Close

Trasferire il proprio veicolo in Portogallo

Buongiorno a tutti,

Se avete trasferito il vostro veicolo in Portogallo, fateci sapere la procedura.

Prima della partenza, iter da seguire per lesportazione del mezzo e costi previsti per legge per la richiesta di esportazione.

Cosa prevede la legislazione vigente in Portogallo in materia di importazione di veicoli dall'estero, formalità da espletare per limmatricolazione, documenti richiesti e costi.

Inoltre, a quanto ammontano le tasse da pagare  in dogana per lingresso dellauto nel paese? In che misura incide lanno di fabbricazione?

Alla fine, conviene davvero portarsi la macchina o si risparmia comprandone una in loco?

Grazie per il contributo,

Francesca

ps > gli utenti più attivi del forum sanno per certo che questo argomento è già stato trattato - preciso dunque che questo thread lanciato oggi nasce allo scopo di riportare l'attenzione sull'argomento ed eventualmente aggiungere ulteriori info.

Io ho portato la macchina e sono in fase di immatricolazione.
Ho affidato tutto ad una agenzia costo 400€
Documenti che ho dovuto fare:
1. Certificato COC rilasciato in Italia dalla Volkswagen 150€
2. Certificato di residenza storico in Italia.
3. Documento iscrizione Aire rilasciato dal comune per attestare fine residenza in italia.
4. Bollette, buste paghe, ecc.  per attestare che ho vissuto in Italia gli ultimi 12 mesi.
5. La macchina deve essere di mia proprieta almeno da 12 mesi in Italia.

In PORTOGALLO fare tutto entro 6 mesi

1. Certificato di residenza rilasciato dalla junta de freguesia dove resiedo specificando la data inizii residena in Portogallo.
2. Certificato della Segurança Social attestando che non ho divide con loro.
3. Certificato fisco attestando niente divide con loro.
4. Ispezione/Revisione auto per nuova targa 76€
4. Fotocopie di: Libretto, patente, certificato proprietà, carta identità.

Dopo un paio di settimane la dogana ti manda un foglio verde per potere girare valido 60 gg mentre aspetti il processo. (io sono in questa fase).
A fine processo riceverò il libretto con attestato proprietà nuovo e il n targa che dovrò far fare.
Poi dovrò pagare il bollo di circolazione e assicurazione.

In Italia

Devo portare le vecchie targhe al pra con la fotocopia del libretto portighese costo 78€ circa. Questo per non conrinuare a pagare il bollo in italia.
Disdire assicurazione italiana.

Credo di avere detto tutto.
Ancora non ho valutato la convenienza...ma credo sia conveniente solo con auto nuova perchè il lavpro è tanto e le spese pure.

Mi scuso per gli errori di digitazione e anche per i portoghesismi inseriti qua e la. Sto facendo una "macedonia" mentale delle due lingue.

Ho usato la parole DIVIDE ma volevo scrivere DEBITI.

Non credo ci sia di che preoccuparsi...ti capisco, quando sono stato in PT mi accorgevo di mescolare quel pò di lingue per comunicare (anche qualche parola in spagnolo, cosa poco gradita). O gli parli in portoghese o in inglese o in italiano e spesso comprendono e ti rispondono in portoghese con estrema naturalezza e semplicità.

Per quanto riguarda le auto, avrei una domanda.

Premesso che il mio trasferimento potrà avvenire tra un annetto, sto valutando che auto portarmi, avendone tre in famiglia in Italia. Se porto quella intestata a me, mi pare di aver inteso quali sono le procedure e possibilità in funzione di quando prendo la residenza in PT.
Considerando invece di portarmi quella intestata alla mia attuale consorte, mi chiedevo se posso poi intestarmela io in PT o deve avvenire prima il passaggio di proprietà in IT, cosa a quel punto non tanto conveniente. Credo però che possa circolare in PT con l'auto di mia moglie residente in IT pagando però bollo e assicurazione in IT. E quando ci fosse da fare la revisione biennale, posso farla in PT?

Oppure, una volta residente in PT, acquistarne una usata in IT dove so meglio dove mettere le mani e quindi immatricolarla in PT.

