Close

Tempi e iter per ottenere la "residenza non abituale"

Buongiorno,
sono nuovo a scrivere ma seguo da tempo il forum come lettore.

Attualmente sto iniziando il percorso per l'ottenimento della "residenza non abituale" (RNA) in Portogallo e mi sarebbe utile il confronto con i frequentatori più esperti del forum.

Provo a riepilogare l'iter cronologico come risulta dai diversi post nel forum:

1.    agenzia delle finanze di Lisbona richiedere il nif (basta presentare carta d'identità o passaporto) sarà provvisorio con i dati della residenza italiana

2.    BANCA: aprire un conto (senza questo non si può stipulare nessun contratto).

3.    Contratto di affitto con avvocato

4.    municipio con copia di contratto della casa affittata (senza il nif iniziale non puoi fare il  contratto di casa) ti daranno il certificato di residenza unica europea dove sara indicato l’indirizzo di residenza

5.    Ritorno all'agenzia delle finanze e ti daranno il nif con l’indirizzo di residenza portoghese

6.    Utenze (acqua, elettricità, gas, telefono)

7.    Avvocato: finalmente abbiamo tutta la documentazione per la domanda la RNA da presentare all'ufficio fiscale portoghese

8.    Entro 90 gg iscriversi all'AIRE

9.    Modello ep 1 da far timbrare all’autorità tributaria portoghese e inviare all'inps

Le domande alle persone esperte (in particolare complimenti a Esteto per i suoi contributi) sono:

1.    I tempi non controllati dal richiedente sono

- quelli dell'amministrazione portoghese per il riconoscimento del RNA che sul forum leggevo va dai 3 ai 6 mesi (è così?)
- e i tempi di inps da invio mod. ep 1 ad accredito del lordo (quanto impiega inps? per inviare il mod.
ep 1 occorre attendere l'ottenimento della RNA o basta aver presentato la domanda di RNA?)

2. Le imposte locali (Comune e Regione) si recuperano o continuano a essere trattenute? sul forum ho letto indicazioni contrastanti. Sulla convenzione sembrano considerate anche le imposte locali
(...Articolo 2 - Imposte considerate. 1. La presente Convenzione si applica alle imposte sul reddito prelevate per conto di uno Stato contraente, delle sue suddivisioni politiche o amministrative o dei suoi ENTI LOCALI, ...). E' così?

grazie

Ciao gianni01,

Ben arrivato su Expat.com e grazie per seguirci  ;)

Auguri per il tuo progetto di espatrio in Portogallo!

Cordialmente,

Francesca

provo a formulare la domanda in modo più chiaro e breve:

- il modulo ep 1, da inviare a inps, quando si può far vidimare dall'autorità fiscale portoghese? solo dopo l'ottenimento della  "residenza non abituale" o anche prima?

grazie a chi vorrà condividere questa info

Sono neo iscritto, pensionato italiano e vorrei valutare trasferimento in Portogallo, Lisbona, c'e' qualche riferimento di un Avvocato a Lisbona? dovrei andarci dal 17 al 22 ottobre 2016.
grazie

Gianni, il modello EP/1 non va fatto vidimare in Portogallo. Il certificato di residenza fiscale si, invece. E quello andrà spedito all'INPS, insieme all' EP/1, stampabile dal sito dell'INPS

Se si scarica il modulo EP/1 in terza pagina si legge tra l'altro :

il modulo deve essere compilato in 2 copie (oltre 1 ad uso del beneficiario dei redditi) secondo le indicazioni in esso contenute e ciascuna copia deve essere debitamente datata e sottoscritta .
omissis...

Il modulo deve essere presentato alla competente Autorità Fiscale dello Stato di residenza la quale , dopo aver effettuato gli opportuni controlli , provvede ad apporre la richiesta attestazione , restituendo all'interessato una copia e trattenendo agli atti l'altra copia .

Il beneficiario (od il suo rappresentante legale) provvede a far pervenire il modulo restituito (contenente l'attestazione di residenza fiscale ) alla sede INPS o all'ente italiano che eroga la pensione e/o la remunerazione .

Per motivi operativi il modulo deve pervenire alla sede INPS o Ente Erogante , non oltre il 30 settembre dell'anno relativamente al quale si richiede la non effettuazione della ritenuta . Le istanze pervenute oltre tale data produrranno il loro effetto a decorrere dall'anno successivo .
Segue altro che non ho scritto .

