Close
Seguici su Facebook!

Domande di carattere generale a chi vive da un po in Tunisia

Buongiorno a tutti. Ho già le valige (quasi) pronte, il biglietto fatto, tanta voglia di dare una svolta alla mia vita e molte domande su un mondo che non conosco..  :/
Ad alcune domande ho trovato risposte nel forum e nei vostri blog, ad altre, spero mi possiate essere utili:
- parto con un  biglietto di sola andata per Tunisi, una volta li prenoterò in un residence per alcuni giorni e cercherò un appartamento. Cosa devo scrivere sul questionario che mi daranno sull'aereo se non ho ancora un indirizzo preciso?
- sapete quanto costa una domestica a Tunisi?
- esistono a Tunisi le società di noleggio auto a lungo termine? conviene o è meglio acquistarne una?
- (purtroppo) sono una fumatrice e so già che le mie sigarette li non ci sono. Sapete quante ne posso portare dall'Italia?
- Mi porterò il pc come bagaglio a mano, dovrò fare qualche dichiarazione in merito all'arrivo?
- essere socia in una società con sede legale in tunisia e percepire regolare stipendio da questa società, mi da il diritto di chiedere la residenza? dopo quanto tempo?
- ho letto che per venire in Tunisia bisogna avere il passaporto; la carta d'identità valida per l'espatrio vale solo per i viaggi organizzati da tour operator, ma se una persona volesse venire a trovarmi e non ha passaporto, visto che non ci sono tour operator che organizzano viaggi in Tunisia per ora, come può fare?
Grazie a quanti vorranno e potranno darmi qualche risposta. :top:

Le tue domande non sono semplicissime e richiedono parecchie spiegazioni. Bisognerebbe parlarne direttamente, se vuoi contattarmi sono disponibile.

PFLM3018 :

Le tue domande non sono semplicissime e richiedono parecchie spiegazioni. Bisognerebbe parlarne direttamente, se vuoi contattarmi sono disponibile.

Salve, alcune forse sono complesse, ma le risposte potrebbero essere utili anche ad altri, come lo sono state per me molte discussioni del forum.

Ma non si puo' fare un romanzo, e poi su alcune cose non si capiscono bene le sue esigenze.. Cosa vuol dire per esempio la storia della società? Cambia tutto!

L'unica domanda semplice è sulla carta d'identità: ci vuole il passaporto - PUNTO

ricciola64 :
PFLM3018 :

Le tue domande non sono semplicissime e richiedono parecchie spiegazioni. Bisognerebbe parlarne direttamente, se vuoi contattarmi sono disponibile.

Salve, alcune forse sono complesse, ma le risposte potrebbero essere utili anche ad altri, come lo sono state per me molte discussioni del forum.

Sono d'accordo con riccola64, questo forum esiste per far circolare le informazioni in forma pubblica!  :top:

Non credo che simili risposte si possano dare a casaccio, a parte PC e carta di identità son troppo complesse per pensare di dare una risposta esauriente su un blog! Non si capisce cosa viene a fare, non si capisce se ha reddito da dichiarare, non si capisce se si vuole stabilire o solo dare un'occhiata, non si capisce la questione dell'auto (chi ha un'azienda non dovrebbe avere questo problema, ma non viene specificato che tipo e con quale partecipazione). Poi io mi ritiro in buon ordine davanti a chi sappia fornire risposte senza approfondire con calma, di sapienti ce ne sono moltissimi in giro, io invece le cose devo capirle per non rispondere stupidaggini...

E' meglio prenotare un albergo prima della partenza. Sui vari siti di booking, a volte, si possono trovare buone offerte.
Una "femme de ménage" , naturalmente, costa molto meno che in Italia e si va da 20 a 30 dtn per il tempo necessario a rimettere in ordine un appartamento di medie dimensioni (il prezzo è stato rilevato su Hammamet e si riferisce a mezza giornata di prestazione);
- non conviene assolutamente acquistare l'auto nuova in Tunisia poiché (a causa dei dazi doganali) costa molto di più che in Italia. Ovviamente anche i prezzi dell'usato risentono di questa circostanza;
- si possono importare 200 sigarette (cioè una "stecca da 10 pacchetti), come si rileva dal sito ufficiale delle dogane tunisine;
- personalmente non ho avuto alcuna difficoltà, alla dogana marittima, per entrare con il mio i-pad;
- il fatto di risultare amministratore di società registrata in Tunisia dovrebbe agevolare le pratiche per l'ottenimento della residenza (ma non ne sono certo);
- circa il documento valido per l'ingresso non posso che confermare quanto già ti ha scritto PLF.
Good luck.

