Close

paesi dove si può ottenere la pensione statale ( ex inpdap ) al lordo.

leggendo qua e la sembra che solo in tunisia si può avere la pensione statale al lordo. Chi ha altre notizie farebbe cosa utile a tutti se le scrivesse, grazie

Buongiorno claud.conte,

Ben arrivato su Expat.com!

Ti suggerisco di scrivere due righe per introdurti brevemente alla nostra comunità al fine di facilitare l'interazione con altri utenti.

Cordialmente,

Francesca

Sicuramente il miglior posto attualmente è il Portogallo, anche perché in Europa. C'è un accordo quadro tra i 2 paesi che permette di ricevere la pensione al lordo li. Inoltre il clima è ottimo , come anche la cucina e il tasso di vita.

ciao sono un giovane pensionato ex inpdap, conosci la legge,,,che specifica l'accordo per la defiscalizzazione se totale o parziale tra italia e portogallo;,,? comè il rapporto...costo della vita.. grazie

Salvo60 :

ciao sono un giovane pensionato ex inpdap, conosci la legge,,,che specifica l'accordo per la defiscalizzazione se totale o parziale tra italia e portogallo;,,? comè il rapporto...costo della vita.. grazie

Buongiorno, trova tutte le informazioni del caso nel Forum Portogallo

Un pensionato ex INPDAP, cioè un pensionato della Pubblica Amministrazione e quindi uno statale, un parastatale, un ex dipendente degli Enti Locali (Regioni, Provincie e Comuni), un ex militare, finanziere, vigile del fuoco, poliziotto, forestale, non può chiedere la defiscalizzazione della sua pensione, in caso risieda all’estero, mentre ciò è concesso, illogicamente e anticostituzionalmente, ai pensionati INPS “puri”, cioè gli ex lavoratori del settore privato. Questo è sancito da tutta una serie di trattati stipulati per evitare le doppie imposizioni, che l’Italia ha sottoscritto con numerosi altri Paesi. La cosa è assurda se si considera che, pur risiedendo all’estero, non si contribuisce affatto alla fiscalità del Paese ospitante e si continua a pagare le imposte in Italia, assieme alle addizionali regionali e comunali, pur non usufruendo più di nessuno dei servizi che tali imposte dovrebbero sostenere. Da una lettura dei trattati summenzionati, potrebbe intendersi che tale disparità sia nata, paradossalmente, dalla necessità di salvaguardare i dipendenti pubblici che lavorano all’estero, dalla fiscalità del paese ospitante, onde evitare, che un dipendente dell’ambasciata, un professore universitario prestato ad una Università straniera, un militare italiano in forza alla NATO, sia costretto a pagare le imposte sulla retribuzione che percepisce durante la sua permanenza all’estero. Poi, la norma è stata estesa, incostituzionalmente, anche ai pensionati pubblici, lasciandone esclusi quelli del settore privato.

Secondo i trattati in vigore, la defiscalizzazione per gli ex-inpdap è concessa se risiedono in Tunisia, Senegal, Cile e Australia.  Oppure se diventano cittadini di una nazione qualsiasi

Ciao

Per ex-inpadap niente defiscalizzazione in Portogallo

Solo Tunisia è il paese più conveniente, per tante cose

Ciao

Nuova discussione

Risparmia sui costi del trasloco

Richiedi un preventivo gratuito e confronta prezzi e servizi di traslocatori internazionali.