Close

Crescere i figli in Ungheria

Buongiorno,

Com’è essere genitori in Ungheria?

E’ un Paese adatto per crescere i figli ed offre loro un futuro migliore rispetto a dove sono nati?

La città dove abitate è a misura di bambino?

Vivendo all’estero, quali sono state le principali paure, o difficoltà da fronteggiare,  e come le avete superate o le state affrontando?

Esiste un supporto scolastico per i bambini stranieri?

Come si svolge la quotidianità di una famiglia italiana in Ungheria? Cosa vi piace fare nel tempo libero?

Se non vi foste trasferiti, sareste stati dei genitori diversi e sotto che punti di vista?

Grazie per la condivisione,

Francesca

Buongiorno, sondaggio interessante. Proverò a rispondere punto per punto.

Com’è essere genitori in Ungheria?
Bellissimo e difficilissimo come in qualunque altra parte del mondo!

E’ un Paese adatto per crescere i figli ed offre loro un futuro migliore rispetto a dove sono nati?
Lo spero, visto che io e mia moglie abbiamo deciso di trasferirci dal Kazakistan, dove vivevamo bene e dove sono nate le nostre bimbe, in Europa, e abbiamo scelto Budapest come meta ideale per vari motivi:
- Crescere i figli in Europa anziché in Kazakistan dovrebbe offrire loro maggiori possibilità di sviluppo culturale e personale. Budapest si trova nel cuore dell'Europa, quando saranno grandi avranno possibilità di viaggiare per tutta Europa. Inoltre è una città che offre musei, concerti, architettura...
- Possibilità di lavoro per chi parla qualche lingua straniera
- Città a misura d'uomo
- ecc. ecc. ( ma andiamo fuori tema, stiamo parlando dei bambini)

La città dove abitate è a misura di bambino?
Assolutamente sì. Parchi giochi, agevolazioni economiche, tranquillità, e tanto tanto ancora...

Vivendo all’estero, quali sono state le principali paure, o difficoltà da fronteggiare,  e come le avete superate o le state affrontando?
La lingua, ed è ancora una grande preoccupazione. Siamo qui da 5 mesi e nonostante le bambine frequentino un asilo ungherese non vedo ancora progressi. 

Esiste un supporto scolastico per i bambini stranieri?
Riallacciandomi alla risposta precedente, temo che all'asilo stiano facendo poco per aiutare le bambine ad integrarsi. Temo che anche a scuola (mancano comunque due anni) possano avere problemi, e sto pensando di mandarle alla scuola italiana, anche se parlano più russo che italiano.

Come si svolge la quotidianità di una famiglia italiana in Ungheria? Cosa vi piace fare nel tempo libero?
Nel weekend ci piace passeggiare con i bambini e visitare i vari parchi giochi, o attrazioni turistiche.

Se non vi foste trasferiti, sareste stati dei genitori diversi e sotto che punti di vista?
Difficile rispondere, forse saremmo stati più autoritari, invece il fatto di condividere con loro l'esperienza di essere in un paese straniero ci avvicina a ci accomuna di più.

Nuova discussione