Close

mi presento!

mi chiamo roberta, sono di alba, piemonte.
ho studiato lingua giapponese all'università di torino. dopo la laurea, ho trovato lavoro per una società di trading (esportazioni di prodotti alimentari italiani in giappone) a montecarlo; per il lavoro, mi sono trasferita a mentone, costa azzurra, francia, dove sono rimasta quasi 4 anni.
lo scorso anno (2016) ho deciso di averne abbastanza del capo e della costa azzurra, e ho trovato lavoro a tokyo presso una scuola di lungua giapponese per stranieri (NON sono un'insegnante!).
mi piace girare tokyo a piedi e scoprire le viuzze nostalgiche piene di negozietti e localini.
ho l'ossessione per il ramen (il mio preferito è lo shio ramen, con chashu e cipolla come topping), e amo i dolci tipici giapponesi fatti con ingredienti semplici e "green".
del giappone, non amo la tendenza generale delle persone a non prendere mai posizione in ambito decisionale, e il sottrarsi il più possibile dalle responsabilità.

Ciao Roberta,

Ben arrivata sul form e grazie della presentazione!

Mi fa molto piacere ricevere la tua testimonianza da Tokyo  ;)

Giusto l'altro giorno guardavo un documentario di un'emissione televisiva francese dove si parlava di Giappone e si analizzava il profilo del cittadino giapponese.
Veniva evidenziato un forte disagio delle persone a relazionarsi con gli altri, una specie di barriera a livello umano...
Quello che dici lo ritrovi in quello che ho visto...
Tu sei riuscita ad instaurare rapporti di amicizia con persone del posto, colleghi...?

Un saluto e a risentirci  :)

Francesca
Team Expat.com

Ciao Francesca!

Si, è vero, i giapponesi tendono ad essere socialmente imbranati, molto chiusi e con la tendenza ad isolarsi. Eppure, sorprendentemente, online abbondano i gruppi di incontro/scambio per parlare inglese, cucinare, fare varie attività. Questa contraddittorietà dimostra che necessitano comunque di relazioni umane.
Io ho la fortuna di lavorare in un ambiente multiculturale, e incontro tutti i giorni persone di diverse nazionalità con cui ho instaurato dei bei rapporti. Parlando la lingua ad un livello molto avanzato, è più facile fare nuove amicizie, anche se ho un gruppo di amici giapponesi che conosco dai tempi dell'università, con cui partecipo anche alle feste di quartiere (i matsuri tradizionali).
Anche se con i colleghi ho un rapporto sereno, le amicizie e le uscite post-ufficio sono comunque un po' scoraggiate, ma onestamente non lo trovo un grosso problema.

Nuova discussione

Traslocare in Giappone

Consigli per preparare un trasloco in Giappone