Close

Intervista: Giorgio a Smederevska Palanka

Ciao a tutti!  :)

Con piacere metto a disposizione del forum la testimonianza di Giorgio.
Triestino, ex impiegato di banca in pensione, Giorgio si è trasferito a Smederevska Palanka, una città della Serbia centrale, tre anni fa con la moglie.
Nel tempo libero si dedica alla cura del terreno davanti a casa, studiare il serbo e giocare con i suoi quattro cani. 

Vi riporto un estratto della sua intervista:

Quanto tempo ci vuole per ottenere la cittadinanza serba?

In base alla legge serba sulla cittadinanza (zakon o dravljanstvu republike Serbije Glasnik/gazzetta ufficiale n. 135/2004 e n.90/2007/ art 14), lo straniero può chiedere la cittadinanza dopo tre anni da quando ha la residenza permanente effettiva (prebivalište) in Serbia.
Per avere la residenza permanente effettiva bisogna soggiornare continuativamente con il permesso di soggiorno per cinque anni. In totale gli anni sono quindi otto.

Come funziona il sistema sanitario in Serbia?

Entrando in Serbia come turista e rimanendovi per un periodo limitato, prima di partire bisogna recarsi alla propria USL di competenza in Italia e farsi rilasciare un documento che dovrà essere vistato dall'apposito ufficio sanitario serbo della località in cui ci si reca. Cosi facendo si avrà diritto all'assistenza sanitaria completa e gratuita.
Se uno risiede in Serbia con il permesso di soggiorno è opportuno che si iscriva al servizio sanitario serbo.
Nel mio caso, essendo sposato con una cittadina serba, pago mensilmente per me e mia moglie circa 20,00 euro (si paga mensilmente e l'importo da un mese all'altro puo' variare, ma di poco).
Ho diritto all'assistenza sanitaria completa ( medico di base più eventuale ricovero ospedaliero).
I medici di base non hanno uno studio professionale proprio come in Italia ma usufruiscono di quella che loro chiamano Casa della salute. Poichè sono pochi le file solo lunghissime per cui, in caso di necessità, mi reco da un medico privato che costa molto ma molto meno che in Italia.
Il mio ospedale di riferimento è una cosa pazzesca ben al sotto di ogni standard qualitativo. Solo i medici si salvano in quanto sono bravi e competenti.
A mia moglie hanno diagnosticato una malattia rara che nessun medico in Italia aveva preso in considerazione.
La sanità privata è un'altra cosa. Fino ad ora non l'ho sperimentata però credo sia ottima.
Non so se questa situazione sia uguale in tutta la Serbia, credo che a Belgrado le cose vadano meglio.
Ancora un'annotazione: stranamente le medicine costano meno che in Italia, in alcuni casi si arriva al 50% in meno.


Continua a leggere l'intervista : www.expat.com/it/intervista

Clicca qui per leggere tutte le altre Interviste agli espatriati e condividile sui social networks, trovi le icone dedicate nella pagina di ogni intervista.
Se sei un’espatriato e voi partecipare all’intervista, contattami ora!

Saluti,

Francesca

Nuova discussione

Traslocare in Serbia

Consigli per preparare un trasloco in Serbia

Voli per la Serbia

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo in Serbia