Close

Luoghi comuni sulla vita in Portogallo

Buongiorno a tutti,

Nell’immaginario collettivo alcuni stereotipi sulla vita in Portogallo sono duri a morire…ma quanto di quello che si pensa è fondato?

Quali sono i luoghi comuni riguardo il Portogallo? Li condividete o li smontate?

L’idea che avevate del Paese prima di andarci a vivere si è modificata dopo il trasferimento e in che modo?

Grazie per le vostre testimonianze,

Francesca

Due note veloci e molto superficiali ma spero utili comunque.Ordine e pulizia: e' commovente passeggiare su chilometri di spiagge senza vedere un pezzo di plastica  o carta o un mozzicone di sigaretta.Sembra un sogno vedere le aiuole curate le strade senza buchi la segnaletica non arrugginita . Sentire la presenza non invadente ma severa della Guardia Nazionale Repubblicana che con un gesto mette in riga torme  di inglesi ubriachi.Sembra incredibile non vedere ambulanti abusivi o clandestini bighellonare nelle strade.E' un piacere scoprire la cordialità e la disponibilità della gente che ti sorride senza diffidenza e ti aiuta come può. È  un sollievo poter abbassare le difese non avendo la sensazione che ti si voglia sempre fregare. È  impagabile scoprire la qualità dei cibi la bontà del pesce del vino del pane dell'olio e trovare tutti i prodotti ai quali sei abituato dal parmigiano alla salsa Mutti alla pasta Garofalo ecc. Resterà, invece, deluso chi si aspetta prezzi super convenienti. Non c'è differenza con l'Italia. Anche qui c'è una grande differenza tra le località turistiche più note e l'interno .Il caffè, ad esempio,  passa da un euro a 65 cent..La benzina costa come in Italia e forse più. Le auto sono più care e il  prezzo delle case è  salito a livelli italiani.Sinceramente non vedo possibilità di vita dignitosa con redditi  da pensione  minima se non in angoli sperduti che farebbero rimpiangere l'Italia. Non vedo possibilità di lavoro o di aprire attività. Qui c'è un'emigrazione fortissima e manca l'industria .Di attività commerciali ,invece , ce n'è in abbondanza e il personale locale non manca di certo.Riassumendo  il Portogallo è di una bellezza unica in ogni luogo ha una popolazione povera ma molto dignitosa ed esemplare per educazione e cortesia, un clima invidiabile al sud e offre una qualità di vita che in nessun momento ti fa rimpiangere l'Italia. Purtroppo non può essere scelto come meta per chi in Italia fatica a sopravvivere. Sarebbe un'amara delusione

Buongiorno a Tutti,
In riferimento alla domanda di Francesca e alla risposta di "claudioboss", durante il mio brevissimo soggiorno a Faro e limitrofi e a Cascais,  la mia impressione e prima conclusione rispecchia quanto descritto da Claudio.
Personalmente avrei difficoltà  a fare a meno, a casa ovviamente, di  un piatto di pasta etc..
Detto cio' é  vero che l'erba  del vicino é  sempre più  bella ma per essere il più  possibile  neutri la mia prima impressione é  che si vive in un contesto che in Italia, oggi, lo si può  scordare di parecchio e da  parecchio.
In italia l'italiano non sorride più non é  farina del mio sacco ma pienamente condivisa. Sorride invece ed è bene per lui lo straniero nulla tenente etc..
Il Portogallo é  adatto per gli stranieri anche europei che non devono fare i conti  ogni fine settimana e si deve togliere dalla testa di trovare l'eldorado per quanto concerne la ricerca del lavoro o il risparmio come quando ciò  avveniva tanti anni fa (30/40) anni ovviamente con sacrificio e sofferenza ma anche con l'aver  conseguito il risultato di poter costruire qualcosa di valido e duraturo  (allora!!!) per sé  e i propri famigliari.
Molto cordialmente,  alfredo luigi caruso

Sono d'accordo con quanto è stato detto..vivo a Faro e sono contento della mia decisione . Certo la qualità della vita è rapportata anche alle disponibilità economiche di ognuno di noi..