Ciao Ricciola,
aggiungo solo alcune cose a ciò che ti ha scritto mangiabuco che ti ha dato risposte oneste e precise.
Sul questionario in aereo scrivi la tua residenza attuale perché non sei ancora residente in Tunisia,
Il Pc è incluso nel bagaglio a mano se voli con Tunisair, oltre alla tua borsetta che non deve essere troppo grande se no ti imbarcano il bagaglio a mano: Se altra compagnia chiedi in agenzia o vai sul suo sito. Non esiste nessuna dichiarazione da fare  all'arrivo in Tunisia per il possesso del pc, se è la prima volta che viaggi col pc sappi che deve avere la batteria carica e dovrai tirarlo fuori dal bagaglio o la sua custodia e metterlo nel vassoio quando passi dalla polizia col metal detector prima dell'imbarco.
La residenza in Tunisia viene concessa solo ai pensionati o a chi lavora in Tunisia e comunque anche non lavorando bisogna dimostrare di avere un reddito minimo di circa 2000 dinari al mese, quindi non conosco l'iter burocratico ma sarai agevolata se percepisci un reddito da lavoro, diversamente è improbabile ti diano la residenza, una mia amica finlandese dopo molti anni non è ancora riuscita ad ottenere la residenza non potendo dimostrare il suo reddito, e ha ricevuto svariate proposte di matrimonio dai poliziotti per regolarizzare il suo stato, ovviamente ha gentilmente rifiutato e fa la pendolare.
Dovrai andare a registrarti presso il comando di polizia distrettuale, anche se non hai ancora un indirizzo di residenza per richiedere il permesso di soggiorno provvisorio, io sono stata aiutata dal mio avvocato anche per una questione di lingua perché qui nel sud molti non parlano benissimo il Francese, inoltre un avvocato ti dice esattamente quali documenti devi fare nel tuo caso, evitando di tornare decine di volte al comando di PS.
Buona Fortuna, buon trasferimento

Ti hanno già risposto più che esaurientemente @mangiabuco e @anna tunisia, aggiungo che qui a Sousse esistono dei noleggiatori a lungo termine, l'auto costa circa 500 Dt al mese ma non essendo interessato non ho più approfondito a chi rivolgermi, le auto sono in ottime condizioni. Il mercato automobilistico locale è più caro ma in caso di rivendita di norma i soldi si recuperano. dopo aver avuto la residenza e aver pagato le tasse si può acquistare un'auto e immatricolarla. Le auto usate di norma presentano sorprese sgradite anche se apparentemente sono in ottime condizioni, il nuovo invece è tale in tutto il mondo e se consideriamo che in caso di vendita comunque terrebbe il prezzo locale e non quello italiano conviene acquistare l'auto nuova come sto facendo io del resto, per tutto il resto va ottimamente ciò che ti hanno detto gli altri... prendi il passaporto (e nient'altro) e parti.
Buon viaggio

Ci avrei giurato, Mangiabuco a parte, tutti a dare consigli davvero strepitosi!
Perché 2000 Dinari e non 1000 o 10000?
Appena dopo "quindi non conosco l'iter burocratico ma sarai agevolata se percepisci un reddito da lavoro", indicazione perfetta...
Intendiamoci, non parlo nemmeno francese, ma della Tunisia so tutto, tramite il mio avvocato!
Si perdono continuamente occasioni per tacere!
Anto&Simo, perché avvallate indicazioni cosi' insensate? Voi in Tunisia ci state da un bel po' di tempo... La vostra, sostanzialmente corretta, rovinata dalla prima riga! (Ripeto, Mangiabuco a parte).

@pflm l'unica cosa che non accetto è il polemizzare gratuitamente, se hai argomenti per rispondere al quesito bene, hai da fare un tema? Ok fallo tanto se sei pensionato come me non hai nulla da fare tutto il santo giorno e n'oretta per scrivere la puoi trovare almeno tutti usufruiremmo della tua conoscenza, ciò che ha riportato @anna tuinisia dal mio punto di vista è corretto, direi solo che trattandosi del questionario d'ingresso nel paese un luogo dove andare devi averlo obbligatoriamente, non credo che in Australia si possa entrare senza avere già almeno una camera per la prima notte... quindi te lo ripeto, se hai da scrivere delle info magari contemplando varie casistiche ben venga.

