Close

Servizi dedicati agli espatriati in Marocco

Buongiorno a tutti,

Trasferirsi all’estero risulta meno complesso se il paese ospitante dispone di servizi atti ad agevolare l’adattamento e l’integrazione dei nuovi arrivati.

Apro questa discussione per chiedervi se in Marocco siano disponibili dei servizi dedicati agli espatriati.

Che siano centri per l’impiego, per l’apprendimento della lingua, agevolazioni per aprire un conto bancario o altro, ve ne siete avvalsi?

C’è un servizio che vi è stato particolarmente utile appena arrivati in Marocco?

Il costo dei servizi, se a pagamento, è commensurato alla qualità offerta?

Quali sono i servizi non disponibili e che dovrebbero essere creati?

Grazie per il contributo,

Francesca

Noi siamo ancora in fase transitoria , il prossimo mese dovrò fare la carta nazionale per residenti , alla fine non trovo grossi problemi se non che lavorando anche , il tempo che mi rimane per le mie pratiche è poco .

Ciao lamb e tour,

Ben arrivato sul forum!

Quindi siete in fase di trasferimento...e riguardo alle domande che ho scritto nel mio post, sai dirmi qualcosa?

Grazie,

Francesca
Team Expat.com

Buongiorno, per essermi interessata a suo tempo e cioè per poi decidere verso quale paese orientarmi, avevo trovato le informazioni fornite da un marocchino che ha fatto dei video e che ha dato molte informazioni e consigli. Ma bisogna sapere il francese per accedervi. Si chiama Gaston Hakim e lo si trova pure su YouTube,  dove c'è  un foro in cui le persone si scambiano le loro esperienze dandosi una mano nel senso che chi è  già  sul posto si esprime per es. circa una difficoltà e chi sa rispondere lo fa.  Se invece si parla solo italiano, non ho idea, non essendo il mio caso. Chiaramente, essendovi ancora molti legami tra la Francia e il Marocco, per chi sa il francese è  facile. Nelle maggiori città  ci sono gruppi di accoglienza formati proprio da francesi associati (si paga una quota annuale) e per farne parte non è necessario essere francesi, basta che lo si parli correntemente. Lo so perché me ne ero interessata. In tal caso, si puo' essere accompagnati per le varie pratiche.

Buongiorno a tutti , conosco il Marocco da aprile 2017 , ho vissuto nel città di Tangeri , Casablanca e Fes ho preparato 4 progetti in 12 mesi sono tornata in marocco 9 volte con una permanenza di oltre 7 mesi , per iniziare  ho scelto la città di Fes dove risiedo dal 2 giugno 2015 , di tutte le domande fornite sopra per quasi nessuna c'è una riposta positiva , in quanto se si vuole venire a vivere in Marocco e si ha bisogno di mantenersi cioè avere un lavoro bisogna avere un capitale per poter esprimere un proprio business , un esterno non può essere assunto in quanto la precedenza l'hanno la gente marocchina a meno che non sia abbia una qualifica così unica che nessun locale è in grado di svolgere quella funzione , non c'è necessità di avere un partner locale per aprire una attività oppure un conto in banca che all'inizio lo si potrà utilizzare soltanto versando € e prelevando dh nel caso poi si ottenga la carta di soggiorno può diventare convertibile , quando io ho deciso di venire qui a lavorare l'ho promesso a me stessa che mai avrei corrotto e mai mi sarei lasciata corrompere , ho sempre fatto tutto nella legalità e questo a breve mi premierà , in questo momento sono nel settore commercio ho un Ryad nella città di Fes , dal 1 gennaio del 2017 sono cambiate le leggi in marocco nel settore commerciale e artigianale , dovete sapere che a Marrachek ci sono più di 900 ryad ma oltre la metà sono illegali , già da maggio 2016 stanno regolarizzando le norme ad esempio per lavorare con i portali come Booking , cioè devi essere in regola , avere una società , la patente professionale e soprattutto avere i requisiti per aprire un b&b , nel caso appunto dell'essere regolari con i documenti , autorizzazioni , pagare le tasse che per i primi 5 anni non raggiungono il 10% dopo 2 anni di attività e di contratto di locazione puoi vendere  il tuo business , a chi ti pare oppure il proprietario della location nel caso non rinnovi il contratto deve lui stesso liquidare te , il valore è rapportato al tuo volume d'affari , quindi più sei regolare più avrai , vivere in marocco senza un business proprio oppure non essere dipendete di qualche società straniera è impossibile , gli stipendi a seconda delle zone e città vanno dai 150 € ai 600€ al mese tranne su Marrachek o Tangeri che possono anche arrivare a 1.000€ , ma di contro gli affitti sono molto cari , il paese è in continua espansione e la crescita economica è inarrestabile , se si arriva qui con la testa e l'età giusta e con esperienza si può ottenere successo in breve tempo , ma niente è regalato , qui tutto è molto difficile dalla burocrazia alla convivenza a seconda della città dove si vive , da turisti si ha una visione diversa , tutti sono molto gentili e ospitali mentre invece bisogna sempre stare con il coltello fra i denti , quando all'inizio lo dicevano a me ci rimanevo quasi male ed invece poi vivendo le situazioni sulla mia pelle la verità è questa , una cosa è certa che mai e poi mai mi aggregherei ai francesi , neanche per bere un caffè al bar su due tavoli differenti , sia quelli che vengono qui come turisti che quel che ci abitano hanno sempre un atteggiamento prepotente soprattutto con i locali , ancora si ritengono i padroni di questo paese e continuano imperterriti a conoscere solo la lingua francese , mentre invece anche il marocchino più modesto parla arabo , marocchino , francese , inglese , tantissimo spagnolo e anche italiano ...