Moderato da Francesca il mese scorso
Motivo : Fuori tema, inserisci una nuova discussione

Condivido al 100% , anche se non so com'è il costo della vita all'interno! Immagino siano diversi rispetto all'Algarve altrimenti come farebbero a vivere i pensionato Portoghesi con 180€ al mese?? E pagare 600€/mese di affitto??

concordo completamente con Claudioboss, il Portogallo inteso come zone marittime offre una qualità di vita non paragonabile all'Italia attuale ma economicamente non presenta dei grandi risparmi (anche perchè ti invita molto a spendere), sicuramente dal po di vista economico è più vantaggioso l'interno  ma ......... solo se devo bere per non affogare.
Secondo me questo è un aspetto importante da rimarcare a chi decide di fare questo passo perchè noto sempre più spesso che sta passando il messaggio che "non arrivi a fine mese in Italia, vieni in Portogallo .....". Se poi aggiungiamo che negli ultimi mesi c'è una sorta di "ostruzionismo buricratico italiano" nel riconoscere la pensione lorda in pochi mesi (io ho impiegato 7 mesi e son dovuto ricorrere ad un legale) l'aspetto economico iniziale non è proprio un affare.

Moderato da Francesca il mese scorso
Motivo : Contenuto fuori tema

si, ne ho ampiamente parlato in un'altra discussione aperta da me (INPS e AIRE), comunque brevemente :
NIF ottenuto ad Olhao, ed in Portogallo fatto tutto in 3 giorni,
Ambasciata Italiana non mi ha ancora iscritto AIRE (domanda presentata il 7 Maggio)
INPS non riconosceva la mia residenza portoghese nonstaante la certificazione dell'autorità tributaria del Portogallo perchè risultavo ancora residente nel mio ultimo comune italiano il quale pur avendo la mia dichiarazione di trasferimento all'estero dal 9 maggio è in attesa di conferma dall'ambasciata.
Parlando con altri italiani in zona è emerso che questo comportamento da patte dell'INPS è abbastanza diffuso.

Soliti burocrati Italiani senza cervello!,,

non so se sono burocrati senza cervello o ...... ostruzionismo sotto banco

Si hai ragione Fabio probabilmente tutti e due

il mio pensiero è identico.se si hanno discrete somme da investire sul turismo può essere ancora un buona mossa,ma i prezzi ,come si diceva,sono veramente alti.ai livelli italiani se non di più,e considera però che uno stipendio medio si aggira intorno ai 600 euro.
non è il massimo di certo.costo della vita alto in rapporto agli stipendi quindi inflazione altissima.

io vivo e lavoro a lisboa da quasi quattro anni,credo di conoscre abbastanza bene il mercato portoghese,posso dire ,con tutta onestà,che senza gli aiuti economici mensili di mio padre dall'italia,probabilmente avrei già chiuso.
per il resto il clima è fantastico,le persone gradevoli anche se molto chiuse e troppo nazionaliste ,secondo me.non amo i portoghesi ma nemmeno li disprezzo.

Scusa fox6666 ma se lo stipendio medio è di 600€ per i portoghesi,vuol dire che in tutte le famiglie ci devono essere almeno due persone, che percepiscono uno stipendio ,altrimenti non mi spiego come possano vivere

esattamente,molti portoghesi espatriano ovunque se possono,francia,svizzera ,inghilterra..il portogallo sta morendo dalla fame ,l'euro li ha piegati i due,se poi si considera che a parte il sughero ed il vino ,non esporta praticamente altro.
conosco personalmente molti portoghesi,i quali ,stupiti,mi chiedono spesso perchè sono venuto a vivere e lavorare qui.

