- STRUMENTI FINANZIARI - - CARTA PREPAGATA RICARICABILE CON IBAN -

Già da un po' di tempo cercavamo, per le utilità di famiglia, una carta del tipo ricaricabile che funzionasse per “monitorare” con maggior precisione le spese quotidiane in questa nuova avventura portoghese.
In Italia, per un periodo nel quale volevamo fare “i precisini”, avevamo in uso una “SUPERnonsoche” che ci andava abbastanza bene e che costava il giusto: 10 euro/anno; ne avevamo una ciascuno (mia moglie ed  io) e con bancomat o con home banking ce le ricaricavamo mensilmente per l’importo che si decideva.
Questa carta (non credo di poter fare il nome della banca), emessa a valere sul circuito MasterCard, oltre ad essere sicura per gli acquisti internet (rischi solo quello che c’è dentro) aveva inoltre anche due caratteristiche: 1) non era collegata a nessun conto corrente: era alla persona e basta, 2) riportava, espresso in chiaro, un IBAN e poteva quindi accettare direttamente bonifici dalla rete senza collegamenti col conto corrente.
Questo ci tornerebbe molto utile in questa fase perché ci sono ancora “cosine” in Italia da vendere e io ho anche pensato a concittadini che magari fortunatamente hanno una entrata periodica “da tener separata” dalla routine, così questa si presterebbe anche abbastanza bene; chessò: l’amico di un mio amico vuole comprare la mia bicicletta o il mio generatore di corrente che qui non posso portare e non mi serve più...potrebbe farmi l’accredito e mia sorella glielo/a consegna, oppure: sono fortunato ho un piccolo affitto/rendita mensile chesso' di un capanno di pesca/caccia...posso farmi accreditare questa carta con normali bonifici SEPA tenendo queste somme separate dalle altre che girano nel conto corrente.
Insomma io qui ne ho trovate 2 ...con difetti…
La prima che non so se posso scrivere il nome, ma in privato posso allegare tutto, si chiama “VIAnonsochè” o “nosochèBUY” ma costa un bel po’ sia all’emissione che come canone annuo...in più ha dei gran limiti di caricamento…
La seconda che si chiama “MONnonsochè” ma è emessa in GBP non costa gran che,...ma “cuccano” il 2% ad ogni “cambio valuta”: quindi se il movimento in entrata è in EUR loro trasformano in GBP  meno (al netto) della loro commissione…
Domanda: qualcuno ha esplorato questo terreno? Qualcuno ha novità?
Ciao a tutti!
Alla prossima!

Ciao Ivo,
vorrei segnalarti un'opzione, che si innesta solo su una parte delle esigenze indicate.

ACQUISTI ON.LINE
Da anni cioè da quando nacque uso il conto xxxPAL che fa da   intermediario tra te acquirente ed il venditore   "mascherando"  i dati della carta di CREDITO che ha fido x.xxx eur.
Posso solo parlare bene del servizio che quando utilizzato  TI ASSICURA L'ACQUISTO
evitando quindi frodi.

Che tu sia resid. PT oppure ITA .... potresti evitare tali strumenti tipo le carte ricaricabili, ed utilizzare :

- per la vita quotidiana le normali carte di DEBITO del conto bancario ordinario .

- avere la tua ruota di scorta per gli imprevisti costituita da carta di CREDITO normale  (una carta di credito è  un affidamento che la banca fa al cliente)  collegata  al conto bancario ordinario .

- per acquisti on.line  utilizzare  xxxPAL  che addebita mensilmente la carta di Credito che (a sua volta) addebita mensilmente il conto bancario.

Un saluto

Stefano

Nuova discussione