Close

Intervista: Fabio a Karmi'el

Ciao a tutti!  :)

Fabio è uno sviluppatore software originario di Padova.
Expat per ragioni di cuore, si è trasferito a Karmi'el per vivere assieme alla compagna che è israeliana. Grazie alle sue competenze professionali e complice il fatto che Israele offra molte opportunità lavorative nell'ambito dell'Information Technology, ha trovato impiego presso un'azienda informatica di Tel Aviv.

Vi riporto un estratto della sua intervista:

Dove risiedi e da quanto tempo vivi li?


In Israele vivo a Karmi’el da circa un anno e mezzo con la mia compagna.
Karmi’el è stata fondata nel 1964 ed è quindi una città relativamente nuova, ben progettata e con un sacco di verde e di parchi. E’ situata a circa mezz’ora di auto o poco più da centri con grande importanza storica e culturale come Acri e Nàzaret, città con popolazione mista ebrea ed araba ma il cui centro storico è soprattutto arabo.
A circa 40 minuti sulla parte nord della lunga costa mediterranea israeliana c’è Haifa che è una metropoli multi-etnica moderna e un incredibile melting pot culturale tanto quanto Tel Aviv, è anche un porto del Mediterraneo molto importante e un grande polo industriale, scientifico, tecnologico e universitario (anche se di recente pare abbia significativi problemi di inquinamento).

Ci sono degli usi e modi di fare locali che sono entrati a far parte della tua quotidianità dopo il trasferimento?

Sicuramente la cucina e il gusto per la cucina fusion-mediorientale (adoro Hummus, Tahina, avocado e Shakshuka, a volte anche più degli Israeliani stessi) ma anche alcuni tratti del comportamento come la schiettezza e il pragmatismo, che, anche se credo di aver sempre avuto, sicuramente si sono rinforzati stando qui.
Dopo un anno e mezzo parlo un po’ di Ebraico, ho imparato diversi modi di dire che uso continuamente e qualcuno l’ho anche importato dall’Italiano (o addirittura del Veneto) riscuotendo grande successo perlomeno nella mia cerchia di conoscenze! Sembra strano ma la lingua che parli influenza molto la mentalità e il comportamento e anche per questo credo che sia molto importante non limitarsi all’Inglese ma imparare le lingue locali per poter veramente comprendere un posto e la sua gente.


Continua a leggere l'intervista : www.expat.com/it/intervista

Clicca qui per leggere tutte le altre Interviste agli espatriati e condividile sui social networks, trovi le icone dedicate nella pagina di ogni intervista.

Se sei un’espatriato e voi partecipare all’intervista, contattami ora!

Saluti,

Francesca

Ciao Francesca
É  possibile mettersi in contatto diretto con questo ragazzo di Padova.
A marzo ho intenzione di venire in Israele a proporre il mio progetto. ...
Una nuova app.ti ringrazio
Buonanotte

Ciao Tiziana  :)

Ti ho dato info in merito qui > www.expat.com/forum

Saluti,

Francesca

Nuova discussione

Traslocare in Israele

Consigli per preparare un trasloco in Israele

Voli per Israele

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo in Israele