Close

Crescere i figli a Panama

Buongiorno,

Com’è essere genitori a Panama?

E’ un Paese adatto per crescere i figli ed offre loro un futuro migliore rispetto a dove sono nati?

La città dove abitate è a misura di bambino?

Vivendo all’estero, quali sono state le principali paure, o difficoltà da fronteggiare,  e come le avete superate o le state affrontando?

Esiste un supporto scolastico per i bambini stranieri?

Come si svolge la quotidianità di una famiglia italiana a Panama? Cosa vi piace fare nel tempo libero?

Se non vi foste trasferiti, sareste stati dei genitori diversi e sotto che punti di vista?

Grazie per la condivisione,

Francesca

Direi che in primo luogo bisogna vedere se i figli sono nati e cresciuti a Panama o se hanno trascorso una parte della loro vita in Italia. Come per gli adulti, anche per i ragazzi, specie se già grandi, le differenze tra Panama e l'Italia sono notevoli. Il sistema scolastico-educativo non ha lo stesso spessore di quello europeo, ma ci sono buoni istituti privati dove si insegnano le materie principali. Di sicuro a Panama non si studiano latino, greco o filosofia. Ma, e questo può essere un vantaggio per il futuro, l'economia panamense non risente della crisi che ha colpito l'Italia e altri Paesi europei e le possibilità lavorative abbondano se ci si forma nei campi giusti: ingegneria, finanza, legge e sempre che ci si naturalizzi o si prenda la cittadinanza panamense. In caso contrario diventa complicato svolgere una professione a Panama, perché molte professioni sono riservate.
Anche sotto l'aspetto culturale molte cose sono diverse. La cultura latina è una cultura non "appesantita" da secoli di storia, dunque lo spessore intellettuale generale è di livello basso, a meno che non ci si rapporti con chi ha studiato all'estero, per esempio in Europa o negli USA.
A livello urbanistico, poi, la mancanza di piazze e abitudini europee legate a piccoli centri di aggregazione rende la socializzazione differente: ci si incontra nei locali o a eventi e manifestazioni artistiche di vario genere. E questo spinge i ragazzi a vivere la città soprattutto di notte.
Esistono tuttavia molte attività sportivo-ricreative che aiutano i ragazzi ad integrarsi. Specie sulla Cinta Costera, dove si praticano sport e discipline varie a volte anche con lezioni gratuite.
Naturalmente chi si è trasferito qui in età adulta conserva la sua visione del mondo e immancabilmente la trasmette ai figli. Ma l'ambiente fa il resto. Panama è una città d'affari e di feste, non un polo culturale.
Perciò crescere figli a Panama equivale soprattutto a dare loro possibilità che probabilmente non avrebbero nel Paese d'origine, considerando anche che Panama è la più "americana" delle città del Centro-America e forse dell'America Latina, per vicinanza geografica e per alcuni stilemi culturali divenuti parte del vivere quotidiano, come si può facilmente notare dall'uso frequente di parole e modi di dire americani.

Nuova discussione