Anto&Simo :

@pflm l'unica cosa che non accetto è il polemizzare gratuitamente, se hai argomenti per rispondere al quesito bene, hai da fare un tema? Ok fallo tanto se sei pensionato come me non hai nulla da fare tutto il santo giorno e n'oretta per scrivere la puoi trovare almeno tutti usufruiremmo della tua conoscenza, ciò che ha riportato @anna tuinisia dal mio punto di vista è corretto, direi solo che trattandosi del questionario d'ingresso nel paese un luogo dove andare devi averlo obbligatoriamente, non credo che in Australia si possa entrare senza avere già almeno una camera per la prima notte... quindi te lo ripeto, se hai da scrivere delle info magari contemplando varie casistiche ben venga.

Non si tratta di polemizzare ma di mettere in rilievo le cose assurde che spesso si leggono sui vari blog, non solo su questo: se non si puo' fare, e bisogna sempre dire che tutto va bene, avvisatemi. Quindi secondo voi dire a casaccio che bisogna dimostrare un reddito di 2000 dinari è corretto? Ne prendo atto, non mi risultava proprio! Scrive pero' che non sa nulla di come si ottiene il permesso di soggiorno, non è una contraddizione? Va bene informare cosi'? OK, prendo atto anche di questo!

non dico questo pflm e non darò una ulteriore risposta altrimenti questa discussione diventa un botta e risposta a due, hai risposto a francesca che le informazioni che avevi le avresti date in via privata ma giustamente ricciola e francesca che è la moderatrice del forum hanno risposto di inserirle nella discussione pubblica. Sarebbe utile, visto che sai cosa rispondere che inseriresti le varie casistiche proprio per dare un'idea globale... personalmente ho effettuato versamenti dai 1500 ai 2000 euro mensili per ottenere la residenza, la commissaria, come previsto dalle norme mi ha informato l'altro giorno che servono 3 versamenti regolari da parte dell'istituto di previdenza sul conto corrente tunisino del richiedente senza parlarmi di somme, quello che bisogna dimostrare è di essere in grado di garantirsi l'autosufficienza economica. Poi ci sono commissariati che fanno altre richieste, la residenza comunque viene vagliata e assegnata dall'ufficio di Tunisi quindi... al di là di quello che si allega sono loro a dettare la parola fine alla richiesta, i commissariati sono deputati alla raccolta, al controllo e all'invio della documentazione, se qualche commissario solleva obiezioni... decidete voi cosa fare e come agire, qui ad El Kantaoui sono richiesti i 3 accrediti regolari.

Ecco, questo è un discorso sensato... In quanto alla risposta privata la richiesta a me sapeva di bufala, guarda caso la signora in questione non è più intervenuta... Poi anche su questo mi posso sbagliare...

Premesso che io parlo Italiano, francese, inglese, spagnolo, portoghese e Creolo di Capo Verde alla perfezione, e i primi rudimenti di arabo classico e arabo del sud Tunisia, diverso dall'aravo tunisino e quindi  non sono ancora in grado di fare una conversazione. Forse sarebbe meglio leggessi con più attenzione ma mi sembri accecato da livore a prescindere!