ciao fox6666, non sai che piacere mi faccia il resoconto della tua esperienza.
Cioè, chiariamo subito, mi dispiace per i portoghesi che vivono una situazione economica credo peggiore di noi italiani, ma almeno confermi che il Portogallo non è il paese di bengodi e l'Italia il terzo mondo.
Entarmbi i paesi vivono un periodo storico-economico molto difficile, il Portogallo sta attuando questa politica di esentare dalle tasse i pensionati stranieri che si trasferiscono qui per aumentare le entrate, non ricordo più quanto ma comunque siamo una buona percentuale del loro pil.
Questa politica potrebbe farla anche l'Italia che ha da offrire molto di più del Portogallo (montagne, città d'arte).
Come ho avuto modo di postare su facebook noi pensionati italiani trasferiti in Portogallo non rubiamo nulla, facciamo semplicemente un uso intelligente di leggi e normative internazionali esistenti.
Sinceramente non credo che in Portogallo, o almeno in Algarve, ci siano pensionati italiani da pensione minima che in Italia non arrivano a fine mese; io non sono uno di quelli, sono qui per una scelta di vita ed il Portogallo con questa storia di esentarmi dalle tasse mi permette di vivere senza "chiudere nulla" in Italia. Fossi un pensionato "costretto" ad espatriare non avrei potuto permettermi l'Algarve con i suoi prezzi di affitto sopratutto considerando che i primi 4-5 mesi (in alcuni casi anche più) non si percepisce la pensione lorda.

La mossa furba del governo Portoghese è stata quella di detassare i pensionati stranieri!! Io a Fine settembre ho visto ancora tantissima gente come ad Agosto a Rimini.
Chissà come mai i nostro governanti non sono capaci neanche di copiare quello che fanno gli altri.
Ve lo immaginate con una legge così il nostro sud Italia? Sicilia e Sardegna? Di certo i nordici non andrebbero in Portogallo perchè comunque la nostra bella Italia è BELLA!!! E il mare Adriatico non è l'oceano!!
Peccato che i soliti ST....I l'hanno rovinata! E la stanno rovinando sempre di più
Tino

Ciao Fabio P57, io come molti seguo il forum,ma non mi è ancora capitato di leggere,di nostri connazionali pentiti della scelta fatta,e non credo che 500€ possano fare la differenza,tra vivere in Italia o in Portogallo,se come dite voi non c'è differenza tra il costo della vita tra le due nazioni,ci dovrà essere pure qualcos'altro.

C'è però da osservare che anche a parità di costo della vita ( però un pò meno costa) e affitti , percependo di più , un aiuto innegabilmente c'è , e qualcuno si trova magari l'affitto pagato . Certo è che non si può tenere casa in Portogallo e in Italia contemporaneamente , non sarebbe un risparmio . Un saluto a tutti gli amici  :)

Io sono pensionato quindi non ho il problema di rapportare lo stipendio ai costi della vita, ma devo rapportare  la pensione Italiana al costo della vita in Portogallo (che comunque complessivamente è meno che in Italia)
Queste per me sono le motivazioni pricipali :
-Zero tasse
-clima
-inquinamento
-vita meno frenetica
-e poi in Italia non basta pagare le tasse.. è una persecuzione ..se fai uno sbaglio di pochi euro te lo dicono dopo 5 anni e paghi 50 volte quello che avresti dovuto!!
Poi la differenza di trattamento se lo stato deve ricevere qualcosa dal contribuente rispetto a quando è lui a dover dei soldi al contribuente , avete notato differenze??
Mia moglie era statale, è andata in pensione ma la sua liquidazione mica è stata erogata!!!! FRA due anni.. forse.. RENZI dice che non ci sono i soldi ..ma guarda come mai per comprarsi l'aereo nuovo(43000€ al giorno, i soldi li ha trovati!!! NOSTRI SOLDI!!!)
CLAUDIO 2014 TI BASTANO QUESTE MOTIVAZIONI??
Tino54

Allora, caro Claudio2014, 500€ fanno o non fanno la differenza in funzione di quanto una persona prende di pensione : per chi ne prende 1000, capirai che è il 50 %.

