Close

sposarsi in ucraina

Ciao a tutti
sono in procinto di trasferirmi per breve tempo in ucraina e precisamente a Kremenchuk (oblast poltava) per sposarmi con una cittadina ucraina
sono già stato in quella città già altre volte
il costo della vita per noi che arriviamo con gli euro à molto basso
la mia futura moglie per fortuna non paga affitto e quindi con lo stipendio (ucraino) riesce a vivere, se non fa spese extra.
a questo punto vorrei anche chiedere a chi ultimamente si è sposato in ucraina, quali documenti gli hanno richiesto.
nei forum si trova di tutto

io ho preparato copia del passaporto, certificato di divorzio e di nascita (tutto apostillato e tradotto)
secondo voi sono questi i documenti richiesti?
se qualcuno/a sa qualcosa di certo gradirei una risposta.
grazie a tutti

Buongiorno antonioira,

Ben arrivato su Expat.com!

Se ci fosse uan rappresentanza italiana in Ucraina (consolato/ambasciata) mi rivolgerei ai loro uffici per avere certezza dei documenti necessari.

I migliori auguri a te e alla tua compagna  :)

Francesca
Team Expat.com

Ciao antonioira la mia situazione è opposta alla tua io e la mia compagna ucraina siamo in Italia, ci sposeremo a breve dopodiché andremo a vivere a Cerkasy non appena ci consegnano l'appartamento. Vorrei sapere come comportarmi per aprire un conto corrente.
A presto.
Valter

In Ucraina esistono più di un centinaio di Istituti di Credito.

Dopo il susseguirsi di scandali, negli anni scorsi, dovuti al fallimento di diverse banche che ha comportato per i risparmiatori la perdita di tutti i loro depositi, oggi, gradualmente, i cittadini stanno riacquistando fiducia negli istituti finanziari sia per depositare i loro risparmi, sia per accedere a finanziamenti agevolati e/o mutui.

La percentuale della popolazione che si avvale dei servizi offerti dagli istituti di credito è ancora, però, piuttosto scarsa, poiché la maggior parte delle famiglie non hanno ancora un reddito sufficientemente alto che permetta loro una qualsiasi forma di accantonamento di parte dello stesso.

L’economia ucraina è ancora in massima parte un’economia cash: non esistono assegni e si comincia a diffondere ora l’uso di carte di credito e di debito. I pagamenti, anche di importi estremamente elevati, vengono effettuati ancora in contanti.

L’orario di apertura al pubblico delle banche in Ucraina è di solito dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00, anche se spesso la cassa chiude prima.

L’apertura di un conto corrente presso una banca è piuttosto semplice: è sufficiente presentare il proprio passaporto e il codice di identificazione personale.

Per i non residenti ci sono delle clausole particolari, come, ad esempio, l’obbligo di dover dimostrare la provenienza del denaro ogni volta che si procede ad un deposito o si vuole cambiare valuta per importi superiori a 10.000 $.

Per trasferire denaro da una banca italiana ad una ucraina la procedura è piuttosto semplice: è sufficiente effettuare un bonifico internazionale. Le commissioni da pagare, per tale operazione, sono mediamente fra l’1% e il 2%, ad eccezione dell'Unicredit, che non applica alcun tipo di commissione.

Anche per trasferire denaro dall'Ucraina all'Italia si può effettuare un bonifico internazionale: in questo caso le commissioni sono di solito comprese mediamente fra il 2% e il 4%.  In questo caso, invece, l'Unicredit applica un tasso del 0,25%.

Le banche ucraine offrono tassi di interessi piuttosto elevati. A fronte di depositi vincolati di denaro, possono spuntare anche tassi di interesse del 17%. Naturalmente, maggiore sarà l’affidabilità della banca, minori saranno i tassi percepiti e viceversa.

In Ucraina sono presenti due banche italiane: Unicredito e Banca Intesa. E’ inoltre presente anche la banca austriaca Raiffaisen Bank.

Nuova discussione