Carissimo PFLM,
innanzitutto, ti invito a fare un ripasso delle regole del forum, così forse riesci a capire che noi tutti abbiamo risposto in base alla nostra esperienza.
Poi ho citato per ben due volte che la Tunisia prima di essere un paese islamico è AFRICA dove io ho già vissuto per dieci anni. Qui in AFRICA non ci sono regole che DEVONO essere rispettate alla lettera, non lo è nemmeno in Italia, tutto è sempre a discrezione del funzionario di turno, infatti io quando sono andata alla polizia, nonostante avessi con me il mio avvocato, che aveva svolto questa pratica già altre volte con miei amici italiani che hanno preso la residenza in Tunisia prima di me, è rimasto esterrefatto quando ho dovuto farmi rifare la dichiarazione dalla banca perché avevo versato 6000 euro in una unica soluzione per due volte a distanza di 5 mesi, ma loro volevano il versamento mensile di minimo 2000 dinari, quindi io ne avevo versati di più! Ho dovuto esibire l’estratto conto con scritto che il totale corrispondeva a x di cifra mensile, altrimenti non mi accettavano la richiesta di soggiorno.
In Africa tutto è a discrezione, nell’altro paese africano Capo Verde dove ho vissuto era a discrezione il rinnovo del visto ordinario che a volte ci davano per 3 mesi come scritto nei regolamenti, a volte per 4 mesi una volta per un anno intero, quindi se hai tutto questo amore per la precisione, forse la Tunisia non fa per te come il resto dell’Africa. Gli africani funzionano così prendere o lasciare!
Poi visto che polemizzi volentieri, come mai, smonti noi tutti e non ci dici invece la tua precisa esperienza in cosa consiste? Sono sicura che tu hai preso la residenza da manuale svizzero! Che poi sulla precisione della Svizzera ci sarebbe da aprire una discussione di forum per vedere se altri hanno fatto la mia esperienza lavorandoci nel 2014 per un mese.
Le risposte poi come ti hanno ribadito Francesca e Maria Pia, si danno in pubblico tutta questa complicazione ce l’hai tu nel cervello. Infatti Ricciola, ha preso senza polemiche le nostre risposte, ognuno di noi le ha detto ciò che sapeva in base alla sua esperienza. Poi per precisare io ho scritto a Ricciola quello che sapevo per certo perché in nessun paese del mondo accettano un residente che non possa dimostrare il suo reddito, nemmeno qui in Tunisia perché di poveri ne hanno a iosa. Per esempio a Capo Verde un pensionato solo deve avere 1.300 euro come se è con la moglie a carico. Chi lavora si presuppone abbia i soldi da investire e non viene richiesta alcuna cifra minima perché un’attività in proprio non ti da un reddito mensile ma annuale.
I 2.000 euro della Tunisia che ho scritto io sono in via provvisoria alla richiesta di soggiorno, poi non mi è ancora stato possibile sapere la cifra esatta della pensione quando verrà accreditata dall’Italia, devo supporre che sia la cifra minima quella, forse, magari in altra località che non è Douz è diverso in via provvisoria.
Maria Pia è stata molto precisa nel dirti come funziona.
Passo e chiudo
Buona Tunisia

Sinceramente mi sto rompendo le scatole: mi sembra che nessuno legga quel che scrivo!
1) A cosa diavolo serva un avvocato per il permesso di soggiorno vorrei saperlo (non l'ho scritto io)
2) 2000 Dinari sono un'indicazione PRIVA DI QUALSIASI VALORE: la regola sarebbe di parametrare il reddito dimostrabile col tenore di vita, uno che vive a Sidi Bou Said non paga di certo l'affitto che pago io, penso che 2000 Dinari gli servano solo d'affitto.
So di persone che hanno ottenuto la residenza con 500 EURO (cinquecento) e di altri che non l'hanno ottenuta con 2000 EURO (duemila).
3) Ho detto che il primo post mi sembrava una bufala, fin quando non interviene di nuovo la tizia continuo a pensarla cosi'!
4) Se siete tutti cosi' suscettibili (io ho vissuto 89 anni in Australia e 107 in Russia, parlo Latino, Francese, Inglese e sto studiando Arabo) vi consiglio una bella tisana la sera prima di coricarvi!
Avevo anche premesso che in questa discussione sarebbero usciti un sacco di sapienti infallibili: siamo sulla buona strada!
Inoltre forse è sfuggito che ho sottolineato le cose corrette dette dagli altri.
Poi, se tutto questo non va bene, bannatemi pure: continuero' a dormire tranquillo! :D
P.S. Parlo davvero Latino, Francese Inglese and i'm Learning Arabian Language!
SALEM!

Lasciate che questo forum resti com'è, quindi pieno di informazioni giuste o sbagliate che siano e solo quelle. Dopo ogni interlocutore ne trae conclusioni. Non credo che qui ci sia bisogno di stucchevoli e sterili polemiche diatribiche che non aiutano di certo nessuno e che a nessuno interessano e, se proprio non ci riuscite, polemizzate privatamente. Enjoy

Buon giorno... tra poco andrò ad abbracciare Maria Pia e il marito... (ogni tanto fa bene scroccare un pranzo) e riaccompagnerò @trevisan in aeroporto per il rientro in Italia (in 4 giorni ha fatto conto corrente, dirottato la pensione sul conto tunisino, preso casa, comprato frigo, lavastoviglie e lavatrice e mangiato una montagna di cibo oltre ad aver conosciuto miei amici e averci offerto cene e tutta la sua simpatia)... dopo il piccolo stacchetto che non c'entra niente con la discussione ma sdrammatizza e fa tanta simpatia... do il mio pensiero sulla residenza. La normativa è una sola solamente che a Tunisi fanno controlli un po' randomici sulle dichiarazioni quindi i commissariati che lo sanno richiedono quello che gli pare consapevoli che poi l'ufficio centrale non controlla tutto. Qui se vai a un commissariato dicono di fare una pratica, se vai ad un altro (si differenziano in base ai quartieri dove si va ad abitare) qualcosa di diverso la chiedono, non parliamo poi di ciò che richiedono a Nabeul (Hammamet) o a Monastir rispetto a Sousse. La cosa migliore per chi voglia trasferirsi è stabilire un luogo dove voler stare, andarci e passare dall'ufficio immigrazione del commissariato competente, quindi chiedere direttamente lì le informazioni. Tenete presente che quello che era richiesto 6 mesi fa non è detto che sia quello che richiedono oggi.