Fortunatamente e ribadisco fortunatamente non è il mio caso, non ho una pensione d'oro (anzi, nemmeno di bronzo) ma in Italia vivevo bene, decentemente bene come ho sempre fatto, c'è il mese che puoi permetterti qualcosa in più, il mese che puoi permetterti qualcosa in meno. Ho fatto crescere un figlio in questo modo. Come tantissimi altri italiani.
La mia scelta di espatriare è prima di tutto provvisoria durerà il tempo che durerà, quando sarò stanco del Portogallo andrò fose in qualche altro paese o forse ritornerò in Italia, ma è sopratutto la voglia, fintanto che le forze e la salute mi accompagnano, di vivere nuove esperienze. Sopratutto ora che sono libero da impegni di lavoro e, purtroppo, familiari.
Il Portogallo con questa politica di non farci pagare le tasse mi permette di mantenere ancora la casa in Italia (spese condominiali, imu, ecc. ecc).
Tutto qui. Il mio caso è tutto qui, la voglia di rimettersi in gioco e grazie al Portogallo quasi a costo zero.
E qui termina il discorso economico.
Ma il Portogallo non è soltanto il paese di zero tasse , qui c'è anche una qualità di vita che è difficile da spiegare, bisogna provare.
Provare a vivere la quotidianità portoghese, il rientro dei pescatori all'alba, un caffè in uno dei pochi bar aperti al mattino presto, un aperitivo più tardi seduto ad un tavolino di uno dei tanti bar ormai (finalmente) aperti, per accorgersi che è una vita completamente diversa dall'Italia o quanto meno dal Nord Italia.
Qui trovi sempre un sorriso, un saluto, un'occasione di chiaccjìhierare e se si accorgono che sei in difficoltà per la lingua ti aiutano.
Ovviamente non sono tutti così, anche qui trovi lo scontroso, il frettoloso, l'arrogante, ma la maggior parte dei portoghesi sanno veneirti incontro.
Ma non è solo questo. Ppurtroppo non riesco a descrivere meglio ciò che si ha in questo paese in fatto di qualità di vita.
Dico solo che è' bello, estremamente e semplicemente bello.
Anche se un giorno ritornerò in Italia perchè comunque quello è il mio paese.
Per questo che consiglio a molti miei compaesani di provare a vivere un'esperienza simile, ne vale la pena

Ciao Tino 54,certo che mi bastano,ma da quello che ho capito, tu non hai ancora esperienza diretta del vivere in Portogallo,da chi invece è da diverso tempo che ci vive, e che ha il vero polso della situazione.
Mi sembra,che dai loro racconti di vita vissuta sul campo ( magari percepisco male), si non è male,ma in Italia è meglio,se non ci fosse il vantaggio della defiscalizazione.

Grazie Fabio P57,era quello che speravo sentirmi dire.

BIon giorno a Tutti,
Leggendo quanto descritto dai partecipanti relarivamente alla problematica aperta da Francesca e magari per fare il punto della situazione anche  per chiarezza soprattutto  a coloro che non risiedono ancora in Portogallo sarebbe utile riassumere :
Il mio modesto punto di vista é  il seguente:
- non é  tutto rose e fiori;
- tutto quello che si intraprendera' sarà    comunque per la prima volta ( da tenere presente che non tutti abbiamo una età  giovane. ..!!!!);
- andare via dall'italia significa lasciare tutto un bagaglio  di VITA per iniziare da capo  (augurandosi di usufruire almeno della serenità e tranquillità nel più ampio  senso della parola);
- da non sottovalutare l'aspetto  economico e nel medesimo tempo ciò  che comporta il tenere in piedi una struttura in Italia per il tempo necessario che si sia maturata la convinzione di risiedere "seriamente" in Portogallo.
Ci sarebbe tanto altro ma non voglio tediare.
Molto cordialmente, 
alfredo luigi caruso

Claudio2014 ha scritto:
Ciao Tino 54,certo che mi bastano,ma da quello che ho capito, tu non hai ancora esperienza diretta del vivere in Portogallo,da chi invece è da diverso tempo che ci vive, e che ha il vero polso della situazione.
Mi sembra,che dai loro racconti di vita vissuta sul campo ( magari percepisco male), si non è male,ma in Italia è meglio,se non ci fosse il vantaggio della defiscalizazione.