Grazie per i pareri che mi saprete dare.
Aldo

Da quello che so, se l'auto con targa estera gira in Portogallo oltre 6 mesi deve pagare la tassa di circolazione portoghese altrimenti corre il rischio di venire sequestrata.
Per quanto riguarda la rivisione legalmente la deve fare in Italia non mi pare sia possibile che un auto con targa estera possa fare la rivisione in Portogallo anche perché qui non scherzano la rivisione è una cosa che viene fatta con molta attenzione. Io ho dovuto farla per una macchina nuova con 20000km ed hanno avuto a che ridire sulle sospensioni mi hanno controllato tutto con molta pignoleria.

Buongiorno Mormon
I punti
2. Certificato della Segurança Social attestando che non ho divide con loro.
3. Certificato fisco attestando niente divide con loro
Vanno fatti all ufficio finanza ?sai il costo?

Chiedono anche una certificazione della finanza Portoghese che attesti che non è stata presentata dichiarazione negli ultimi tre anni,ti risulta?
Cordiali Saluti

spak62 :

Buongiorno Mormon
I punti
2. Certificato della Segurança Social attestando che non ho divide con loro.
3. Certificato fisco attestando niente divide con loro
Vanno fatti all ufficio finanza ?sai il costo?

Chiedono anche una certificazione della finanza Portoghese che attesti che non è stata presentata dichiarazione negli ultimi tre anni,ti risulta?
Cordiali Saluti

Si. Avevo dimenticato.
3. Certificato che atteste niente debiti al fisco 13.80€
4. Certificato che atteste non ha fatto irs negli ultimi 3 anni 13.72€

Grazie Mormon per la risposta,
devo valutare con attenzione date e costi e capire quindi che cosa sia meglio per me.
Alla prossima.
Aldo

Perfetto.complimenti per la chiarezza.esattamente la mia procedura e stesso costo dell'agenzia.L'auto nuiva in Portogallo costa di più che in Italia,l'usato ha un mercato non garantito.Conviene portarsi l'auto dall'Italia se è seminuova e nel caso comperare un usato in Italia da lasciare lì.

Tutto chiaro Mormon, ma manca un piccolo particolare............ chi immatricola l'auto in esenzione doganale ha da rispettare due vincoli di non poco conto:
1) non si può  portare l'auto all'estero per i primi 12 mesi e non la si può rivendere salvo pagare lo sdoganamento al 100% -
2) si può rivendere entro i successivi 4 anni con pagamento a scalare delle tasse doganali
ergo.......... conviene immatricolare auto nuove di proprietà da almeno 1 anno

Non si può vendere la propria auto all'estero per i primi 12 mesi ma ci si può andare in auto all'estero.Ho capito bene?

ciao francesca, mio marito proprio in questi giorni ha deciso che verremo a lagos in auto perchè avremo con noi i nostri 2 cani. passiamo l'auto che utilizziamo ora, la mia, a nostro figlio.
quella che guideremo per venire in portogallo sarà in "long rent"
tra le tante ipotesi abbiamo valutato che questa sia la soluzione più conveniente.
un tot al mese per tre anni per poi decidere se acquistarla, a chi intestarla ecc.
un caro saluto a te

paola

Cari amici io ho intrapreso da solo il percorso immatricolazione,Non è facile ma non impossibile,io fino ad ora ho speso per certificati ed ispezione sui 100 euro.
Non ho ancora finito l iter,ho la matricola provvisoria devo andare alla IMT ,ma se vi può consolare,l unica cosa su cui non mi hanno creato problemi è il COC.
Vi spiego:io non avevo l originale del Coc,in quanto la mia macchina proveniente dalla Spagna è stata immatricolata in Italia,e la Kia Italia non puo fare nulla,la Spagnola non mi ha nemmeno considerato nel senso che dovevo rintracciare il concessionario Spagnolo da dove era uscita la macchina,immagginate che capogiro.
Poi attraverso la motorizzazione ho rintracciato l agenzia Italiana che aveva immatricolato e depositato il COC originale in Motorizzazione.
Mentre l agenzia stessa mi inviava copia COC gratis,vado nella Motorizzazione competente e chiedo copia conforme all originale costo 36 Euro.
Vi dico la verità non me la sono sentita di fare il COC on line al costo di 160 euro circa,allora con forti dubbi e insicurezze sono andato all Aufandega di Faro,e alla presentazione dei documenti,sapete quale COC è stato preso?
La copia inviatami dall Agenzia,potrei aver risparmiato i 36 euro della motorizzazione.
E' chiaro che questa info è soggettiva e variabile,ma avevo tanto piacere di esporvi la mia esperienza.
Fabio