Anto&Simo :

Buon giorno... tra poco andrò ad abbracciare Maria Pia e il marito... (ogni tanto fa bene scroccare un pranzo) e riaccompagnerò @trevisan in aeroporto per il rientro in Italia (in 4 giorni ha fatto conto corrente, dirottato la pensione sul conto tunisino, preso casa, comprato frigo, lavastoviglie e lavatrice e mangiato una montagna di cibo oltre ad aver conosciuto miei amici e averci offerto cene e tutta la sua simpatia)... dopo il piccolo stacchetto che non c'entra niente con la discussione ma sdrammatizza e fa tanta simpatia... do il mio pensiero sulla residenza. La normativa è una sola solamente che a Tunisi fanno controlli un po' randomici sulle dichiarazioni quindi i commissariati che lo sanno richiedono quello che gli pare consapevoli che poi l'ufficio centrale non controlla tutto. Qui se vai a un commissariato dicono di fare una pratica, se vai ad un altro (si differenziano in base ai quartieri dove si va ad abitare) qualcosa di diverso la chiedono, non parliamo poi di ciò che richiedono a Nabeul (Hammamet) o a Monastir rispetto a Sousse. La cosa migliore per chi voglia trasferirsi è stabilire un luogo dove voler stare, andarci e passare dall'ufficio immigrazione del commissariato competente, quindi chiedere direttamente lì le informazioni. Tenete presente che quello che era richiesto 6 mesi fa non è detto che sia quello che richiedono oggi.

Corretto!

Eccomi.. non sono sparita, ma ero presa dai preparativi per la partenza e non ho avuto il tempo per collegarmi  ;) Sono arrivata, tutto bene all'ingresso (sia per il pc che per le sigarette e l'indirizzo). Non volevo scatenare tutte queste polemiche, le mie domande erano per avere un idea di massima, poi, ovviamente mi informerò meglio presso gli uffici di competenza. Grazie comunque a tutti quelli che hanno dato risposte e buona vita a tutti :cheers:

Anche io vengo da un mese di intenso lavoro e, dopo aver sistemato una dozzina di nuovi felici residenti tra Nabeul, Hammamet e La Marsa (fortunatamente ai trasferimenti ci pensa una societa' specializzata), per la prima volta mi sto godendo Hammamet in quasi completa vacanza, approfittando di queste splendide giornate e del fine settimana collegato con la festa del 20 marzo, la Liberazione (dai francesi, in questo caso). E' stato un piacere vedere le numorossissime famiglie Tunisine in vacanza in questi giorni. E l'immensa quantita' di giovani di cui questo paese puo' vantarsi.

Cio' detto, anche per gli impegni delle scorse settimane relativi a quanto sopra, mi ero accuratamente astenuto dal prendere parte a questa conversazione, gia' partita male, data la vaghezza di propositi della proponente e la scarsezza di informazioni sul proprio stato, cosa che avrebbe reso ogni "consiglio" scarsamente professionale. Cosi' infatti e' stato e ciascuno ha riportato le proprie personali esperienze, a volte azzardando a farne la regola (sia detto per inciso e per aggiungere i miei due cents al merito della discussione: si entra anche con la carta di identita', a determinate condizioni, ovvero prenotazione alberghiera e biglietto di ritorno, sebbene il documento ufficiale sia il passaporto; non serve il tour operator).

Ora che siamo alla fine e che, come era ovvio, la signora e' giunta in Tunisia senza troppi patemi, le auguro buona permanenza e successo per ogni cosa ella desideri fare nel Paese (che sia godersi la pensione o avviare un'attivita').

Vorrei tuttavia fare presente che anche in Tunisia le regole esistono e sono molto chiare e documentate, per chi volesse darsi da fare e reperire le fonti normative. D'altra parte la base del diritto e' quella francese. Non e' questione di Africa o non Africa. Con tutte le differenze culturali possibili ed immaginabili, conoscere i propri diritti e' sempre una buona cosa, anche e soprattutto in un paese straniero. E anche qui, come altrove, chi li conosce (e, beninteso, vuole) puo' farli valere.

