Close

Vivere in Tailandia da pensionato

Buogiorno a tutti,

Se siete pensionati in Tailandia raccontateci la vostra esperienza!

Quali sono i motivi che vi hanno portato a preferire la Tailandia su altre destinazioni: clima, costo della vita, regime fiscale agevolato?

Quali sono le formalità burocratiche da espletare per il trasferimento della pensione? Vi siete avvalsi dei servizi di un’agenzia specializzata o avete fatto da soli?

Altro punto importante su cui concentrarsi è il sistema sanitario in Tailandia: com’è strutturato, che qualità di servizi eroga ed in che misura potete avvalervene?

Quali consigli potete dare ai futuri pensionati per meglio organizzare il loro trasferimento?

Grazie mille per il contributo,

Francesca

Ho scelto di vivere da pensionato in Thailandia dopo essere stato in Brasile, Santo Domingo e Tunisia. Ho scelto la Thailandia per il clima, la cordialita' della gente, il mare, il cibo, il costo della vita e anche per le agevolazioni fiscali. Prima di arrivarci, in Thailandia, ho fatto una lunga ricerca e ne ho sritto anche un libro. Titolo "x", pubblicato da x editore nel 2013, che ha venduto 6.800 copie. Le formalita' burocratiche, da ex giornalista che ha girato il mondo, le ho espletate da solo. Le agenzie che propongono quest genere di assistenza, In Thailandia, spesso sono incompetenti o truffaldine. L'assistenza sanitaria in Thailandia e' ottima, ma privata  e bisogna provvedere a una buona assicurazione. Che consigli dare a chi vuol trasferirsi da pensionato in Thailandia? Avere una discreta o media pensione, scegliere il posto giusto dove trasferirsi e, per tutti gli altri consigli pratici leggere il mio libro, Che si puo' acquistare su x con il titolo di "x". In chiusura: io sono certo di avere fatto la scelta giusta.

Moderato da Francesca 4 mesi fa
Motivo : Grazie per non fare pubblicità sul forum. Invito gli utenti interessati all'acquisto del tuo libro a contattarti tramite messaggio privato per dettagli.

Vivere da pensionati in Thailandia può essere la cosa più semplice del mondo se si conoscono alcuni accorgimenti per evitare di andare a zampe in aria (economicamente parlando).
Volendo dare solo alcune indicazioni di massima si ottiene:
1)    Dobbiamo avere una pensione non inferiore ai 1200 euro al mese (quindi se ne va a quel paese il sogno di tanti pensionati con un budget mensile di 800 euro)
2)    Se siamo scapoli o vedovi è estremamente rischioso sposare una Thailandese; potremmo infatti aver incontrato una persona molto buona o, ancor più probabile, la solita asiatica interessata ad avere un ATM personale (noi) senza alcun sentimento reale nei nostri confronti. W la convivenza!
3)    Dobbiamo essere consapevoli del fatto che in posti non turistici non avremo la possibilità di fare assolutamente nulla! In posti turistici la situazione cambia, ma solo perché avremo molte più occasioni di sperperare i nostri soldi. In questo caso lasciatemi dire che il budget mensile deve almeno essere di 2000+ euro altrimenti fate la fame

Cominciamo col dire che una casetta in affitto dovrebbe costare dalle mie parti (Khon Kaen) circa 15.000 Bath al mese.
La nostra compagna (che al 90% avrà già figli di qualche altro Thai che passava di là per caso), non consumerà meno di 10.000 Bath al mese + 5000 Bath per ogni figlio aggiuntivo anche se quest’ultimo lavora. La cosa singolare è che una famiglia Thailandese media si accontenta di consumare circa 12.000 Bath al mese, ma quando ha la possibilità di mettere le mani su soldi più abbondanti allora improvvisamente le spese raddoppiano; misteri della fede!
Se vi dice bene allora questi figli avranno un lavoro e continueranno a farlo anche dopo che la madre vi ha "accalappiato". Molti Thai infatti al momento di sapere che la propria madre, o anche fosse solo la sorella, hanno trovato “l’America” (voi), lasceranno il lavoro e si siederanno sotto un albero a guardare il cielo o a giocare con FB in attesa che mensilmente arrivino i soldi dal Bancomat di famiglia (sempre voi). Questo ovviamente se nel discorso non è compresa anche la famiglia di lei, che vive nelle palafitte del paesello e che attinge, tramite la nostra moglie/compagna, alle nostre risorse!

