Close

Iscrizione AIRE (Anagrafe Italiani residenti all'estero)

Salve,

Mi chiamo Alberto, ho 37 anni e sto valutando di trasferirmi negli Stati Uniti a fine anno, come professore in una università pubblica americana. Ho alcune domande da porgervi e mi chiedevo se sapete gentilmente rispondermi.

1) Ho letto in internet che "Sono beneficiari dell’assistenza sanitaria italiana all’estero, in forma diretta o indiretta, le seguenti categorie: Titolari di borse di studio  presso Università o Fondazioni estere legalmente riconosciute etc...". Con il fatto che lavorerò in una Università pubblica americana posso quindi mantenere assistenza sanitaria in Italia? Qual è la procedura da seguire per non perderla?

2) Nel caso perdessi la assistenza sanitaria ho letto che quando sono in vacanza in Italia ho diritto solo a prestazioni urgenti fino un massimo di 90 giorni nell’anno in corso vero? Ma solo in Italia o in tutta l'Unione Europea? Io vado spesso in Olanda per collaborazioni e conferenze ad esempio.

3) Se mi iscrivo all'AIRE la casa che possiedo in italia è considerata seconda casa?

4) Se compro casa negli Stati Uniti e sono  iscritto all'AIRE devo dichiararla in Italia o solo negli USA? E se non mi iscrivessi (o se ad esempio ritornassi in Italia)?


Vi ringrazio
Cordiali saluti
Alberto

Ciao Alberto,

Ben arrivato su Expat.com!

Ti risposto alla domanda tre: si è considerata seconda casa.

Un saluto,

Francesca
Team Expat.com

Nuova discussione

Traslocare negli Stati Uniti

Consigli per preparare un trasloco negli Stati Uniti