A Maria Teresa Ibridi

Grazie per questo tuo contributo.  A me personalmente serve proprio trovare conferma -come hai dovuto sperimentare quindi pure tu sulla tua pelle- di come si debba sempre "stare con il coltello fra i denti".  Dispiace molto doverlo dire, ma purtroppo è cosí e lo devo sempre tener ben presente anche qui in Tunisia.  Purtroppo però ho visto che sono soprattutto ormai molte e anzi troppe persone arrivate qui in zone, ehm..., densamente "occupate"/scelte da loro come residenza a fare i furbi...  Persone di uno stesso paese (preferisco non esprimermi oltre e dire di quale si tratti soprattutto) che formano i loro "clan", riunendosi per "organizzarsi" ma, come ho presto dovuto constatare, in modo tale per cui sono diventata, per cosí dire (e ben sopravvivere) ancor più solitaria (se possibile !  :D )  Ma diverso è ovviamente per chi ancora ha da svolgere un'attivitá lavorativa...    Fatto sta che:  "l'unione fa la forza" vale spesso anche riguardo alle debolezze umane che, in questo modo, ancor più si rafforzano appunto e diventando poi "legge"....

ciao Virginia , hai detto una cosa verissima , io qui sono sola e se all'inizio ho pensato di poter allacciare rapporti con qualcuno il tempo invece mi ha dato ragione di non fare affidamento su nessuno , purtroppo sia per sentito dire e anche se non toccato io con mano ma da qualcuno che ho conosciuto i farabutti principali sono proprio gli italiani marocchinizzati , ho seguito vari gruppi su FB di italiani qui in Marocco , si dividevano in due categorie , quella degli sfigati che neanche in Italia avrebbero combinato nulla e hanno pensato di venire qui a fare tutto facile , lavorare in nero , andare avanti con bustarelle a questo o a quello , affidarsi ai locali che hanno una cultura talmente diversa dalla nostra per loro vale l'uovo oggi e non la gallina domani e l'latra categoria invece è quella dei furbastri che sono sempre li pronti ad aspettare la loro  preda , non so quanti hanno cercato  di agganciarmi per aiutarmi a fare business ( io so bene quello che voglio , conosco le mie capacità e potenzialità ) qui di " consulenti " ne abbiamo a bizzeffe ma se scavi a fondo non salta fuori nessun nome che hanno aiutato  a fare qui impresa , io ho fatto tutto da sola , l'unico appoggio che ho avuto è stato un ragazzo di Tangeri che all'inizio mi ha aiutato a fare da interprete e poi gli abbiamo proposto di afre business con noi , una perla rara , dopo due anni stiamo per partire con un altro progetto in un altra città ed abbiamo deciso di premiarlo , fa parte del nostro staff ma le redini le ho sempre io , per il resto mi sono arrangiata da me e soltanto con dati certi e tangibili  mi sono mossa , io non capisco quelli che fanno affidamento sul marocchino o sul consulente di turno , questo è un paese che sei hai bisogno di informazioni puoi andare direttamente ai vertici a chiedere senza bisogno di intermediari che qui sempre , sudate per l'espressione sono dei morti di fame , intendo a livello cerebrale  e nei loro piano c'è solo lo scopo di fregarti , sono in contatto con altri connazionali all'estero ad esempio in Messico su play del Carmen la situazione non è delle migliori se non sei più che scaltra ti fanno barba e capelli senza neanche che tiene accorgi , ho sentito di gente che ha dato 30/50 mila € nel mani di consulenti che per loro hanno trattato l'acquisto del  bar sulla spiaggia o altre attività e poi si sono dileguati con i soldi ...... e questi consulenti sono di nazionalità italiana ...... d'altronde un paese come il Marocco o il Messico dove vige una correzione pari quasi all'Italia perché purtroppo il nostro bel paese e tra i primi corrotti sono sempre li ad aspettare qualcuno che abbocchi :)

