Close

Lavorare a monaco da espatriato in Francia

Salve a tutti,
Scrivo dalla campania, ho 30 anni e da 3 lavoro come consulente informatico.
Recentemente sono stato contattato da un azienda del principato di monaco e ho superato 3/4 degli step di selezione.
Quindi insomma è il momento di fare delle scelte e previsioni di costi e burocrazie che potrei dover affrontare nel breve se tutto va bene!
Lavorerò in inglese e inizialmente avevo pensato a restare in italia vivendo a ventimiglia.
Molti mi hanno fatto ricredere su questa scelta suggerendomi di vivere in francia in una delle città che distano pochi minuti da monaco come mentone e dintorni.
Dovrei entrare in contatto con un immobiliare (italiano) che lavora nelle alpi marittime, mi sono iscritto qui per condividere le mie esperienze, ma sopratutto per capire meglio tutti i passi da compiere in questo, speriamo, cammino.

Quindi auguratemi buona fortuna e datemi una mano! :)

Cosa ne pensate della mia scelta di vivere in una città francese delle alpi marittime ? Considerando il mio vergognoso livello di francese pensate sia una cattiva idea?

Buona giornata a tutti!

Buongiorno Al-droid,

Ben arrivato su Expat.com e grazie per la presentazione  :)

Premetto che non vivo in quelle zone quindi il mio contributo è ridotto però ho da poco visitato quei posti per turismo e ti posso dire che nei paesini vicini al Principato la gente locale parlava solo francese mentre a Mentone capivano bene anche l'Italiano.
Potrebbe quindi essere la scelta più appropriata almeno fino a quando non avrai impratichito il francese.

In bocca al lupo e complimenti per il nuovo lavoro!

Francesca
Team Expat.com

Ciao Al-droid,
io sono ormai 5 anni che lavoro a monaco.
ho vissuto prima a menton, poi Nizza, ed ora a Beausoleil,
ci sono diverse cose da tenere in considerazione quando sceglierai il posto dove andare a vivere. L'italia è senza dubbio più economica, per quanto riguarda l'affitto, e le spese quotidiane (supermercato per esempio) non chè la qualità del cibo dle mercato di ventimiglia (frutta verdura) è nettamente più genuina ...
Per contro se non sei dotato di una moto  o scooter, lo spostamento può essere noioso, come descritto in un altro post, i treni non funzionano sempre la top, inoltre tieni presente il discorso tasse, non so che tipo di contratto tu abbia, se sei dipendente o libero professionista, ma anche se sei dipendente e non vivi a Monaco, devi poi pagare le tasse nel paese di residenza. Io non vivo in Italia per cui non so poi quanto sarebbe la percentuale (ma penso che in internet si dovrebbe trovare abbastanza facilmente)
se vivi in francia e lavori a monaco, quello che poi andrai a pagare di tasse è un pò meno di uno stipendio all'anno. (all'incirca)

Riguardo la lingua, come ti ha detto anche Francesca, a menton è facile trovare persone che parlino Italiano, (come anche a Monaco tra l'altro) se invece ti sposti più in la (Beausoleil, Cap dail, .. sino a Nizza) allora il francese è fa da padrone, ma sono tanti i posti dove comunque viene parlato(o quanto meno compreso) l'inglese, perchè in fin dei conti si tratta della costa azzurra e quindi una zona molto turistica.
Per esperienza personale, con tutte le agenzie con cui ho avuto a che fare (sia menton che nizza) non ho riscontrato nessun problema di comunicazione, tutte parlavan Italiano.
Spero di esserti stato utile,
fatti sentire,
ed in bocca al lupo!

Gentilissimo Marco C85.
Mi permetto di farti qualche domanda, visto che forse presto dovrò trasferirmi a Monaco.
Ho gia raccolto delle informazioni ma vorrei qualche conferma se possibile.
Prima hai scritto che le tasse da pagare in Francia vivendo a Beasusoleil sono meno di una mensilità.
Si tratta di una aliquota speciale per frontalieri?
In pratica, dal lordo iniziale, quanto c'è da tagliare in tutto per arrivare al netto in tasca?
Mi riferisco sia alle contribuzioni sociali per la pensione disoccupazione ecc ... sia alle tasse sul reddito da pagare in Francia.
Non mi permetto di chiederti quanto guadagni, ma potresti farmi un esempio simile al tuo per avere un'idea delle cifre?
Un saluto
Angelo

Ciao Angelo,
In genere se lavori a monaco, i contributi per la pensione, tasse disoccupazione e servizio sanitario dovrebbero essere a pagati a Monaco e non in Francia, questo è quello che capita a me, ma ho sentito di amici che lavoravano per aziende in franchising che per esempio il servizio sanitario era francese,
quindi dipende molto dal contratto suppongo.
detto questo ti posso far un esempio concreto con una busta paga di X come riferimento:
Lordo nella busta 2500, Netto 2200. Da cui più o meno se si vive in Francia bisogna pagare all'incirca 1800/2000 Euro all'anno al governo francese quando si fa la dichiarazione. Questa tassa è in funzione di tanti fattori, (figli, moglie, stipendio proprietà etc .... ) l'esempio riportato è di una ragazza nubile senza figli.
Non so se con stipendi più alti (8000 euro al mese) la proporzione cambi, non ne ho idea .... per esperienza personale ad ogni cambiamento di salario, le tasse sono cambiate proporzionalmente
spero di esserti stato utile.
se hai altre domande non esitare a contattarmi