Per chi vuole leggere il documento in originale    pattayathailandia.org/files/ci531_ep_i_1__ingl.pdf
Anche se è Thailandia le regole non cambiano .
Saluti a tutti gli amici da Lupone

Non considerate il mio intervento precedente, può essere travisato.
Mi spiego meglio... l' EP_I può non essere vidimato dalle autorità portoghesi, ma siate cauti e solo se conoscete bene l'iter da seguire. A fronte del nuovo sistema del portale delle finanze, attivo da pochi mesi, viene rilasciato immediatamente ( con i dovuti requisiti), il certificato che attesta la residenza fiscale in Portogallo , che avrà un codice identificativo progressivo, simile ad un timbro elettronico. Tale certificato, unito ovviamente all' EP_I viene solitamente accettato dalle varie sezioni INPS, che poi dovrebbe essere un'ovvietà.

Ciao Maurizioguiku
In post precedenti hai dichiarato di occuparti di relocation di pensionati italiani in maniera professionale. Bene. Anzi male. Come ti ha fatto giustamente notare lupone, ma avresti potuto e dovuto leggerlo prima nelle note esplicative,  il mod EP/1 non è facoltativo, è obbligatorio e va assolutamente fatto timbrare e firmare dal funzionario addetto del fisco portoghese. Nulla a che fare con il nuovo sistema del portale delle finanze portoghesi. Per le pratiche, già presentate quest'anno, in assenza del suddetto modello regolarmente timbrato i tuoi clienti hanno perso l'anno fiscale ed i relativi arretrati. Adesso non ricordo chi scriveva "non basta aprire un sito o una pagina Facebook per essere dei veri professionisti" ma aveva sicuramente ragione.

Irina, come nel post che per sua fortuna è stato cancellato, continua a presentarsi in modi piuttosto aggressivi e fuori luogo. E non voglio rispondere a provocazioni di chi, a questo punto, dovrebbe preoccuparsi di altre situazioni perché le sta tremando la terra sotto i piedi.
Sono stato e siamo stati molto onesti a non infierire ulteriormente rispetto situazioni che non dovrebbero riguardarci.
Prenda 2 lauree in ambito tecnico ed economico, lavori da dirigente in ambito internazionale, poi mi contatti nuovamente, sempre che intenda correggermi un domani.
Confermo nuovamente ciò che ho scritto sul modello in questione, purché si alleghino altri certificati.
Ed ecco uno stralcio dell'INPS ricevuto oggi. Oscurero' il nome per privacy

Gentile Sig. ******,
la Sua pratica è stata accolta e liquidata proprio ieri, 6 ottobre 2016. Dal prossimo mese di novembre riceverà la pensione al lordo presso l'ufficio pagatore estero da Lei indicato, unitamente al rimborso IRPEF da gennaio ad ottobre 2016. Riceverà comunque le nostre comunicazioni relative all'accoglimento della pratica.
Cordiali saluti

M.F.

Piuttosto che cercare di screditare il lavoro altrui, con tutto il rispetto, cerchi di risolvere questioni di cui qui, purtroppo, non è corretto parlare.
Ripeto, la comunità non è poi così grande.
Cerchi di capire a cosa mi riferisco. Non esageri e non permetta che venga cancellato un nuovo post.

Distinti saluti

Per non sentirmi in colpa nei confronti di qualcuno che intenda procedere da solo sappiate che quello che scrive Irina è la procedura corretta da seguire. Quindi, almeno su questo punto, datele retta.
Tra l'altro, mai detto che l' EP 1 è facoltativo.
Ancora saluti e buonanotte alla sig.ra Irina e agli utenti.
Cordiali saluti
Maurizio

Buonasera Maurizio. Sono davvero contenta - ed anche un pò stupita - di apprendere che anche Lei ha frequentato qualche ateneo. Risultano ugualmente evidenti le sue lacune in campo umanistico. Potrebbe iniziare a colmarle con Charles Caleb Colton. Ecco alcune citazioni:    Quando non hai niente da dire, non dire niente. La fortuna aiuta gli audaci. L'imitazione è la più sincera delle adulazione. Ma veniamo al dunque. Il mio post è tutt'altro che aggressivo ed il tenore è ben più pacato della sua risposta che tra l'altro è ANCORA UNA VOLTA,  contraddittoria. Si tratta di una semplice constatazione di fatto! Agli utenti basterà leggere ciò che ha postato e ripetutamente smentito.  Apprezzo molto il fatto che almeno in questa occasione sia riuscito a rivolgersi in maniera leggermente più rispettosa - come è doveroso fare - a chi, pur non vantando i propri titoli, è più elegante non farlo, si è permessa di suggerire ai tanti utenti, e non solo a loro, la procedura corretta, "cerchi di capire a cosa mi riferisco".  Magari potrebbe anche indicare da quale sede inps arriva quella risposta. Oltre a non essere in linea con il protocollo interno, contiene un errore grossolano. Con i suoi titoli, leggendo bene, riuscirà sicuramente a capire e far tesoro  di quanto suggerito. Sono sicura che riuscirà a replicare ma spesso è meglio seguire le indicazioni di Colton.
Buonanotte anche a Lei Maurizio

