Close

Conoscenza portoghese per comunicare

Io vi posto questo nuovo quesito:
Se nella bella terra Lusitana, un expat italiano si trova in una situazione di emergenza  di salute ad esempio, o anche nel routine quotidiano, in che modo riesce a farsi capire con  un medico  portoghese? So bene che molte volte la diagnosi 'parla da sè', oppure che qualche medico parla pure in inglese, ma ad ogni buon conto mi interessa -basando alle vostre esperienze- chi arriva in Portogallo non ancora con un portoghese al livello di poter raccontare tutta la sua anamnesi (la storia del suo stato di salute) per lo meno al primo incontro, come se la cava?
Grazie mille in anticipo per i vostri contributi

Katiswannie

Buona domenica, ho avuto modo d saggiare la calma dei medici portoghesi e farmi capire con poche parole portoghesi,miste a inglese, ma anche facendo leggere la storia che avevo preparato con google traduttore. Usalo, ormai abbiamo tutti un palmare e si può usare come se stessi in Italia, stessi costi
Spero d aver dato un buon consiglio
Buona vita

In Portogallo (almeno a Lisbona) la maggior parte della gente parla inglese e molti anche il francese. I medici non fanno eccezione. Io ho avuto due esperienze con medici diversi e in tutti e due i casi ho potuto discutere in inglese o in francese. (Ma in generale, se si parla in italiano, soprattutto di argomenti diciamo ''standard'', si viene capiti comunque).
Il Portogallo e'un piccolo paese periferico con un passato di poverta' e emigrazione: moltissime persone  fanno o hanno fatto esperienze di studio e di lavoro all'estero (per dire, in Francia i portieri sono tutti portoghesi). I medici vanno in Francia o in Inghilterra fare stages, congressi e corsi di perfezionamento: quando tornano a casa hanno un bagaglio di lingue apprese sul ''campo'' e non solo a scuola.

PS: sonostato a vedere uno specialista in un ospedale privato di Lisbona: hanno perfino una linea telefonica riservata agli stranieri, che raccoglie le prenotazioni e spiegare le diverse procedure.

se è così  è molto confortante... quindi si spera-oltre di non avere certe emergenze- che noi siamo sempre in grado di  saper decifrare al meglio possibile anche ciò che ci intendono  comunicare... :)
Oltre all'inevitabile happening (parole fraintese) del momento mi auguro che i
medici, infermieri, etc...o forza dell'ordine in certi casi,  siano veramente  dotati di fantasia, creatività e sopratutto di voglia di aiutare anche in un mix di lingue nei confronti chi poliglotta non è. :/

Kati

Aggiungo: sul sito dell'ambasciata e' indicato un medico che NON parla italiano e in piu' ha lo studio alla fine del mondo

Giovanni ... cioè i intendi che è l'unico che non parla italiano essendo lontano
e segnalano che lui non lo parla lasciando intendere che gli altri sì ??

Grazie

???e' il medico indicato dall'ambasciata.ti aspetti che parli italiano invece no.sta a casa di dio.dunque tanto vale spingere la prima porta e andare da uno a caso

Partendo dal fatto che secondo me per integrarsi con un popolo conoscere la lingua è fondamentale, mi permetto di suggerirti il "dizionario plus di portoghese  editrice *, come dizionario essendo un tascabile è abbastanza limitato ma ha una parte finale di 114 pagine dedicata alla conversazione e nello specifico una parte dedicata alla salute con un elenco delle patologie, richieste di farmaci etc...
Il costo è irrisorio io l'ho comprato qui

Moderato da Francesca il mese scorso
Motivo : Invia dettagli tramite messaggio privato, grazie

Visto che siamo in tema ......
io ho usato (ed uso)  la APP    VOICE  TRANSLATOR  scaricando i dizionari in Portoghese.

Esiste per sistemi operativi  IoS, Android ed .... udite udite anche Windows.

Avendo un WindowsPhone  è una rarità reperire qualcosa di utile per questo sistema operativo ,

Funziona sia in scritto che in parlato  (voce maschile, femminile a scelta) è in pratica un TRADUTTORE  SIMULTANEO da te a loro (PT )e da loro a te.

A dirvi il vero, questo per me comunque non sarà un problema, perché in questi 2 anni che mi aspettano prima di arrivare in Portogallo, io inizierò a studiare il portoghese, proprio per avvicinarmi al più possibile a questa meravigliosa gente, quindi mi auguro già arriverò ben più 'preparata'  di un dizionarietto di fortuna, dove raramente si trovano certe  sfumature, a volte basilari   per non farsi fraintendere. Questo dicasi anche per Google Translator, che se qualcuno è un po' afferrato in lingue, si mette le mani ne capelli per le strafalcionate...
Io mi riferivo invece alla vasta platea di coloro che sono lungi di munirsi anche di dizionari, o quant'altro...
Poi per forza ci vorranno anni per assimilare la lingua, la cultura, le abitudini, e i modi di dire...ciò che è capitato a me, che sono di madre lingua ungherese, oramai nazionalizzata italiana. Quindi- anche in qualità di  traduttore-  so bene  quanto sia importante l'acquisizione di una lingua, e di esprimersi più correttamente possibile.
:)

Ottima impostazione  ... G R A N D E

Vi ringrazio per le vostre risposte. :)  :cheers:

Questo significa affrontare un passo con la giusta serietà.  I miei complimenti !!!  Domani inizio lo studio della lingua ... al limite, se non dovessi riuscire a trasferirmi, avrei acquisito una nuova conoscenza ed avrei continuato a stimolare il cervello con altri interessi.  Buona serata signora Kati  :cheers:

E' vitale capire quello che dicono e altrettanto farsi capire. Oltre tutto, dimostrando loro che ci impegniamo ad integrarci nel loro tessuto sociale potrebbero avere un'apertura maggiore nei nostri confronti.
........ se penso che spesso non ci intendiamo fra noi italiani........ Io vivo ancora in Italia, spero per poco.  Ogni volto che entro nel Forum, resto ammirata di quanto siate tutti disponibili. Grazie davvero.
Ciao a tutti. Maria

Nuova discussione

Traslocare in Portogallo

Consigli per preparare un trasloco in Portogallo