Gentile MarcoC85,

leggo con interesse la tua risposta in quanto, anche io, come Al-droid ho ricevuto un'offerta di lavoro da parte di un'azienda che opera nel Principato di Monaco ed è per me arrivato il momento di decidere se trasferirmi in Francia, a Mentone,  o restare in Italia. Inoltre, sto al contempo tentando di capire quali e quante tasse saranno applicare sul mio stipendio in base a questa decisione.

Leggo che tu hai optato per vivere in Francia, e di conseguenza, se ho capito bene, paghi le tasse in base alla tassazione francese. Ai fini della tassazione, quando parliamo di "vivere" in Francia, basta avere un domicilio in Francia per essere soggetto alla tassazione francese, o c'è bisogno di cambiare la propria residenza fiscale dall'Italia alla Francia per esserne soggetto e quindi non pagare le tasse in base al sistema italiano?
Nel pratico, il fatto di scegliere come domicilio Mentone, ma di avere la residenza fiscale in Italia, basta per essere soggetto alle tasse francesi ma non a quelle Italiane tenendo conto che parliamo di una situazione da lavoratore frontaliero? Oppure dobbiamo cambiare la residenza fiscale? (in tal caso, sarebbe una grossa mano sapere come affrontare tale discorso!)

Grazie mille per una tua eventuale risposta. In questi casi l'esperienza di chi ha già dovuto informarsi su questo argomento è davvero di aiuto.

A presto,

Laura.

per poter usufruire del sistema fiscale Francese devi spostare la tua residenza fiscale in Francia. Nota che in francia non c'è una differenza tra domicilio e residenza. però al momento dei fatti, praticamente per esempio quando apri un conto in banca (se lo apri) ti viene richiesta la residenza fiscale. in quel momento devi dichiararla in Francia. anche perchè se non hai una residenza fiscale in Francia, no nsolo non hai la possibilità di avere un conto in banca ma avresti problemi pure con l'ottenimento di un numero francese.
Detto questo, la definizione di lavoro Frontaliero, se hai la residenza fiscale in Francia non sussiste, in quanto non fai più riferimento ad eventuali agevolazioni italiane. le tasse le si paga dove si ha la residenza in fin dei conti. dipende quanto tempo hai intenzione di stare fuori, se l'intenzione e di seguire questa azienda per tempi lunghi, conviene spostare la residenza fiscale in Francia, a meno che non si abbiano proprietà in Italia per cui è indispensabile (o quasi) figurare in Patria (per esempio Muto per prima casa, attività lavorative intestate tipo ristorante  )
Ho conosciuto alcuni che lavorando a monaco e vivendo in francia han lasciato la residenza fiscale in Italia, però poi non han dichiarato niente in Patria, disapprovo a pieno ed è un rischio che a parer mio non ne vale la pena.
Il cambio di residenza fiscale è semplicissimo. una volta che sei qui, ti occorre un domicilio, un posto dove vivere. per questo (come scritto in un altro post) ti occorre un contratto di lavoro fondalmentalmente, dove le utenze sono intestate a te, e hai 3 mesi di tempo per iscriverti all AIRE (si trova al conscolato italiano a Nizza e in genere ricevono su appuntamento)io non ho fatto nient'altro. (in ogni caso puoi provare a cheidere più informazioni direttamente li una volta che prendi l'appuntamento.
Non so di preciso quante tasse si paghi se si resta in Italia (ventimiglia) ma da quel che mi risulta sono parecchie di più.  se poi magari nel blog ci legge qualcun altro più esperto ,altri chiarimenti non sempre i benvenuti,
Quando vivi in Francia e lavori come dipendente a monaco ci sono diverse tasse da pagare:
1) Tassa sul reddito _ meno di una mensilità per anno come ho fatto l'esempio di sopra
2) tassa d'abitazione _ è una tassa in base alle dimensioni e alla posizione della casa, per esempio, Mentone, 30m2 la tassa oscilla tra i 500 e gli 750 m2, se la casa si trova nella zona vecchia e sotrica della città allora scende di parecchio (150 massimo), Questa iclude anche il canone TV (se provvisti di apparecchio)
3) tassa sulla spazzatura _ a volte è incllusa nelle spese di condominio a volte no, in genere arriva al proprietario e poi l'agenzia (se presente come intermediario) la invia a te. poi dipende molto come sono gli accordi quando si affitta la casa. (in genere comunque non supera i 150 Euro all anno.
nota, se ti sposti in Francia, teoricamente dovresti cambiare anche la patente,(ha un sistema di punti diverso da quello italiano, la targa dell'auto etc etc ... qui il mio consiglio è di aspettare io ho ancor ala patente italiana e va benissimo, la cambierò quando arriva la scadenza, finora non mi han mai fatto storie, idem per la motocicletta, ora ho la targa francese ma solo per una comodità personale.

