discussioni ..... da  solo  :D

0) la detassazione è negata  da ITA verso PT ai pensionati exINPDAP

1) giustamente l'esenzione da tassazione per imposizione in altro stato Ag Entrate ITA la concede  se si è assenti dal suolo italico per 180gg. ...

2) NO, si spezza il centro interessi .. è necessaria una separazione consensuale

3) sì è necessaria immatricolazione, e  NON SI PUò GUIDARE ALTRE AUTO targate straniere (rispetto al PT)  una volta residente PT

4)  LAGOS sicuramente , PORTO ....  ma  riporto ricordi di lettura ..... devi andare su FBook trovi i vari gruppi e ti iscrivi

5)  sicuramente
6) è sempre legato al CENTRO INTERESSI (leggere su sito ag ENTRATE ....i conti cointestati saranno chiusi // variati  se uno dei cointestatari diviene NON RESIDENTE

7) no

8) si deve registrarla entro 12 mesi dalla residenza in PT poi alla scadenza naturale la rinnoverai come PT

9) ovviamente  va da caso a caso come tutte le cose su cui uno si può applicare o meno
COME LE RICERCHE D' INFORMAZIONI ... ehhmmmm ... mi è scappata ...  :D

Buona RICERCA  anzi RICERCHE  :cool:

Grazie

Marcello bsera rispondo sinteticamente per vedere di offrire risposte valide che suggerisco verificare con un commercialista in ITALIA....
In bocca al lupo   saluti   Hermes
vedi in seno al tuo email sotto

Salve , Sono Marcello Falone da pescara non sono ancora pensionato..ma le cose le voglio gestire per tempo e vorrei conoscere bene la situazione .premetto che per evitare di pagare il 33/35% di tasse ai  Nostri  politici andrei a risiedere anche su marte  ,vi faccio alcune domande se mi date una risposta in base alle vs esperienze ...vi ringrazio.
1)ho letto che per essere residente non abituale e farsi accreditare la pensione lorda dall italia bisogna essere residente almeno 183 gg all anno ...ma come si fa a stabilire o a dimostrare cio?mica siamo in domicilio coatto..... c e la libera circolazione ...chi controlla se uno fa 20 gg in portogallo poi se ne va in giro per il resto del mondo ?  PER ESSERE RESIDENTE IN PORTOGALLO DEVI AVERE I REQUISITI (CONTRATTO AFFITTO + DI 12 MESI OPPURE IMMOBILE DI Proprietà)  CHIEDI ALLE Autorità LOCALI LA RESIDENZA E LORO LA CONCEDONO AVVISANDO SUBITO IL CONSOLATO ITALIANO LISBONA ED IL COMUNE ITALIANO DI PROVENIENZA CHE RICEVUTA CONFERMA DAL CONSOLATO DI LISBONA , PRENDE NOTA E TI ISCRIVE NELLA LISTA AIRE.     A QUESTO PUNTO TU SPARISCI DALLO STATO DI FAMILIA DI TUA MOGLIE ............ E PER L ITALIA TU VIVI UFFICIALMENTE IN PORTOGALLO...........!!!!!  TU POI PUOI VIVERE DOVE TI PARE PER IL TEMPO CHE VUOI....ANCHE IN ISLANDA.....MA ATTENZIONE.....ATTENZIONE
2)È possibile essere residente ma da solo senza la moglie che per ragioni di lavoro non potrebbe averla ma senza divorziare ? ....SE TU PENSI DI PRENDERE LA TUA PENSIONE LORDA IN PORTOGALLO (AFFITTO, CONTO CORRENTE BANCA, ETC PAGHI LE BOLLETTE) E POI VIVERE ACCANTO A TUA MOGLIE CHE LAVORA ANCORA IN ITALIA......TI CONSIGLIO DI CHIEDERE LUMI AD UN BRAVO COMMERCIALISTA IN ITALIA Perché  S E  T I  SCOPRONO (SPIATA, USO CARTE DI CREDITO, CELLULARE, ETC ETC ) PER LA AGENZIA DELLE ENTRATE TU RISIEDI IN ITALIA DOVE RISIEDONO I TUOI "AFFETTI" (MOGLIE) E NON CI SONO SANTI CHE TENGANO...............NON RISPONDO ALLE ALTRE DOMANDE Perché A MIO AVVISO FINCHE LA SIGNORA NON ANDRà IN PENSIONE TU NON ANDRAI IN PORTOGALLO............SCUSA LA FRANCHEZZA !!
3)Se si porta l auto bisogna cambiare targa e farla immatricolare e assicurarla in portogallo ?
4)Ci sono delle citta e relative zone dove magari gli italiani sono piu numerosi e ci si puó incontrare in club vari ?
5)Esiste la possibilità di acquistare prodotti alimentari italiani ?
6)Una volta che si sta in portogallo.... in italia si puó tenere proprietá ,conti correnti oppure si deve chiudere tutto?
7)Il codice fiscale italiano viene annullato ?
8)La patente italiana é completamente valida senza limitazioni  oppure si deve sostenere esami ?
9)Il portoghese si riesce ad imparare con facilitá oppure é difficile ?    GRAZIE.