Irina, qual è il suo problema?
non è mica un rodeo questo forum!

scrive di perdite anni fiscali, mancato recupero arretrati, "non basta una pagina facebook", pur non sapendo minimamente chi rappresento, chi sono i clienti che a noi si rivolgono, tantomeno gli studi legali di riferimento per espletare le pratiche.
Neppure è a conoscenza del ruolo che ricopro all'interno della struttura.
Devo dirle, non la prenda a male, che i nostri clienti, ad esclusione di coloro con pratiche in corso, già ricevono la pensione lorda e hanno recuperato gli arretrati di cui parlava precedentemente.

Ma soprattutto, mi permetta di capire se sono tenuto a violare leggi sulla privacy o contratti in essere per renderla felice.

Saluti
Maurizio

Questa volta devo ammettere che ha ragione Lei, almeno sul rodeo. Devo dirLe che questo mio intervento è solo una conseguenza di quanto da lei postato ieri a commento del vergognoso ed infondato attacco diffamatorio ai danni di una nota e stimata società che opera da anni nel settore. Lei come avrebbe reagito ad un'accusa tanto grave alla società per cui presta la sua opera? "Ho sentito dire" " una signora che ho conosciuto sul forum mi ha detto" "una coppia di Treviso ha avuto una bruttissima impressione" Le sembra normale? Le sue ipotesi non sono certo state meno tendenziose! "Avranno appoggi da furbetti nostrani" "se ci sarà una denuncia avranno altro a cui pensare" Ma di che parlate? La società opera già da anni in tre Paesi con uffici e personale specializzato. Vero è che non sò di cosa si occupa Lei ed il ruolo ricoperto nella società ma Le dirò il mio. Responsabile area marketing e comunicazione. Al momento mi trovo in Albania assieme a altre quattro persone dello staff per l'inaugurazione di due nuove filiali. Le assicuro che dover rimediare a certe stupidaggini non è cosa carina. Ho dovuto attivare l'ufficio legale ed ho passato mezza giornata al telefono. Per quanto riguarda i suoi clienti non la prendo a male, anzi, sono contenta di sapere che i responsabili delle nostre sedi in Portogallo non dovranno rimediare ad altri errori commessi da improvvisati consulenti o sedicenti "relocation manager" così si è autotitolato qualcuno. Se vuol scrivermi in privato quando rientrerò in Portogallo prenderemo un appuntamento ed accetterò volentieri un caffè e magari le sue scuse. Non altro. Buonanotte Maurizio

Per intenderci Irina2, se la società per cui lavora non ha nulla di cui preoccuparsi ed è estranea ad ogni tipo di accusa, è solo un BENE per tutti i professionisti del settore. E la società a cui do il mio contributo, che ci creda o no, è la prima a sperarlo.
Dai, poniamo fine a questa sterile polemica autoreferenziale, e cerchiamo  semplicemente di portare un contributo alla community.

Cordiali saluti
Maurizio

Buonasera Maurizio.
Può togliete tranquillamente il se! Adesso inzio un pò a preoccuparmi, devo darLe ragione per la seconda volta.

Finalmente si deve ritenere conclusa questa aspra, se pur condotta in modo intelligente, diatriba?. Sono fiducioso che entrambe le parti, ciascuna con le proprie prerogative umane e di organizzazione, producano la stessa intensità di impegno nell'assistere i miei/nostri Connazionali nel percorso, a volte oggettivamente complesso (e non solo tecnicamente) di trasferimento della loro "vita" dal Belpaese a questa meravigliosa Terra portoghese. Sono peraltro sicuro che si possa contare su questo. Essenziale, la serietà, l'onestà intellettuale e professionale e, non insignificante, l'equità dei costi. Tanto mi sentivo di esprimere, scusandomi per l'intromissione.

Concordo con Nonnomartina.
All'inizio di questa "querelle" mi sono permesso di intromettermi soltanto per portare la mia esperienza diretta.

Benissimo, buona domenica "portoghese" a tutti.

