Close

Riconoscimento titoli accademici o professionali in Giappone

Buongiorno a tutti!

Le vostre qualifiche accademiche o professionali sono valide in Giappone?

Che iter avete seguito per il riconoscimento dei titoli di studio (diploma/laurea) o professionali in Giappone?

A che ufficio vi siete rivolti e quanto tempo cĺŔ voluto per sbrigare la pratica? Ci sono state spese da pagare?

Avete dovuto sostenere esami abilitativi alla professione / test linguistici ľ in aggiunta al titolo che giÓ possedete - per poter praticare la vostra professione in Giappone?

Nel caso di non riconoscimento del titolo, come vi siete comportati? Che alternativa avete trovato?

Grazie per condividere il vostro percorso,

Francesca

Ciao!
Il Giappone (o meglio, l'Immigrazione giapponese) riconosce i titoli di studio ottenuti in Europa o in altri paesi, a patto che siano diplomi universitari (minimo "laurea breve", quello che in inglese è un Associate's degree). Non valgono quindi il solo diploma di scuola superiore o istituto professionale. Anche i master devono essere rilasciati da un'università.
Chi non avesse una laurea, può avvalersi degli anni di esperienza lavorativa, che devono però essere almeno 10, e nello stesso ambito professionale.
Altre certificazioni (per esperienza personale, posso parlare solo di quelle di tipo linguistico, per esempio JLPT per il giapponese e TOEIC o TOEFL per l'inglese) sono accettate, ma dovrebbero essere emesse da un'organizzazione riconosciuta.
Quando ho superato il colloquio per il mio attuale lavoro, mi è stato chiesto di tradurre il mio diploma di Laurea per preparare il fascicolo da consegnare all'immigrazione per il visto lavorativo, cosa che ho potuto fare direttamente io. Esistono però uffici legali che si occupano della documentazione e rispettive traduzioni per chi ne avesse bisogno.

Nuova discussione

Traslocare in Giappone

Consigli per preparare un trasloco in Giappone