E'VERO non ho ancora esperienza di vita in Portogallo, ma, ero dirigente di azienda e...economicamente potrei vivere bene anche in Italia, ma per i motivi che ho elencato prima ,specie per come siamo trattati dal fisco scapperei anche in Cina, Vietnam, Africa .. o dove vuoi tu basta allontanarmi da questi politici....
Sono due anni che mi informo, sono stato personalmente in Svizzera, alle Canarie,in Bulgaria, infine in Portogallo, fra tutte le opzioni mi sembra la migliore ma andrei ovunque basta di non vederli più...
Ci guadagno in salute!!!

il trasferimento in Portogallo ha una origine  che e' quella della detassazione della pensione.Se non ci fosse questo non credo che ci siamo intaoiano che fanno questo passo fatto di sacrifici e anche di isolamento da tutto il resto.
Si precisa anche che il Portogallo ha un debito pubblico del 130% del Pil con una corruzione superiore a quella italiana e greca. Questo significa poverta! E Ladri politici  basta osservare gli ultimi arresti di ministri e dirigenti di alto livello bancario con io rischio di far fallire le banche a catena. Il costo della vita di norma e' inferiore del 30% dell'Italia in quanto il salario portoghese e collegato al costo della vita.
Tutto il resto e' uguale all'Italia con la differenza che i portoghesi  non hanno molti vizi e sprechi.
Se noi guardiamo il Portogallo da questo punt di vista vediamo un Portogallo del terzo mondo.
Se invece guardiamo il Portogallo con i nostri occhi o di quelli europei lo vediamo in un modo diverso anche perche' abbiamo una certa disponibilita' da consumare  grazie alla detassazione ma questo non basta se vogliamo fare la stessa vita di quella fatta in Italia. Dobbiamo accontentarci di un T0 o T1 con una camera da letto per pagare circa 400 euro mensile  ovvero una stamza ma se vigliano andare con un villetta o un appartamento di mq 100 ci voglino 700 euro. Alcuni vantaggi ci sono ma dovresti incominciare a pensare di risparmiare anche qui se vuoi arrvare a fine mese.
Pertanto molti vengono con la speranza di fare una bella vita con una bella casa ,avere una macchina,farsi una assicurazione di malattia e sanitaria,andare a mangiare tutti i giorni al ristorante etc. Etc. Bene ci vogliono €  3000 di pensione oppure associarsi ad altre persone per vivere in una piccola comunita'. In questa condizione quanto si resiste? Non certamente dieci anni e cosi si incomincia a decider di vivere da solo prendersi una bella casa vicino al mare pagare 500 euro mensile se tutto va bene portarsi moglie e figli che dopo qualche tempo incominciano a pensare di huovo all'Italia.
Concludo noi siamo venuti qui per una sola cosa la detassazione della pensione  e per ottenere la residenza non abituale che ci salva il * per tutto. Allora incominciate a pensare cosi e lasciate stare le altre cose che stancano dopo qualche anno di vita in Portogallo.

Moderato da Francesca il mese scorso
Motivo : *contenuto moderato

Buongiorno a Tutti,
la risposta di Atav é  molto condivisibile. Bisogna avere il coraggio e l'onestà  intellettuale di riconoscere la verità
Molto cordialmente,  alfredo luigi caruso

