Close

AIRE + RNH sistemazione portafoglio deposito titoli ex.ITALIA

Ma da dove arriva questa notizia? Sembra talmente  improbabile.....

se l'ho citata è perché l'avrò ben letta da qualche parte !
quando ho tempo ti scrivo ancora un paio di righe un po' più esaustive

Robj999 :

x luited e macke50
con tutto rispetto , in riferimento alle paure immotivate e arzigogoli inutili , tutto questo ottimismo potreste spiegarlo a quell'Italiano , residente negli Stati Uniti, con moglie americana, figlio nato e residente in Miami ,lavoro di dipendente  a Miami , attestazione di residenza ufficiale Americana, nessun bene in Italia, nessuna scheda telefonica,nessuna utenza , nessun veicolo  in Italia,gli è stata contestata la residenza " perché la madre aveva tenuto una cameretta (quella che aveva dalla sua infanzia )a disposizione per quando andava a farle visita nelle vacanze"
Cordialità
Roberto

.    Roberto, io parlo di trasferimento in un paese europeo UE, un cittadino ha tutto il diritto di trasferirsi e di avere conti correnti in questi paesi, basta dichiarare la residenza in banca, al comune, alla motorizzazione, al l’assicurazione, poi non ricordo se ci sono altre segnalazioni da fare. Poi vivere davvero nel nuovo paese. Se non ha cose complicate da gestire in Italia ,o attività redditizie che gestisce in prima persona ,credo che non abbia alcun problema con il fisco. Non ho letto fin’ora situazioni critiche con il fisco( e penso che i giornali lo direbbero, perché ormai non sanno più cosa scrivere). Diverso se, come mi sembra di capire, si vuole migliorare la situazione tasse su patrimonio finanziario, trasferendo, dichiarando o altro. Ma un povero cristo di cosa si dovrebbe preoccupare ? Per il caso che citi tu, a parte che si tratta di USA, sinceramente non conoscendo il caso si può dire tutto e il contrario di tutto. Chissà qual’e la situazione di quel signore. Ma ,in questi anni ,se ci fossero stati casi significativi in Europa ,verso i poveri cristi, penso che i giornalisti avrebbero fatto articoli pro e contro. Io suggerisco di vivere il trasferimento con serenità, stando attenti il giusto, e non vivendo una situazione da “grande fratello”, poi ognuno fa quel che ritiene giusto per se.ciao, luigi

Capisco perfettamente e sono in linea  col tuo pensiero : io non voglio creare allarmismi ma mi sono " divertito " ( chiaramente è un eufemismo ) nella ricerca di sentenze "bizzarre " per quello che riguarda i residenti esteri dal momento che ne sarei diventato diretto interessato !
Cito con l'occasione  IL Fisco fascicolo 1
premessa "certo è che le pretese del fisco non sono sempre coerenti e sistematiche ,e pertanto diventa lecito supporre tutto e il contrario di tutto"
"Ipotizziamo per esempio  che il pensionato percepisca  solo un reddito di pensione e un reddito di locazione  per l'affitto dell'unica abitazione di cui dispone in Italia (pertanto nello stato Italiano non ha più a disposizione una dimora); ipotizziamo ancora che tali redditi siano accreditati sul conto estero  in cui risiede, le movimentazioni di tale conto (l'unico di cui il soggetto dispone)confermano le abitudini di vita nello Stato estero(paga utenze, ivi sostiene le sue spese correnti) ed infine non sono riscontrabili in Italia relazioni personali importanti poiché l'uomo  non ha più una famiglia di origini e non ha figli  e moglie
Solo in siffatto modello semplificato si può ragionevolmente ritenere che il pensionato abbia acquisito per  l'ordinamento italiano lo status  di  NON RESIDENTE.
Ogni divaricazione dello stesso ( ad esempio , il soggetto ha figli  in Italia,la dimora NON è LOCATA MA A SUA DISPOSIZIONE  ) indebolisce  l'assunto della non residenza  e innesca il rischio censure
Di questi concetti  dobbiamo essere a conoscenza
e poi ognuno ne faccia  ciò che vuole
Cordialmente
Roberto

Italiano , residente negli Stati Uniti, con moglie americana, figlio nato e residente in Miami ,lavoro di dipendente  a Miami , attestazione di residenza ufficiale Americana, nessun bene in Italia, nessuna scheda telefonica,nessuna utenza , nessun veicolo  in Italia,gli è stata contestata la residenza " perché la madre aveva tenuto una cameretta (quella che aveva dalla sua infanzia )a disposizione per quando andava a farle visita nelle vacanze"

Aaaaaghhhhh !!   che male .....

