Architetti in Romania

Ciao a tutti,

mi chiamo Angelo e sono un architetto che vive e lavora in Italia;
poiché non ho trovato discussioni aperte sul tema delle libere professioni legate ai servizi per l'architettura, il design e l'ingegneria, apro questo nuovo topic al fine di raccogliere esperienze e link utili per tutti coloro che hanno fatto dell'architettura a 360° il proprio lavoro.

Angelo

Ciao Angelo,

Ben arrivato sul forum e grazie per aver aperto questo nuovo argomento di discussione.

Saluti,

Francesca
Team Expat.com

Grazie Francesca,

aggiungo un nuovo contributo alla discussione.

www.ace-cae.eu/fileadmin/New_Upload/7._ … 17_new.pdf
"The Architectural Profession in Europe 2016 a Sector Study" è uno studio condotto dall'Architects' Council of Europe che fotografa il quadro della professione di architetto nei vari paesi membri dell'Europa al 2016.

La Romania registra un valore pari a 0,4 architetti ogni 1000 ab. contro il 2,6 dell'Italia, i valori più bassi si registrano in Bulgaria e Slovakia con uno 0,3 per 1000 ab.

In questo momento a Iași, dove vivo, c'è un boom immobiliare senza precedenti e gli architetti sono ricercatissimi.
Per esperienza e per essere sintetico: se vuoi cambiare vita e venire in Romania, mettiti un paio di mesi ad imparare il rumeno bene, poi come architetto lavori e guadagni bene.

Grazie!
Sei stato sintetico, ma hai reso benissimo l'idea; sei del settore?

Io sono prossimo nel terminare una civile abitazione nel comune di Constanta e, da mia esperienza, posso dire che le strutture architettoniche locali si differenziano da quelle italiane.
Immagino ci siano normative differenti pertanto, se fossi in te, mi informerei preventivamente.

In Romania, a differenza di una mia recente costruzione di un immobile in Italia, è stata effettuata un indagine geofisica con trivellazioni e perforazioni di sondaggio.
L'impresa edile è sempre stata affiancata da un ingegnere civile indipendente con il compito di controllare la qualità del materiale utilizzato per le fondazioni, la profondità di scavo, qualità e misura delle strutture portanti.
Davvero incredibile la quantità di cemento armato utilizzato.
Altra differenza rispetto ad una civile abitazione italiana: non si fanno uso di falsi stipiti per porte e finestre, le tubature del gas devono essere sempre "a vista", impianti elettrici devono essere adeguati per una potenza monofase fornita di 8.7 Kw.
Se mi viene in mente altro lo aggiungo, in tutti i casi è visibile anche da un ignorante del settore come il sottoscritto che la robustezza e dimensioni della struttura portante è nettamente superiore a quella adottata in Italia ( zona Pianura Padana ).

Nuova discussione