Condivido anch'io,il Portogallo non è il bengodi,il motivo principale è la detassazione,ma questo lo sa anche il Portogallo ed è per questo che ha fatto la legge,rimane comunque il fatto che a conti fatti conviene specie se hai una pensione medio alta, proprio perchè i costi degli affitti non sono proprio a buon mercato ma poi dipende dove lo cerchi l'appartamento, io a 400€ ad Albufeira non ho trovato niente, può darsi che all'interno si trovi!!! ma anche in Italia con 400€ dove affitti? Forse in un piccolo paesino sperduto senza servizi.
Io nel 2000 sono venuto a Trieste, ho pagato l'affitto fino al 2006 poi ho deciso di comprare perchè con l'aumento istat ero arrivato a 1380€/mese per una casa con 3 camere 2 bagni(siamo in 5), ovviamente se andavo nel quartiere delle case popolari spendevo meno!Ma anche a comprare vale lo stesso principio,una casa con 3 camere 3 bagni box e vista mare si spende 600.000€
Questo solo per dire che se vado in Portogallo con un budget di 1380€ per affittare o 600.000€ per comprare ..qualcosa trovo e forse anche meglio e più bello che in 'Italia.
Riguardo la corruzione io mi arrabbio quando vedo che i politici mangiano e sprecano soldi miei.... ammesso che lo stesso capiti in Portogallo , pagando zero tasse non sono soldi miei...
Neanche non ce l'ho con chi prende mega stipendi come marchionne perchè non li paga lo stato ma la pensione dei politici per due generazioni si quelli li paghiamo noi come pure la pensione di quello statale che prende 90.000€ al mese senza aver versato i contributi!!
Ciao carissimi
Tino54

Sono d'accordo con Tino bisogna cercare anche in Portogallo perche' qualcosa si trova.
Io vi divo la mia esperienza e qualcono di voi gia' conosce.
Io mi sono imbarcato con altri due conoscenti e che poi e' nato anche amicizia condividendo molte cose.
Abbiamo deciso che fino a quando non avremmo avuto la pensione lorda avremmo condiviso lo stesso appartamento facendo anche a turno cercando di rispettare i turni e di stare allerta per qualsiasi documento in arrivo.
Dopo sei mesi e un giorno e' arrivato l'iscrizione all'Aire e di conseguenza la pensione lorda e il rimborso. Pertanto l'ambasciata ha 180 giorni +1 per trasformare l'iscrizione Aire e trasferire il tutto in Italia.Pertanto tranquilli tutti che queste sono le date che vengono rispettate. Dopo tale data ognuno puo' cercare la casa per vivere.
I prezzi sono elevati dovunque anche  perche' c'e' molto turismo. I portoghesi preferiscono non affittare a lungo termine ma a settimane. Poi c'e' un esubero di appartamenti e ville  tenete presente che la sola Albufeira di circa 35 ooo abitanti ha circa 700.000 abitazioni e si e' costruito moltissimo negli anni 2000.I portoghesi prefiscono non affittare annualmente anche per non pagare le tasse al governo cercando di fittare a nero a settomane o a giornata.
Io sono amministratore del sito web "Pensionati in fuga" Antonio Altav insieme a "Italiani in Algarve "da non confondere con Italiani in Algarve Portogallo che e' un altra cosa.
Il nostro sito non vuole essere commerciale ma solo di informazione e di Comunita' per cercare di dare come questo forum delle indicazioni pulite e senza nessuno scopo commerciale ma trarre dei vantaggi con la discussione. Si dicono molte cose non vere e portano confusione sulla situazione in Portogallo o in Algarve.Il Portogallo di circa 10 milioni di abiatnti e' un paese molto povero che solo il turismo e l'Agricoltura hanno un incremento del Pil di oltre il 7% Pertanto la legge e la convenzione sulla residenza non abituale serve poi a dare uno sfogo a tutte queste costruzioni in piu' oktre al consumo interno e al flusso monetario che mensilmente arriva nelle banche.
Abbiamo bisogno di piu' informazioni suli affitti e fare una ricerca sugli immobili sfitti di parlare e di fare un elenco di quelli liberi in modo da poter mettere delle foto  con indirizzo e costo.
Io credo che chi non porta le famiglie ha piu' possibilita' di trovare occasioni di convivenza chi invece porta famiglia deve trovare alloggi idonei e con serbizi appropriati.
I fitti sono alti precisando che i proprietari di solito sono stranieri che preferiscono vendere o fittare settimanalmente oppure di riservarsi i mesi estivi giugno-luglio e agosto  che fitta settimanalmente a costo minimo di 500 euro.