Mi piacerebbe leggere la  notizia.. dove la cerco ?

è una sentenza che ho trovato casualmente  ed era un rafforzativo nel contesto di una analisi
di residenza estera, ( circa 2 anni or sono )
è così incredibile che non è possibile scordarla
cerco di vedere se riesco a rintracciarla
saluti

....ed infine non sono riscontrabili in Italia relazioni personali importanti poiché l'uomo  non ha più una famiglia di origini e non ha figli  e moglie
Solo in siffatto modello semplificato si può ragionevolmente ritenere che il pensionato abbia acquisito per  l'ordinamento italiano lo status  di  NON RESIDENTE......

Voglio dire:
Ma il buon senso o la logica:
Stando a quando scritto sopra sembra che possano trasferirsi al'lestero solo gli scapoli.!!!!!!
Tutti o quasi tutti noi pensionati abbiamo una moglie o una compagna con la quale andremo all'estero o una ex moglie alla quale paghiamo gli alimenti o siamo vedovi, abbiamo dei figli e dei nipoti che vivono con la loro famiglia, abbiamo una casa in cui abbiamo vissuto fino ad oggi e dove vorremmo tornare in quei periodo di ritorno in italia, abbiamo un conto corrente su cui si pagheranno le bollette della casa ecc....

Tutte queste realtà non le puoi cancellare o chiudere.
Credo che il fisco, per quanto ottuso, non possa sindacare queste realtà e contestarle potendo dimostrare con un contratto di affitto, gli scontrini ecc. che la tua vita la vivi realmente là.
Sarò inguaribilmente ottimista....
Ciao a tutti

macke50 :

....ed infine non sono riscontrabili in Italia relazioni personali importanti poiché l'uomo  non ha più una famiglia di origini e non ha figli  e moglie
Solo in siffatto modello semplificato si può ragionevolmente ritenere che il pensionato abbia acquisito per  l'ordinamento italiano lo status  di  NON RESIDENTE......

Voglio dire:
Ma il buon senso o la logica:
Stando a quando scritto sopra sembra che possano trasferirsi al'lestero solo gli scapoli.!!!!!!
Tutti o quasi tutti noi pensionati abbiamo una moglie o una compagna con la quale andremo all'estero o una ex moglie alla quale paghiamo gli alimenti o siamo vedovi, abbiamo dei figli e dei nipoti che vivono con la loro famiglia, abbiamo una casa in cui abbiamo vissuto fino ad oggi e dove vorremmo tornare in quei periodo di ritorno in italia, abbiamo un conto corrente su cui si pagheranno le bollette della casa ecc....

Tutte queste realtà non le puoi cancellare o chiudere.
Credo che il fisco, per quanto ottuso, non possa sindacare queste realtà e contestarle potendo dimostrare con un contratto di affitto, gli scontrini ecc. che la tua vita la vivi realmente là.
Sarò inguaribilmente ottimista....
Ciao a tutti

Tutta questa realtà si chiama "DOMICILIO" ed è il ventre molle della nostra situazione
saluti

aggiungo per tutti ....

il CENTRO DI  INTERESSI (economico, sociale, affettivo)  come dichiarato sul sito AgEntrate ed in numerose sentenze di Cassazione.

Appunto, avendo case, figli (conviventi), abbonamenti alla palestra (annuali)  case a disposizione con elevati consumi  ecc.eccc.

mi permetto di intervenire sul tema
il problema di un portafoglio importante mobiliare o immobiliare é di averlo (cioè essere "ricchi" o almeno "benestanti") ed in tal caso affidarsi ad un fiscalista che avrà mille modi per metterlo al riparo dalla vampiresca avidità delle nostre tassocrazie forti coi deboli ma deboli e complici coi forti
secondo me per chi ha meno di 100,000 € il problema non si pone: é meglio metterli nella banca dove si ha il c/c principale, possibilmente una banca di dimensioni e serietà internazionale, ce ne sono moltissime, investendo in un portafoglio da cassettista e mettersi in regola con la possibilità di controllare i propri beni facilmente
tenere più conti diversificando é molto costoso e difficile da seguire se non si é esperti di gestione

Ciao. Ribadisco la mia posizione:

1) resteremo in portogallo almeno x 9 mesi
2) Una moglie dalla quale sono separato ed alla quale pago come da verbale di separazione gli alimenti e che vice a 150 km da me
3) due figli che vivono per con la loro famiglia a 150 km di distanza da me
4) La casa nella quale abito ora e che sarà riaperta x i saltuari ritorni in italia quindi con utenze aperte ma con consumi molto limitati
5) Nessun altro abbonamento nè a palestre ne ad altro. Chiuderò anche l'abbonamento al telepass
6) Rimarrà aperto il conto corrente in banca per il pagamento del mutuo che verra reintestato a me ma come residente all'estero (aire)