ahahaha, Maria Teresa, ma hai scritto tu o ci siamo incrociate -in esperienze e deduzioni e conclusioni?-  Guarda, basta mettere "Tunisia e tunisini" al posto della tua referenza a Marocco, marocchini e a quegli altri paesi da te nominati e... siamo a posto, ma proprio a posto davvero !   E dire che, oltretutto, dei paesi europei che stanno male, l'Italia parrebbe la peggio ridotta, SE si sta a leggere e ad ascoltare quello che "mugugnano" i suoi cittadini... Ma come si fa a poter pretendere di avere un governo perfetto, se quello rappresenta persone che ... ben sono rappresentate?...  Per quanto poi dici, di certi consulenti, non avevo fatto in tempo ad approdare qui che, ecco, un italiano di quelli proprio che intendono fare affari sui malcapitati conterranei, già aveva l'occhietto sulla sottoscritta, visto che questa parla e scrive perfettamente in francese....  Ma talmente si era tradito con i suoi discorsi, che lo stavo proprio aspettando al varco e non appena mi ha chiesto di collaborare... ho saputo come e cosa rispondergli.   Sai, io come te, da sola e non sola ora, figurati, si è ormai navigatissime in psicologia umana ed esperienze di questo tipo.  Questi sono individui che fanno un'equazione:  "donna sola = preda tutta per me e ci casca, ohhh, se ci casca".  Poi cominciano con il suggerire ad ogni occasione, cosí come per caso,  en passant, il  "non credere che qui ce la farai da sola" e, apriti cielo se dicendoti qualcosa di sbagliato tu osi informare di come invece sia la prassi,  la risposta pronta e velenosa che ho ricevuto è stata :  "non ho bisogno di prendere lezioni da te".  Bene!  E allora non venire a chiedermi di farti le traduzioni dei tuoi panfleti e strani contratti....   
Credo si sia preso lo choc della sua vita... Chi mai avrà avuto le p...e di contraddirlo e di dirgli NOooo ? Abituato dai tempi in Ministero a Roma -non so se mi spiego-  vedersi contrariato su una filosofia di vita che finora gli era sempre funzionata -dei favoritismi e contorni-  e del concetto implicito e sottinteso:  "tu non ce la fai, fammi questo ((= schiavizzati al mio servizio)) e non dovrai più avere timore di nulla, ci penso io!"  öh, capirai, il primo da temere saresti proprio tu, pescecane dei tempi per te scaduti!  Quando uno ti dice "non ti preoccupare, ci penso io" sei avvisata di brutto....   No-no, emigrare cosí da sprovveduti sarebbe fatale, o lo può essere, se non si è "armati" e ben-bene autonomi, a iniziare dalla testa...   Poi, la contraddizione del criticare "qui sono tutti corrotti, che ci si può fare, sono indietro" eppoi per fare il discorso del "sarà meglio preparare un bel po' di bustarelle, a me non va' fare la coda, mi farò amico il direttore"   Ma che, stiamo scherzando?????  Uno schifo. E allora W la gente del posto, scusate, ma almeno loro sono a casa loro e dopo essere stati dominati fin troppo eppoi rimasti lì con la difficoltà vera e oggettiva di vedere come rialzarsi. Perché autonomi, indipendenti e addirittura in grado di magari vivere una democrazia (e vediamo allora di che tipo!) non è una cosa che si importa, ossia da fuori, o che si assimila per ... occupazione e parole-concetti pretestuosi altrui.  Accidenti...
Io faccio parte ancora della generazione che aveva un concetto ben diverso (sono ... svizzera -e di questo non ho certamente merito alcuno!-) che si riassume nel: "quando vai all'estero ricordati che nel tuo piccolo stai rappresentando il tuo paese".  E io... non vorrei essere un simile biglietto da visita, per il mio.  Ognuno di noi, all'estero, è sí un piccolo ambasciatore del suo proprio paese.  E se si può apportare qualcosa al posto dove ci si trova, allora non sono di certo determinati metodi da caverna, a dare una mano; a nessuno!   Non sono nazionalista o patriota, insomma; non avevo mai dato importanza alla Patria. Anzi, sono sempre stata esterofila assoluta. Ma da quando sono partita 22 anni or sono dal mio paese, ho progressivamente  capito tante cose e ho capito e apprezzato più che mai quei valori che prima davo per scontati. Per cui, essendo assai grata e non avendo motivo di vergognarmi del mio paese, non lo vorrei far vergognare per colpa mia e, insomma, di noi emigrati connazionali. Nessun paese o sistema è perfetto, per carità, ma quando ci si trova a conoscere le alternative e le differenze... eh sí, da' da pensare...
Non so, ma io finché sono in vita voglio almeno ancora potermi guardare allo specchio e trovarmi simpatica (almeno a me stessa  ;)
Auguri e sentiti complimenti a te che ti sei saputa districare meravigliosamente bene!  Sei davvero in gamba, brava!   Cosí, andando avanti negli anni, non avrai da preoccuparti delle rughe o di cose del genere, avendo avuto e avendo poi altri bei pensieri, ovvero costruttivi e di contenuto e spessore...   :up:  :one