Se siete fortunati quindi la spesa mensile diventa di 30.000 Bath con un figlio a carico compreso.
Adesso aggiungiamo almeno altri 10.000 Bath per voi per andare al pub qualche volta e pagare la bollette (ed anche qui stiamo tirando la cinghia).
Siamo arrivati a circa 40.000 Bath che guarda caso corrispondono a circa 1000 euro… gli altri 200 euro che vi sono rimasti vi consiglio di tenerveli bene stretti, perché se ci sono delle spese straordinarie mensili e non li avete siete rovinati!
Si consideri che nel mio caso specifico, mia moglie ha tagliato i rapporti con la sua famiglia (cosa verificata) poiché i suoi congiunti avanzavano pretese sulle mie risorse economiche. Capito?
Come ho risolto questo problema??
Ho avuto la fortuna di riuscire ad affittare un negozietto tipico Thai per mia moglie e adesso lei è in grado di provvedere alle sue necessità ed alle necessità di sua figlia e suo figlio in maniera indipendente da me. Con un investimento di circa 3000 euro ho raddoppiato di fatto il mio capitale in banca.
In Thailandia non c’è nulla di più sicuro di un’attività di Thailandesi per i Thailandesi, e a quel paese anche il Business Farang!!
Proprio perché nel mio caso qualche buona stella mia ha aiutato prego chiunque avesse intenzione di trasferirsi qui di voler essere il più possibile prudente ed evitare le situazioni poco chiare, se farete questo io credo che sia il posto più rilassante e sereno del mondo!
Come dite?? È tutto molto triste??? Forse sì, ma considerando tutte le menate che si leggono sui siti che pubblicizzano la Thailandia mi sembra giunto il momento di dare un colpo al cerchio oltre che alla botte!
Se vi è piaciuto questo post mandate un’offerta al mio account PayPal: spremosanguedallerape[at]sonounitaliano.com
Oppure collegatevi con il mio sito web integrolapensione.com
Ai primi cinque iscritti verrà dato in omaggio un tostapane con scritto “I Love Phuket”, cosi’ la prossima volta che andrete in vacanza a Ladispoli, potrete invece dire di essere stati nella “terra del sorriso” e far schiattare di invidia i vostri amici!

@ Lucyfer > Il tostapane è una vera chicca  :lol:

2 cose:
- non sempre siamo dei semplici ATM, ovvio che se ci si mette con una gogobar o con una divorziata con 3 figli finisce così....ma ci sono le impiegate, infermiere, ecc che vivono già dignitosamente in questo caso voi sarete, reciprocamente, la cigliegina sulla torta!!!
- di che colore è il tostapane ?

Yes! ovvio che bisogna discernere di caso in caso.
Diciamo che la norma e' quella, poi se siamo appunto persone intelligenti e sappiamo guardarci attorno la situazione cambia. Purtroppo spesso chi viene qui per la prima volta facilmente cade in errori di questo tipo.

Il tostapane lo personalizziamo a seconda dei gusti!
Io normalmente consiglio un Blu elettrico con scritta dorata, ma ognuno poi ha i suoi gusti!  :)

Grazie di avere pubblicato la mia nota. Ma aver censurato il titolo del libro e l'editore non lo trovo affatto di buon gusto. Non voleva essere pubblicita' ma un servizio utile. Del mio libro hanno scritto Panorama, l'Espresso, ho avuto interviste al TG5 e persino Uno Mattina, sono stato chiamato a partecipare a convegni e dibattiti.
Considero pertanto la vostra censura, scusate, una piccineria ipocrita, in un sito web che trabocca di pubblicita' da tutte le parti. Ma forse, cara Francesca, e' giusto cosi'. Lasciare spazio alle banalita' sui rapporti con le donne thai, che anche il piu' sempliciotto dei turisti dopo un po' capisce come funziona il giro del fumo, e' piu' nazionalpopolare, davvero low level.
Vi p[rego pertanto di togliermi dall'elenco dei vostri referenti in Thailandia. Grazie e buon fortuna al vostro sito.

Io personalmente credo che sia meglio ripetere argomenti scontati allo scopo di informare anche, e soprattutto, chi ancora non li conosce affatto. Lo scopo di questo forum è anche quello di cercare di  prevenire le problematiche alle quali ci si espone da queste parti avvisando di ciò che può avvenire e mettendo in allarme la gente.
Se aspettiamo che una persona venga qui e faccia esperienza unicamente sulla sua pelle conviene che si chiuda il forum e facciamo prima.
Ma no, a quanto pare è sicuramente più professionale proporre di dare consigli vendendo l'ennesimo vademecum che, per quanto accurato, è sempre un sistema per incassare approfittando dell'inesperienza altrui. Sappiamo benissimo quanto i giornali italiane e le reti televisive nostrane abbiano la pretesa di informazione, ma che poi alla fine lascino molto a desiderare.
Declamare i propri titoli, siano essi di giornalismo o notorietà mediatica, non ci da il diritto, a mio avviso di essere degli snob nei confronti del nostro prossimo o di trattare con sufficienza gli altri celando noi stessi dietro la maschera della professionalità.
Se lei è davvero una persona colta ed aperta nei confronti del prossimo condivida almeno qualche capitolo del suo libro di modo che si possa decidere se acquistarlo o meno. Non basta presentare una targa di merito per essere considerato o apprezzato a scatola chiusa. Qui siamo su un forum di persone qualunque che cercano, nel loro piccolo, di aiutare.
Se poi ad esempio quello che scrivo dovesse essere utile anche ad una sola ed unica persona, sarà valsa la pena di averlo scritto e soprattutto averlo scritto gratis.

Nuova discussione

Traslocare in Tailandia

Consigli per preparare un trasloco in Tailandia