E concordo con entrambi voi Nonnomartina e Fabio.
Prendo spunto per informare i gentili utenti, o semplicemente chi capiti qui per caso, che ho ricevuto e continuo a ricevere alcune segnalazioni ( non così numerose), di pensionati a cui l'INPS nega l'erogazione della mensilità lorda e la restituzione degli arretrati del 2016, pur avendone pieno diritto.
Per gli interessati, ho cercato di spiegare nella sezione INPS e AIRE, unito a quanto già descritto prima da altri partecipanti.

Cordialmente
Maurizio

Chiedo cortesi chiarimenti circa l'eventualità si presenti la seguente situazione: contratto di affitto regolarmente stipulato ma non registrato dal Proprietario. all'Inquilino possono presentarsi problemi circa il riconoscimento della residenza non abituale ai fini della defiscalizzazione? O gli eventuali problemi di carattere fiscale investono solo il Proprietario? Grazie per l'attenzione.

Nonnomartina :

Finalmente si deve ritenere conclusa questa aspra, se pur condotta in modo intelligente, diatriba?. Sono fiducioso che entrambe le parti, ciascuna con le proprie prerogative umane e di organizzazione, producano la stessa intensità di impegno nell'assistere i miei/nostri Connazionali

Cito e concordo con il tuo pensiero Nonnomartina.
Ulteriori interventi non in linea con il tema che ha generato questa discussione saranno rimossi dal forum.
Cordialmente,
Francesca

Nonnomartina :

Chiedo cortesi chiarimenti circa l'eventualità si presenti la seguente situazione: contratto di affitto regolarmente stipulato ma non registrato dal Proprietario. all'Inquilino possono presentarsi problemi circa il riconoscimento della residenza non abituale ai fini della defiscalizzazione? O gli eventuali problemi di carattere fiscale investono solo il Proprietario? Grazie per l'attenzione.

Gentile Nonnomartina, la seguente situazione, in sintesi, è un affitto in nero.
Tempo fa scrissi su un post in riferimento al nuovo sistema elettronico del Portale delle Finanze portoghesi. All'interno, è possibile trovare la propria situazione aggiornata, tra cui le ricevute d'affitto che non potrebbero esistere in caso di mancata registrazione contrattuale.
Non ho mai affrontato una situazione simile, quindi più di questo non saprei dire, ma deduco che i vari organi competenti atti a regolamentare ed autenticare lo status del RNH abbiano nel giro di un attimo la situazione sotto controllo, semplicemente con un click.

Tutto corretto , mi sembra, ma una cosa importantissima è l'iscrizione all'AIRE che deve essere recepita dal Comune italiano di residenza almeno 6 mesi prima del 31/12 altrimenti non si verificano tutti i requisiti per ricevere la pensione detassata.
Attenzione perché se la domanda si presenta all'Ambasciata all'estero, l'Ambasciata ha 180 gg. Per poter evadere la domanda e notificarla al Comune Italiano . Se questo avviene dopo il 30/06 la detassazione passa all'anno successivo anche se la residenza in Portogallo è iniziata a Marzo.
Per superare questo enorme problema, penso che la soluzione sia quella di recarsi all'inizio dell'Inter indicato, presso il proprio Comune e chiedere di essere immediatamente cancellato dalla lista dei residenti, a questo punto la comunicazione dell' Ambasciata anche se arriva a Ottobre , non importa perché non fa che confermare quello che l'interessato ha già comunicato al Comune e questo non fa perdere l'anno di defiscalizzazione.

Lupone sono d'accordo con te occhio però perché se l'INPS non riceve dal Comune in Italia la conferma dell'iscizione all'AIRE entro il 30/06 , non paga la pensione detassata perche ,l'interessato risulta  iscritto nei residenti in Italia per un periodo incompatibile con i famosi 183 gg.
Questo ê basilare!

Per superare questo enorme problema permetta ad un avvocato di scrivere all'INPS. Saprà lui come fare. ;)

anche prima, il pedido di RNH (residenza non abituale )lo puoi fare dopo

Gentile Francicp, per evitare confusione e discorsi troncati e difficilmente ripresi, legga prima tutte le risposte alle domande nelle sezioni che le interessano, poi commenti con chiari riferimenti alla persona a cui intende dare una risposta, se ve ne fosse.
Questo per evitare generali confusioni dovute a ripetizioni infinite o a riferimenti assenti.
Grazie
Maurizio

Nuova discussione

Traslocare in Portogallo

Consigli per preparare un trasloco in Portogallo