Anch'io stessa esperienza , ho condiviso l'alloggio per i primi mesi e il 17/ 10 e cioè a sei mesi e qualche giorno dalla presentazione delle pratiche , ho ricevuto questa mail dall'INPS :

La pensione in oggetto è stata ricostituita per detassazione in settembre 2016: riceverà rimborso IRPEF con la rata di pensione di novembre 2016
il funzionario addetto
xxxxx  xxxxxxxxx
Mi sono appoggiato a un'agenzia di Olhao che ha svolto con diligenza ( visti i risultati) le pratiche necessarie . Un saluto a tutti gli amici  :)

Leggendo i commenti di alcuni mi viene il dubbio che non vivano in Portogallo........... Sono stato per la prima volta in Portogallo a Sesimbra e Setubal a maggio 2015 e mi sono trovato benissimo, per farla breve, aldilà della pulizia, cortesia, educazione, efficienza dell'amministrazione, ho apprezzato immediatamente il basso costo della vita, valutato da me inferiore di 1/3 a quello italiano. Per preferenze climatiche e per scelta di stare fuori dai circuiti del turismo anglosassone ho scelto di risiedere a Tavira dove per 300€/mese ho affittato fino a giugno (3 mesi estivi al proprietario che affitta a settimane), nel frattempo ho cercato e concluso l'acquisto di casa nuova a prezzi di molto inferiori a quelli di Alghero, la mia città. Ognuno ha la sua storia, io dico solo che con i soldi che risparmio sulle tasse non pagate, copro tutte le spese del Portogallo, mutuo, 3 viaggi A/R di cui 1 in nave via Barcellona, 8 mesi di vita sul posto con uscite frequenti per ristoranti e pizzerie. E conosco gente che con pensioni medio basse ha affittato appartamento 8 mesi l'anno sempre a 300€ fra Tavira e Vila Real de S. Antonio e la loro convenienza e i loro bravi risparmi li hanno comunque conseguiti............. finché dura questa legge portoghese credo che ne approfitteremo tutti, e quand'anche dovesse cambiare, qui vige il sistema del quoziente familiare per cui il reddito va diviso fra marito e moglie e tassato ad aliquota più bassa e, fermo restando il basso costo della vita, la convenienza ci sarà sempre.............. nessuna nostalgia dell'Italia, ma io non faccio testo perché ho viaggiato tutta la vita.

Grazie Miguel, ho l'impressione che dal 2015 al 2016 gli affitti siano già saliti! Io a Albufeira ho avuto difficoltà a trovare pur lasciando liberi 4 mesi estivi e pagando 600€!!!!

Verissimo, sale il prezzo degli affitti e degli immobili, e molto rapidamente............ soprattutto a ovest di Faro, che verso la Spagna ancora si trovano prezzi decenti.........

Salve di novo a tutto.
I costi degli affitti sono saliti del 50% negli ultimi due anni,Io vivo e lavoro a Lisboa che é il posto piú caro del portogallo,per un'appartamento ,ammesso che lo si trovi,si spende dai 800 aí 1200 euro e parlo di 60 métri quadri,poi mote volte chiedono un fiador cioe un garante che deve essere portoghese di nazionalita.cose assurde,
Lá maggior parte dei contatti sono in nero e lê case,almeno a Lisboa,sono molto vecchie e necessitano di lavori che molti proprietári non fanno e preferiscono sia l'inquilino a farli per poi scontarli dall'affitto.sta diventando veramente tutto molto complicato se poi si aggiunge l'aumento dei prezzi che rimangono comunique al di sotto dela media italiana,má da tenere presente che gli stipendi medi portoghesi non superano i 650 euro.
Per cui ,cari signori,prima di fare questão passo valutate bene lê vostre disponibilita,posso elencare una serie di aspetti positivi del portogallo má ,personalmente,dal punto di vista económico,non ho avuto molti miglioramenti rispetto all'italia.

Nuova discussione

Traslocare in Portogallo

Consigli per preparare un trasloco in Portogallo

Voli per il Portogallo

I prezzi migliori per il tuo biglietto aereo in Portogallo