Close

pensionato cerca consigli per la nazione piu' adatta per trasferirsi

Salve a tutti.Sono un pensionato stressato di vivere in Italia,di avere una pensione minima bloccata da anni,stanco per le vessazioni dell'euro,ingenti tasse,immigrazione.
Cerco di" sopravvivere" nonostante l'ansia per le preoccupazioni di arrivare a fine mese.
Vorrei trasferirmi in una nazione(no canarie,bulgaria,paesi dell'est)fuori euro.L'america latina per lontananza,criminalita' e insicurezza generale(vedasi i loro governi,colpi di stato,ecc..)la escluderei.
Ho poche pretese:per la mia salute vorrei trasferirmi in un posto di mare in un paese che che è come l'Italia negli anni 60/70.Cerco tranquillita' con un costo della vita basso,senza impazzire con tasse inique,burocrazia vessatoria,imposizioni di fare pagamenti,certificati on line,limitazione del contante e altre complicazioni per un anziano.Purtroppo avendo problemi di salute ho bisogno di una sanita' pubblica "decente"senza dover ricorrere sempre a quella privata.
Pensavo(dato la vicinanza con l'italia)alla Tunisia,ma non parlo arabo/francese:per ogni esigenza (burocrazia,tasse,banche,sanita',ecc)come farei ?
Inoltre mi hanno detto che le banche sono costose e non danno nessun interesse sui risparmi su cui contavo per vivere(tipo btp)e come fidarsi per firmare investimenti se gia' in Italia(vedasi banca etxxxx,ecc)ti truffano?Idem per altri documenti (acquisto,affitto casa,ecc).
A parte "l'isola che non cè" dove mi consigliereste di trasferirmi e per quali buoni motivi?
Grazie.
Sergio 21

Buongiorno,

confermo che, tra i molti pregi che la Tunisia puo' offrire ai pensionati europei, non si annovera di certo il tasso d'interesse bancario per i risparmi, e mi rendo conto che questo puo' limitare nella scelta di chi deve contare unicamente sulla pensione come sostegno economico.

Detto cio', mi permetto di ricordarle che le convenzioni attuali permettono di recuperare oltre il 40% sull'importo lordo della sua pensione, il che significa che chi per assurdo avesse 1.000 euro lordi, e ne intasca quindi netti meno di 600 in italia, qui recupererebbe la quasi totalità della differenza. A questo mi permetto di aggiungere il vantaggiosissimo tasso di cambio, che permette di moltiplicare praticamente per 3 il potere d'acquisto.

Ora, in Tunisia quasi 3.000 dinari permettono una coppia di pensionati di vivere davvero davvero bene, soprattutto in zone balneari e non estremamente "vip", basti pensare che un trilocale con giardino non lontano dalle spiagge di Hammamet, parzialmente ammobiliato, lo si trova tranquillamente a 800 dinari al mese. Con il resto potrete mangiare bene, pagarvi una persona che si occupi delle faccende domestiche, farvi un abbonamento in una spiaggia o ingressi in hotel per la talassoterapia che fa bene da 0 a 99 anni, e magari vi resta anche qualcosa per qualche ora di corso di francese privato a casa vostra.

Con un po' di pazienza, potrete anche ottenere l'adesione alla convenzione con la cnam e cnss (equivalente dell'inps) per farvi rimborsare spese mediche e medicinali. La sanità privata é ottima ed accessibile (una visita medica specialistica costa l'equivalente di 15 euro). La Tunisia soffre per molti motivi e cerca di tener fuori la testa dall'acqua con molte difficoltà, ma per chi ha redditi in euro é un po' l'isola che non c'é.

La lingua non é un problema, molti si fanno capire in italiano, per il resto basta essere diffidenti dai fac-totum che si proporranno per qualsiasi servizio allo scopo di spillarvi soldini, ma quelli ci sono un po' ovunque.

Buona fortuna!!

Buon giorno e grazie per la gentilezza.
Purtroppo la mia pensione inps è la minima di 500 euro(bloccata da secoli..)e percio' non potrei recuperare niente.Ecco perchè contavo sui risparmi.Almeno che non ci sia la possibilita' di spostare in una banca tunisina i btp Italiani..ma non so' cio' quanto potrebbero farlo pagare nel conto..
Per il luogo pensavo ad Hammamet(vicino a Tunisi)sperando che ci siano gia' pensionati Italiani organizzati per sanita', negozi,uffici,medici,ecc che mi possano dare suggerimenti o aiuti.
Per la sanita' io avendo l'invalidita' piu' varie patologie qui in Italia "sarei" esonerato dal ticket,ma purtroppo ci sono liste di attesa da 6 mesi a un anno!
Non so' se in Tunisia tale esonero per invalidita' e patologie mi verrebbe riconosciuto(con esami,ecc alla mano)
Ad Hammamet pero' non mi risulta un ospedale pubblico.
Ancora grazie e sinceri saluti.
Sergio 21

Ciao

In Thailandia, visto pensionato, costa 350 dollari annui , con agenzia. Senza 300
Occorre deposito di 20 mila euro, da mostrare con libretto conto banca, dispobili 3 mesi prima del rinnovo annuale.
L' Aria anni 70/80 , si sta diradando, al sud  e sulle isole, al nord forse rimane in province remote.
Con piccolo apt  di prop. bastano 500 euro al mese.
Sanita' , strutture private valide ve ne sono, cn costi che oscillano, tra alti al sud, medi al nord. Un esempio, test clinici controllo annuo ad ampio spettro, cn una ventina di esami, costa 120 euro.
Interessi bancari bassi in Thailandia, meglio Laos, Cambogia Vietnam.

Buona Fortuna

Nuova discussione

Risparmia sui costi del trasloco

Richiedi un preventivo gratuito e confronta prezzi e servizi di traslocatori internazionali.