Come da noi (basta sentire i resoconti di chi rientra in patria per sbrigare le pratiche di esenzione dall'imposizione, cambio banca di accredito della pensione e compilazione dei moduli per l'assistenza sanitaria), c'e' molta disinformazione tra i funzionari pubblici anche di alto livello (per non dire del fatto che molti qui ancora fanno finta di essere disinformati per ben ovvie altre ragioni - e qui poi ciascuno e' libero di regolarsi come meglio ritiene).

Farsi trovare piu' preparati di loro e appropriatamente documentati di norma sortisce gli effetti desiderati. Conoscere l'iter del processo che una data pratica seguira' aiuta a capire da dove posono originarsi le differenze di esito e prevenire i possibili intoppi.

Vero e' ad ogni modo che di norma se ti rechi da 10 funzionari per chiedere di che colore vogliono una tal cosa, ciascuno ti dira' un colore diverso. Se il tuo funzionario te la chiede rossa tu portgliela rossa. Se ce l'hai solo blu, allora cerca qualcuno che la vuole blu.

E vivi sereno.

Ovviamente se a muoversi e' un professionista, il discorso si fa diverso ed e' bene sapere se la legge dice blu o rosso. :cool:

Buonasera a tutti. Da tre giorni in Tunisia, finalmente stasera mi rilasso.. sono stanchissima ma ho trovato l'appartamento grazie ad un utente del forum che vorrei ringraziare per la disponibilità che ci ha concesso ieri ed oggi (praticamente ci ha adottati..) Grazie Jadh! Forse abbiamo trovato anche i fondi per la nostra attività ed un altro piccolo passo è stato fatto. Continuerò a seguire il forum per comprendere meglio questo paese che spero ci dia le soddisfazioni che cerchiamo. Per ora non posso che essere contenta dell'esperienza che sto vivendo. Ho trovato veramente persone stupende per gentilezza, disponibilità e competenza. Grazie ancora per il vostro contributo.  :sleep Buonanotte

Chiedo scusa a YADH per aver sbagliato a scrivere il suo nome...  :(  ;)

Ciao Antonello...
Côme sempre c e chi pur non sapendo..nulla....delle  regole/leggi della Tunisia....vuol farsi vedere edotto e compétente....e il caso di molti...tanti...
NS.connazionali.....purtroppo....

Vero....solo l importo mensile...varia....
Ma 1000 euro mese  bastano e avanzano

Grande Anna....
Haï inquadrato il personaggio....
Capisci ora xke frequento  solo Francesi
Belgi....Locali....?
Xke noi  Italiani....siamo...Troppo...Intelligenti......

Brava bene arrivata Ricciola
Affidati ai vari uffici compétenti....perderai
Un Pô più di tempo...ma molto molto meglio dei  consigli di noi  Italiani

mauro biazzi :

Brava bene arrivata Ricciola
Affidati ai vari uffici compétenti....perderai
Un Pô più di tempo...ma molto molto meglio dei  consigli di noi  Italiani

Grazie Mauro, sicuramente mi sto rivolgendo ai vari uffici per tutto ciò che concerne l'attività che stiamo intraprendendo e, devo dire che continua la sensazione di avere a che fare con persone disponibili ed esaustive (sia tunisini che connazionali ;) ) Ad esempio (lo segnalo perchè potrebbe servire a qualcuno che intenda avviare un attività a Tunisi..) alla Camera di commercio italo tunisina c'è una signora che si è messa a completa disposizione. E' tunisina, parla perfettamente l'italiano ed è una persona squisita, così come tutto il suo staff. Che dire.. finora tutto ok. Saluti! :cheers:

Bene Ricciola
Sono contento che sei partita col piede giusto....e haï subito trovato chi ti puo meglio indirizzare....specie se Tunisini
Introdotti....come la signora che haï conosciuto.....
In quale  citta ti sei stabilité....?
Qual e l attivita che vai a intraprendere...?
Ciao

Ciao, sono a Tunisi ed il settore è contract arredamento, in particolare cucine direttamente ai costruttori. (settore del quale ci occupiamo già in Italia).
Vedo che qui, per la maggior parte scrivono pensionati... io ne ho ancora per un pò prima di godermi la pensione, ma se continua così... chi ci torna in Italia!!! ;)

mauro biazzi :

Vero....solo l importo mensile...varia....
Ma 1000 euro mese  bastano e avanzano

Ecco, tu sei un fulgido esempio di italiano che dovrebbe stare zitto! Prova ad ottenere il permesso di soggiorno con 1000 euro al mese pagando un affitto da oltre 1200 dinari al mese...
Se sai leggere, lo dicono chiaramente anche Anto&Simo!
Se poi sei cosi' bravo da non dover presentare il contratto d'affitto legalizzato per richiedere il permesso, dillo a tutti: gli italiani che arrivano qui verranno tutti a baciarti i piedi!