Belin che DONNE ! Complimenti per quello che siete riusciti a fare. Io pur avendo origini Marocchine sono cresciuto in italia e sempre vissuto li, da pochi mesi,esattamente Febbraio sono rientrato nel mio paese d origine, lavoro improprio qui in Marocco ed è molto dura con la gente , è vero tutti che ti vogliono in*, fanno la bella presenza ma il loro intento e fregarti, bisogna essere molto duri qua e allo stesso tempo giocare il loro gioco, per me non è facile ma al mio fianco ho qualche parente di fiducia, per voi che siete sole complimenti.

Moderato da Francesca 7 mesi fa
Motivo : *moderato

eccoci trovate ..... potremmo definirci due anime gemelle :) io originario del Lago di Como a pochi km dalla svizzera , pertanto la mente ed il profilo è quello :)

ahahah , da buona lombarda confinate con i vostri cugini Svizzeri! ;-)

Maria Teresa Ibridi :

eccoci trovate ..... potremmo definirci due anime gemelle :) io originario del Lago di Como a pochi km dalla svizzera , pertanto la mente ed il profilo è quello :)

:top:  :par:

Più sopra avevo fatto allusione a qualcuno che si è occupato di mettere informazioni a disposizione di chi intenda trasferirsi in Marocco.  In relazione a questo, c'è pure la piattaforma per avere scambi di opinione, esperienze e rispettivi suggerimenti.
Si tratta della*
A me le informazioni, prima di decidere dove dirigermi,  hanno servito molto. Nel mio caso, a preferire di approdare su altra spiaggia, per la maggiore semplicità delle procedure in Tunisia  (attenti, non di certo per chi sia ancora in età lavorativa! In tal caso sconsigliare proprio di venire qui: in Tunisia)

Moderato da Francesca 7 mesi fa
Motivo : La pubblicità a gruppi esterni o FB non è consentita su questo forum

Ciaoooo!!!!veh si brave davvero....io diciamo che ho sempre avuto il c*** coperto per via di mio marito e la sua famiglia (la famiglia stretta ovviamente). Purtroppo è vero che noi  guarr siamo sempre visti come i polli da spiumare,e siamo per questo costretti ad alternare litigi duri con risate ed un tè in amicizia. È però anche vero che qui in genere nn i riserba rancore a lungo...almeno io in italia se litigo duro con qualcuno poi per un pezzo non ci parlo,qui è un episodio e poi via,si va avanti...
Purtroppo per star tranquilli dovreste liberarvi dalla vostra faccia europea e dalla fama di superricchi che abbiamo qui....

Nuova discussione

Traslocare in Marocco

Consigli per preparare un trasloco in Marocco