Credo che in questo modo sia cautelato e tutelato a sufficienza.
Ditemi voi se debbo usare altre precauzioni x stare ancor piu tranquillo
Grazie e ciao a tuti

Credo che ogni intervento sul tema sia gradito a tutti
Ciao

macke50 :

Ciao. Ribadisco la mia posizione:.........................Ditemi voi se debbo usare altre precauzioni x stare ancor piu tranquillo  Grazie e ciao a tutti

Giusto il discorso del Telepass ITA
E' quello che farei/rò io .... situazione PULITA e  facile.
Complimenti

In sostanza chi ha poco si preoccuperà poco (ed anche il fisco si preoccuperà poco) ..chi ha molto (dove comunque il molto è un concetto relativo e personale) ..insomma chi ha fa bene a  cercare di non perderlo ....e fa bene ad essere preciso e meticoloso perché ogni errore ha un costo talvolta molto salato.....e' in atto un esodo della terza età che va dalla necessita di sussistenza ai più benestanti  e lo strumento della presunzione del centro di interessi è strumento fortissimo per bloccare o rimandare mesi e anni....basta una figlia iscritta ad universita'  una casa disponibile e adieu...inizia quantomeno battaglia legale ei il vantaggio o benessere va a farsi friggere o diventa un casino....invece di migliorarci la vita ci infiliamo in un casino..

Fossi al "governo" ...Certo l'esodo va contro gli interessi economici del mio paese...ma invece di perseguitare i miei che fuggono ...farei una bella detassazione. Es .Sardegna puglia e altre regioni attrattive  a tasse 0 e iva agevolata per tutti i pensionati europei (e non solo). attirando quegli degli altri .dando una risposta d'attacco e positiva e competitiva...

ciao a presto

A marzo uno di scelta civica aveva proposto di far venire Pensionati stranieri con una tassazione del 10% .
E' stata bocciata subito e Mai piu' ripresa per la finanziaria. Come si evince il governo italiano non vuole far riprendere l'economia italiana, ma solo tartassare gli italiani

bravo Damiano  ;)

Sono d'accordo con te. Speriamo di non incappare in una situazione così deprimente.
Ma a qualcuno del forum è capitato un accertamento di questo genere?
Ciao a tutti. Carlo

Non so se e’ rimasta una proposta di legge oppure e’ stata recepita, ma in Italia avevano proposta una flat tax a 100K.

Chi reputa conveniente una flat  a 100000 euro puo' vivere mooolto bene in qualsiasi parte del mondo senza problemi ...magari è appassionato del bel paese e dopo 2 mesi in costa smeralda e 2 a  cortina trova interessante negli ultimi 2 girellare tra un shopping a Milano e una visita in citta' d'arte ....altri 6 mesi chissà dove...dopo qualche anno si stufa e cambia.....non so per chi è stata pensata questa legge ma non credo per i frequentatori di questo blog ...o si ?? ha ha

Una questione che secondo me' e' non semplice da valutare è  che questa situazione dei pensionati italiani che vanno in Portogallo per beneficiare della Residenza non Abituale è  abbastanza recente, mentre il fisco Italiano è  molto lento per cui se ci saranno problemi nel vedersi riconosciuta la residenza all'estero lo si vedra' nei prossimi Anni!

Le Canarie sono almeno 10 anni cosi come Tunisia, il Portogallo recente , ma si aggiunge alle recenti Bulgaria Malta Montenegro Cipro Marocco Thailandia  Citando pesi fiscalmente white list  I numeri diventano importanti. .e anche gli interessi in gioco ...a mio parere per quelle europee si dovrà rispettare scrupolosamente le normative ,cambiare davvero e non dare appigli...ma fatto cio' non dovrebbero esserci problemi.

Sono pienamente d'accordo su quanto dici e certamente ognuno cercherà di far le cose seriamente x stare tranquillo ma sono convinto che tutto non potrà filare liscio non per negligenza ma x ignoranza.
Ciao a tutti

L'ignoranza va evitata...e poi se tutto fatto bene deve andar bene...la libera circolazione di persone in Europa  è la base....altrimenti addio  Europa e vedremo che mondo sarà

Nuova discussione

Traslocare in Portogallo

Consigli per preparare un trasloco in Portogallo