Al di la di tutto e giusto per chiudere il discorso (non è bello che sfoci in polemica) penso PFLM che se un pensionato abbia una pensione di 1000 euro lordi al mese non cerca una villa con piscina ma spenda al massimo 450/500 dinari al mese per l'affitto dell'immobile prendendolo anche in zone non proprio turistiche. Poi resta sempre il famoso detto del passo più lungo della gamba legato alle motivazioni che hanno spinto la persona a venire qui in Tunisia. Può essere per i 6 mesi canonici, può essere per tutto l'anno, anche perché magari è pieno di debiti con finanziarie o con qualche divorzio capestro... come si dice a Roma ognuno conosce i propri "fatti" (non è proprio questo l'aggettivo) ma se non ha imparato a gestire i propri soldi e a fare i passi giusti forse è meglio che resti a casa propria perché in questo posto alla fine rischierebbe di non avere neanche l'assistenza sanitaria. :)

Anto&Simo :

Al di la di tutto e giusto per chiudere il discorso (non è bello che sfoci in polemica) penso PFLM che se un pensionato abbia una pensione di 1000 euro lordi al mese non cerca una villa con piscina ma spenda al massimo 450/500 dinari al mese per l'affitto dell'immobile prendendolo anche in zone non proprio turistiche. Poi resta sempre il famoso detto del passo più lungo della gamba legato alle motivazioni che hanno spinto la persona a venire qui in Tunisia. Può essere per i 6 mesi canonici, può essere per tutto l'anno, anche perché magari è pieno di debiti con finanziarie o con qualche divorzio capestro... come si dice a Roma ognuno conosce i propri "fatti" (non è proprio questo l'aggettivo) ma se non ha imparato a gestire i propri soldi e a fare i passi giusti forse è meglio che resti a casa propria perché in questo posto alla fine rischierebbe di non avere neanche l'assistenza sanitaria. :)

Chiudiamo pure il discorso, ma a me danno fastidio quelli che non sanno quello di cui stanno parlando (non è il caso vostro, dato che vi ho ripetutamente citato in positivo). Si devono tutti convincere che qui in Tunisia regole precise per tutti non esistono (o quasi), e che bisogna verificare caso per caso!
Tanto per dirne una, sapete come si fa ad immatricolare un'auto con più di tre anni in Tunisia? Impossibile, diranno tutti, e invece...
;)

PFLM3018 :

Tanto per dirne una, sapete come si fa ad immatricolare un'auto con più di tre anni in Tunisia? Impossibile, diranno tutti, e invece...
;)

:sosad:  :sosad:  :sosad:

Ti ringraziamo tanto per gli apprezzamenti positivi PFLM e questo vuol dire che abbiamo comunque dato un apporto positivo al forum, come scrivevo nel 2015 anzi nel 2014 quando iniziai a prendere le prime informazioni resto sempre convinto che quando uno non sa cosa fare e dove andare di rivolgersi ad una seria agenzia di servizi è la soluzione migliore, in Tunisia ne operano diverse e tutte quelle che ho conosciuto cercano l'eccellenza nei servizi che offrono, se si è spaesati o semplicemente non si vuole sbattere la testa a destra o a sinistra di rivolgersi a una di queste agenzie, non cito quali sono (per non provocare fraintendimenti) ma hanno tutte risposto a queste discussioni,  stimo profondamente i responsabili sia per la professionalità che per l'umanità nei rapporti interpersonali che hanno intrapreso facendo in modo che i clienti alla fine non restino un nome e un cognome su un permesso di soggiorno ma con i quali hanno instaurato un sano e corretto rapporto di fiducia reciproca e di amicizia, con una di queste ci siamo incontrati e ho cercato di ricambiare i consigli ricevuti parecchi anni fa, sono persone stupende e ogni scusa è buona per incontrarsi e passare del tempo insieme anche se ci troviamo in città diverse, con un'altra purtroppo (non per colpa mia!!!) non è stato possibile ricambiare ma alla prima occasione utile sarò felicissimo di ospitare il titolare a pranzo a casa mia :D.