Gentile HERMES ,

sarebbe meglio qualche correzione e spiegazione compiuta al tuo post , altrimenti al buon Marcello gira la testa.

Ritengo sia il caso che TUTTI ...   (scusate se  non mi spreco mai di dirlo)  ... si facciano delle PROFONDE RICERCHE     .... QUI SUL FORUM  ......   nelle varie discussioni .....

Ci sono delle inesattezze e delle mancanze ... tante  Hermes ..... meglio essere sicuri prima di scrivere.

Stefano

concordo con le mancanze ed imperfezioni che sono forse parecchie ma la sostanza non penso che cambi molto............per questo che ho suggerito di verificare con un commercialista in italia........
MA il succo della mia risposta per il signore era che A MIO AVVISO  non conviene fare i furbi (furbi = senza offesa)......Poi ognuno è libero di fare come meglio crede..........con o senza commercialista....
saluti a tutti

Non é fare il furbo ...lo giuro...io non é che sono stato folgorato per la via di lisbona ...e voglio assolutamente il portogallo ,il motivo é uno solo :non pagare alle sanguisughe il 35% della mia pensione ...che ancora non maturo pur avendo 42 dico 42 anni di lavoro.
Pertanto se la grecia attua una politica simile o un altra nazione lo fa ....-prendo in considerazione tutto. Per la residenza mi chiedevo come si puo controllare una persona libera ...questo ê non é che stando in portogallo non si puo fare un viaggio ? Poi non c e nessun problema fare 7 mesi nell algarve mica sará una prigione, ma mi chiedevo se devono essere consecutivi o l importante é superare 183 .
Grazie
Ps
Intanto a forza di parlare di algarve il 23 mi sono gia acquistato pescara -orio-siviglia poi fino al 28 ci facciamo ,io e la mia signora  faro-Albufeira-lagos ...vengo a toccare con mano perché voglio vederla d inverno perché l estate é bella pure montesilvano qui da me .

Buonasera a Tutti e a Marcello di Pescara,

●fermo restando che sarai esonerato nel pagare l'IRPEF e successivamente (un anno dopo l'incasso  della pensione lorda, mi ripeto, del primo anno)) sarai altrettanto esonerato dalle addizionali  (puoi leggere quanto scritto, a lungo, in merito) sotto la "voce: addizionali...);

● rif.tua domanda1)

non si tratta di residenze coatte etc...

Sia da parte italiana che portoghese vogliono, vorrebbero, vorranno (!!!???) controllare la tua vera residenza e a mio avviso non é  così difficile;

Controllando il consumo delle utenze, l'utilizzo delle carte di credito e i bonifici bancari, l'assistenza  medica tramite i ricettari e le richieste presso gli ospedali, etc.., non mancano le fonti di controllo da parte degli addetti;


Non sono le autorità locali portoghesi ad informare il Consolato/Comune italiano per la pratica AIRE bensì tu dovrai svolgere la pratica presso il Consolato italiano presentando la dovuta documentazione richiesta ( vedi quanto scritto a riguardo sotto "voce AIRE e collaterari" altrimenti nel sito del Ministero Affari Esteri);


●rif.tua domanda 2)

per la legge italiana risiedere all'estero significa essere "staccati" non é  il corretto vocabolo, da affetti, interessi economici etc..