paola gasca queirazza :

ciao francesca, mio marito proprio in questi giorni ha deciso che verremo a lagos in auto perchè avremo con noi i nostri 2 cani. passiamo l'auto che utilizziamo ora, la mia, a nostro figlio.
quella che guideremo per venire in portogallo sarà in "long rent"
tra le tante ipotesi abbiamo valutato che questa sia la soluzione più conveniente.
un tot al mese per tre anni per poi decidere se acquistarla, a chi intestarla ecc.
un caro saluto a te

paola

Ciao, scusa se mi intrometto, in caso che alla fine dei tre anni si voglia acquistare l'auto, ricordatevi di NON INTESTARLA a  voi se avrete residenza in PT in quanto avrete poi l'obbligo di re-immatricolarla in PT  per poterla usare  ... ma ... non  essendo proprietari da 12 mesi (almeno) incorrerete in costose tasse d'importazione, visto anche  il veicolo comunque seminuovo.
Un saluto

Buongiorno Paola,
scusa se leggo un pò in ritardo il tuo post.
Anch'io devo considerare il cane (uno solo) e l'idea del long rent mi pare buona. Però leggendo altri commenti mi sorgono dei dubbi: il contratto lo fai in Italia? Puoi poi gestirlo in Pt? Con la revisione biennale come pensi si debba fare? La manutenzione è a tuo carico e accettata dal noleggiatore? Tassa proprietà e assicurazione immagino che siano in carico all'azienda di noleggio. Puoi darmi un'idea dei costi?
Io in alternativa pensavo di portare giù un'auto di famiglia non intestata a me - leggo che si può fare in Pt al costo di 30 euro - oppure acquistarne una usata là e poi vedere come fare in seguito.
Ciao
Aldo

Ciao,
intendi acquistarla usata in Italia e portarla in Pt con targa italiana intestata a te?
Mi pare che ci siano dei limiti di tempo, se sei residente in Pt devi fare l'immatricolazione Pt entro 6 mesi, se ho ben capito. Se invece porti un'auto non tua, tipo di un familiare, la puoi usare in Pt quanto vuoi, ma i costi (assicurazione e bollo) sono italiani. Per quanto riguarda la revisione biennale, leggo da Maurizio che si può fare anche in Pt (anche se targata IT) con pochi soldi.
Correggetemi se sbaglio.
Obrigado
Aldo

ALDOGRESINI :

Ciao,
intendi acquistarla usata in Italia e portarla in Pt con targa italiana intestata a te?
Mi pare che ci siano dei limiti di tempo, se sei residente in Pt devi fare l'immatricolazione Pt entro 6 mesi, se ho ben capito. Se invece porti un'auto non tua, tipo di un familiare, la puoi usare in Pt quanto vuoi, ma i costi (assicurazione e bollo) sono italiani. Per quanto riguarda la revisione biennale, leggo da Maurizio che si può fare anche in Pt (anche se targata IT) con pochi soldi.
Correggetemi se sbaglio. Obrigado Aldo

++  l'auto deve essere GIA' di proprietà da (almeno) 12 mesi  quando si sta  richiedendo il permesso di soggiorno ...  cioè quando ci si trasferisce.

++ le revisioni  di auto ITA in PT  da quest'anno saranno eseguibili in PT ed avranno durata annuale
MA  non ho conferme  se  siano riconosciute dalla Motorizzazione Italiana

http://www.expat.com/forum/viewtopic.php?id=677092#3696211
Buonasera utenti, informo che la revisione dell'auto con targa italiana è permessa, concessa e necessaria alla scadenza del biennio di copertura.
Tale revisione avrà validità pari ad 1 anno, ed il costo da sostenere sarà di 30 euro circa.
Questa è una buona notizia, poiché non implica la scomodità di dover riportare l'auto
(non propria ovviamente, perché in tal caso si aprono altre questioni già discusse in numerose occasioni su questo forum)    in Italia solo per tale obbligo.

Ciao Aldo,
grazie per l'intervento in risposta. Nel frattempo le cose sono un pò cambiate: mio marito ha deciso di acquistare l'auto ed intestarla a me che per un primo periodo non prenderò la residenza in Pt.
Vediamo un pò
un caro saluto a te

paola

Nuova discussione

Traslocare in Portogallo

Consigli per preparare un trasloco in Portogallo