Intervista alla blogger Marta di : Domani Parto

Buongiorno,

Con piacere metto a disposizione del forum la testimonianza di Marta, autrice del blog Domani Parto.

Riporto un estratto della sua intervista:

Che tematiche tratti nel blog?
Il Blog si divide in 4 tematiche principali:
- Idee soggiorno : Soggiorni già organizzati e pacchetti con Tour , per chi vuole una vacanza piu organizzata e senza troppi pensieri
-Recensioni: Un mio personale parere su Ristoranti ed Hotel. Prediligo posticini particolari, che mi colpiscano sia nell’ ambiente  che, nel caso dei Ristoranti nella preparazione dei piatti.
-Luoghi da scoprire: Quei luoghi dove per la prima volta metto piede, che mi emozionano,  e che ho piacere di trasmettere ai lettori del blog.
- Bambini in Viaggio: Sono una Madre single e vorrei comunicare alle donne che si trovano nella mia stessa situazione, che si, si può viaggiare tranquillamente anche fuori dai villaggi all inclusive.
- Food: in questa sezione ci sono video e foto di  ricette riproposte da me oppure da Chef  o semplicemente da persone che amano cucinare e si sono prestate alla realizzazione di un video amatoriale.

Com’è una tua giornata tipo a Phuket?
Ho cambiato completamente le mie abitudini da quando mi sono trasferita.
Mi alzo presto la mattina, vado a correre sulla spiaggia, porto la mia bambina a scuola in motorino, faccio colazione in uno dei tanti piccoli bar sparsi nella mia zona, lavoro senza orari prestabiliti, vado alla ricerca di posticini interessanti.
Non c’è un limite a quello che posso fare, cerco solo di non annoiarmi ed essere il più possibile produttiva.

Quali sono le caratteristiche climatiche della zona dove vivi?

Vivo a Phuket, quindi l’ umidità fa da padrone, anche se dipende dalle stagioni,  ma comunque è sempre caldo ed io lo adoro.

Sei riuscita a costruire una rete di amicizie in loco?
Si, sono piuttosto soddisfatta delle relazioni che sto allacciando qui, c’è ancora molto da fare, ma ho comunque tempo.

Sotto che aspetti ti ha cambiata vivere all’estero?
Tantissimo, mi ha forgiata. Sono stati due anni intensi ed emozionanti ed anche molto difficili sia economicamente che emotivamente .
Adeguarsi allo stile di vita del posto non è sempre una passeggiata, ma piano piano ci sia abitua ed una volta entrati nella mentalità del luogo è tutto molto più semplice.
Devo dire che ho trovato più difficoltà a Malta che a Phuket.

Continua a leggere l'intervista : http://www.expat.com/it/expat-mag/1885- … parto.html

Clicca qui per leggere tutte le altre Interviste agli espatriati e condividile sui social networks, trovi le icone dedicate nella pagina di ogni intervista.

Se sei un espatriato e vuoi partecipare all’intervista, contattami ora!

Saluti,

Francesca

se ha un visto turistico 'No Imm O' e meno di 50 anni di eta' per il retirement, come riesce ad avere una attivita' lavorativa e/o restare in Thailandia per due anni consecutivi?

Gentilissimo Buongiorno

Come descritto nell' intervista, sono in Tailandia da circa 5 mesi e non da due anni,  non ho un' attività lavorativa,  ma seguo  la comunicazione di un piccolo Resort in remoto rispettando la tassazione Italiana, dato che ancora risiedo in Italia ed ho tutto li . Comunque, dato che le interessa tanto, la Società mi vuole assumere e sta ultimando le carte per  il '' working permit'', che sarà pronto a breve.

Grazie

Non e' per mia curiosita' ma per per dare completezza di informazione al lettore.
Il messaggio che lei trasmette con il suo blog-intervista,escludendo l'offerta di tour, e' importante per molti che vorrebbero espatriare (www.Expat.Com) e quindi l'argomento VISA non e' da sottovalutare.

Dal 2014 i militari hanno sempre piu' articolato il tipo di visto concesso.
Il lettore non deve pensare che si arriva e si puo' lavorare.
L' Immigration qui e' gentile ma non flessibile.

Restare cinque mesi  significa almeno un paio estensioni o visarun.
Fare i nomadi digitali 'da remoto' e' una cosa, lavorare in Thailandia e' tutt'altro.
Giusta la sua specifica: serve il '' work permit''

Gentilissimo

Ha ragione, non ho sviluppato il concetto del ''work permitt'' fondamentale per coloro, che come me, vogliono vivere  e lavorare regolarmente in Tailandia. Presto farò un post sul mio blog e descriverò la mia personale esperienza.

Grazie

Marta

Nuova discussione