A questo punto é  meglio verificare in italia con persone di specifica competenza cosa richiede un tale ""status". Personalmente non posso dare né chiarimenti e tanto meno suggerimenti. Posso dire che é possibile ma bisogna che le "carte", mi si conceda il vocabolo non del tutto appropriato, siano conformi alla normativa italiana vigente;

●riferimento tua domanda 3)

a tale riguardo é  stato scritto tantissimo, vedi "voce auto e correlati " comunque "SÌ " per un RNH vanno fatte tutte le pratiche  (immatricolazione, patente, assicurazione)in Portogallo, entro i termini previsti dalla legge;


●rif.tua domanda 4)

Personalmente non so risponderti e suggerisco che tu ti prenda qualche giorno e verifichi sul posto eventualmente ponendo la domanda se non proprio al Consolato/Ambasciata al Centro Culturale italiano o al Sindacato  (UIM) che in un modo o in un altro, oltre alla disponibilità di tempo (credo), anche loro hanno una visione degli italiani, anche se parziale, dislocati sul territorio portoghese;


●rif.tua domanda5)

se per prodotti italiani ti riferisci a:

°pasta (Barilla, de Cecco, Agnese, Garofalo):trovi;

°fornaggi (parmigiano reggiano, gorgonzola): trovi;

° pelati  (mutti):trovi;

°caffè (Illy, lavazza): trovi;

credo che ci si possa accontentare nell'utilizzare le marche portoghesi per gli altri prodotti (almeno per quanto mi riguarda);


●rif.tua domanda6)

si possono tenere proprietà immobiliari a proprio nome (lo stato italiano ci guadagna) ma é  preferibile che le utenze non siano a nome del RNH che si é trasferito in Portogallo. Aggiungo che si possono dare in affitto le proprietà, maggior ragione le utenze a nome di chi ci abita.

Per il c/c normale, personalmente su esplicita richiesta di una banca, in italia, ho dovuto aprire un c/c per residente estero; un'altra banca non l'ha ritenuto necessario. Purtroppo, in italia, non si applicano le leggi ma si interpretano (!!!!). É da verificare con la propria banca.

Ai fini dell'INPS per il versamento della pensione, per mia personale esperienza, é indifferente c/c italiano o c/c italiano per residente estero o c/c in Portogallo.

Ci sono opinioni diverse ma ripeto si é in italia (!!!);

Comunque per informazione, percepisco la pensione in PT;


●rif.tua domanda 7)

per mia personale esperienza il CF italiano non é stato annullato e nel caso che lo si dovesse annullare, penso che sia automaticamente fatto dal fisco italiano, dal momento che si é iscritti all'AIRE e non si pagano le imposte sul reddito.  Ovviamente questo é quanto penso io nei panni di uno che non sa ne' leggere ne' scrivere;
●rif.tua domanda8)

sempre per mia esperienza personale (pur non guidando, per mia personale scelta) alla mia patente è stato allegato un attestato rilasciato da IMT (motorizzazione portoghese) e prossimamente poiché la patente italiana "scade" mi presenterò al MIT con il certificato visita medica oculistica e mi sarà rilasciata la patente portoghese (questo è quanto mi é stato riferito dalle autorità portoghesi;


●rif.tua domanda9)

il portoghese o qualsiasi altra lingua si impara con facilità o meno a seconda della propria predisposizione.

Ovviamente parlo per personale esperienza. Comunque non é una lingua difficilissima, ci si aiuta con l'italiano e molto con il linguaggio dei gesti.

Da parte dei portoghesi c'è molta disponibilità verso coloro che hanno difficoltà ad esprimersi nella loro lingua. Comunque parlano  l'inglese o il francese (nuova o vecchia generazione).


Spero di avere dato riscontro alle tue domande e mi permetto di suggerire di leggere quanto lungamente é già stato scritto in merito agli stessi argomenti da te sollevati e senz'altro troverai risposte soddisfacenti.

Altro suggerimento é  di venire di persona e di verificare la realtà nonché le soluzioni che più sono "verificate di persona " più, sicuramente, saranno "ritagliate " ad personal.

Molto cordialmente,

alfredo luigi caruso

grazie  Alfredo di tutto il tempo che mi ha i dedicato , siccome mi sono incuriosito vado a fare un raid con mia mogliuìe a fine mese .tanto ho ancora molto tempo per attivare il tutto.saluti

Buonguorno Vinnegaroon,
perfetto, il personale sopralluogo sarà di grande aiuto e chiarezza per i futuri pilastri dper una nuova vita.
Molto cordialmente,
alfredo luigi caruso

Nuova discussione