Spero di esserti stato utile, se servono altre informazioni fatemi sapere.

Grazie mille,

sei stato gentilissimo.

In base alla tua esperienza, o magari se hai sentito qualcuno intorno a te avere la stessa esperienza, sai se è possibile almeno inizialmente restare in Italia con domicilio a Ventimiglia e solo in seguito, trasferirsi in Francia e spostare la residenza fiscale? Il mio contratto prevede un periodo di prova e non so se valga la pena attrezzarsi per un eventuale spostamento in Francia inizialmente.

Nell'elenco delle tasse da pagare in Francia se lavoranti a Monaco da te scritto non compare nessuna trattenuta a livello di contributi ai fini pensionistici. Come mai?

Grazie ancora,

Laura.

certo che ci sono queste trattenute, se lavori per un azienda di Monaco questa tassa è trattenuta automaticamente dalla tua busta paga (non sono un commercialista per cui non so quantificarla) un pò come avviene in Italia se sei dipendente,, a meno che non ci si faccia un apensione privata.,
in caso di perdita di lavoro dopo X anni, la disoccupazione o una futura pensione verrà pagata da Monaco e non dalla Francia, per questo non l'ho considerata come extra tassa da pagare al governo francese.
naturalmente se sei sottoposta ad un periodo di prova non è necessario e nemmeno consigliato spostare il domicilio fiscale. a Ventimiglia gli affitti sono anche molto più economici. se invece vuoi avere la comodità di vivere più vicino al posto di lavoro (i treni qui non sono il massimo, e se stai a Ventimiglia e pure peggio a meno che non abbia uno scooter), puoi sempre abitare in Francia ma senza iscriverti all'Aire e senza spostare quindi il domicilio fiscale. (il preavviso per la recessione del contratto di affitto è di un mese per cui in un eventuale ricerca di appartamento non dire che sei in un periodo di prova, qui i francesi sono piuttosto ... come dire ... rompi b.. e stanno con il naso all'in su quando devono affittare le case, ho una collega che sta faticando a cercare un appartamento a Menton

sempre a disposizione

un saluto

Marco

Ciao Marco,

approfitto della tua gentilezza per farti un'ulteriore domanda (sono nel pieno della fase organizzativa!):
quanto costano gli affitti a Mentone?  Ad esempio un monolocale o un bilocale sui 60mq?

Sto valutando una eventuale contrattazione dello stipendio ed ho avuto modo di farmi una idea abbastanza chiara sugli affitti a Ventimiglia, ma non ho molta idea riguardo Mentone e/o Nizza.

E visto che sarai ormai esperto, quanto costa il trasporto da Mentone a Monaco in treno, magari con eventuale abbonamento in base alla tua esperienza?

grazie mille,

Laura

Allora,
ti consiglio di leggerti la mia intervista dove parlo anche di questo argomento
http://www.expat.com/it/intervista/705_ … ancia.html

In ogni caso,
un monolocale si aggira sui 600 Euro. si trova qualcosa di meno e anche qualcosa di più,
dimensioni variano dai 17 m2 ai 30m2 dipende dal palazzo posizione etc ...
Naturalmente piu distante sei dal centro meno paghi a meno di non finire in un residence con piscina condominiale dove allora paghi anche di più ...
bilocale sui 60mq ... non ho un idea precisa ... ma credo che meno di 800 non si trovi niente
domani chiedo ai colleghi quanto spendono per l'abbonamento del treno,,, che comunque se parti da Menton è piuttosto economico

Ciao Laura,
mi sono informato sul costo del treno,
abbonamento mensile Ventimiglia - Monaco  costa sui 48 Euro,
abbonamento mensile Menton - Monaco costa sui 25 Euro.

Per farti un idea sui costi delle case puoi dare un occhiata a questi siti:

" ... Per cercare casa conosco due siti importanti:(entrambi con app per cell)
seloger.com/ - vendita e affitto casa, tutti annunci professionali (agenzia)
leboncoin.fr/ - compravendita tra privati e non,  non solo appartamenti ma di tutto, un pò come secondamano, o ebay, ma senza la formalu compra all'asta.
Per quanto riguarda i trasporti, l'app delle ferrovie francesi (SNCF) in genere da la possibilità di vedere anche i ritardi (a volte frequenti) dei treni, ma non sempre è accurata.  ..." (http://www.expat.com/forum/viewtopic.ph … 82#3837522)

Ciao  se vuoi puoi contattarmi r ti spiego tutto vivo la stessa situazione è vivo a Ventimiglia il mio non

Moderato da Francesca 3 mesi fa
Motivo : Usa messaggeria privata per comunicare telefono e stabilire un contatto
Nuova discussione

Traslocare in Francia

Consigli per preparare un trasloco in Francia