"Tanto per dirne una, sapete come si fa ad immatricolare un'auto con più di tre anni in Tunisia? Impossibile, diranno tutti, e invece..."

Caro PFLM3018,
anche per non dare adito ad ulteriori polemiche e ad emoticon irridenti, non ci tenere sulle spine e rivelaci qual'è la via legale per poter mantenere, oltre l'anno canonico previ rinnovi trimestrali, l'auto di proprietà per i pensionati che hanno preso la residenza in Tunisia.
Se c'è, te ne saremo tutti grati.
D'altro canto, come di tanto in tanto ci ricorda Francesca, questo forum dovrebbe servire proprio ad aiutare i connazionali alle prese con un ordinamento statale diverso dal nostro.

Posso solo dire una cosa, perché la trafila temo sia decisamente complessa!
Le informazioni si ottengono SOLO alla sede centrale della dogana a Tunisi, non perdete tempo con le dogane locali, sono solo pronti a fare girare le p....!!!
Un pensionato che sia in grado di certificare quanto chiedono (e qui sto ancora verificando anch'io) puo' ottenere ulteriori rinnovi (ma non prendetelo come oro colato).
Quindi andateci e informatevi, ma ripeto, solo a Tunisi! Dalle altre parti vi diranno che è impossibile!

le importazioni di auto in regime di esenzione sono di 3 e 5 anni, per i pensionati 3 anni, per le altre categorie 5 anni ma sono informazioni reperibili dal sito delle dogane tunisine. La targa RS la fa dogana e la motorizzazione del luogo di residenza (parlo sempre senza mettere in mezzo l'eventuale amico dell'amico che conosce un altro amico e poi magari incasina tutto). Personalmente spiego cosa abbiamo fatto noi e le nostre considerazioni:
La targa RS permette che l'auto venga guidata unicamente dall'intestatario, per parecchi anni è vincolata e non la si può rivendere, può uscire dalla Tunisia per un massimo di 3 mesi annui e la spesa per ottenere la carta verde è comunque elevata, per l'immatricolazione le spese sono elevate e legate al valore dell'auto e alla cilindrata, il bollo si paga ogni anno e con superbollo per Diesel e GPL, la revisione viene fatta ogni anno.
Noi portata via l'auto in Italia dopo il primo anno trascorso, abbiamo preso casa in una posizione centrale con tutti i negozi vicino, ci compriamo due belle biciclette (che il moto fa pure bene), abbiamo sempre vicino casa un noleggio di auto che ce la lascia per 50 Dt giornalieri senza cauzione (ottima per spostamenti lunghi) e per quelli a medio raggio i Taxi costano davvero un'inezia... molti dopo aver portato l'auto decidono di non guidarla per paura del traffico... insomma valutate pro e contro... ne vale la pena?

Anto&Simo :

le importazioni di auto in regime di esenzione sono di 3 e 5 anni, per i pensionati 3 anni, per le altre categorie 5 anni ma sono informazioni reperibili dal sito delle dogane tunisine. La targa RS la fa dogana e la motorizzazione del luogo di residenza (parlo sempre senza mettere in mezzo l'eventuale amico dell'amico che conosce un altro amico e poi magari incasina tutto). Personalmente spiego cosa abbiamo fatto noi e le nostre considerazioni:
La targa RS permette che l'auto venga guidata unicamente dall'intestatario, per parecchi anni è vincolata e non la si può rivendere, può uscire dalla Tunisia per un massimo di 3 mesi annui e la spesa per ottenere la carta verde è comunque elevata, per l'immatricolazione le spese sono elevate e legate al valore dell'auto e alla cilindrata, il bollo si paga ogni anno e con superbollo per Diesel e GPL, la revisione viene fatta ogni anno.
Noi portata via l'auto in Italia dopo il primo anno trascorso, abbiamo preso casa in una posizione centrale con tutti i negozi vicino, ci compriamo due belle biciclette (che il moto fa pure bene), abbiamo sempre vicino casa un noleggio di auto che ce la lascia per 50 Dt giornalieri senza cauzione (ottima per spostamenti lunghi) e per quelli a medio raggio i Taxi costano davvero un'inezia... molti dopo aver portato l'auto decidono di non guidarla per paura del traffico... insomma valutate pro e contro... ne vale la pena?

Un'ottima soluzione, se non si risolve in altro modo...

Nuova discussione

Traslocare in Tunisia

Consigli per preparare un trasloco in Tunisia

Voli per la Tunisia

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo in Tunisia